La mia cucina e’ proprio kitsch

  • la mia cucina e’ proprio kitsch,non so neppure se ho scritto bene ,non mi sono presa la briga di controllare il traduttore,ma effettivamente Lei e ‘ come me: una gran confusione!

ricordo la credenza della mia nonna che  era simile alla mia .Nei vetri venivano inserite le cartoline che con regolarità spedivano i parenti dal’America,oppure i santini della Madonna del Pontelungo o ancora qualche  documento importante che non si doveva correre il rischio di perdere.

Se ripenso a quel mobile mi pare di rivedere la mia nonna: dentro ad una tazza del servizio buono,teneva i soldi per la spesa settimanale ,sulle mensole c’erano :sia la bottiglia del liquore di nespole fatto da lei per offrirlo …AU SCIU MEGU….( al signor dottore) quando veniva a visitare mio nonno ammalato da anni ,che i biscotti per la mia merenda che non dimenticava mai di prepararmi!

ecco,proprio perché ho bisogno di mantenere vivi questi dolcissimi ricordi,ho cercato di rendere la mia cucina simile a quel confortevole nido della mia infanzia.

ho volutamente reso kitsch la mia cucina mettendo sui vetri della  credenza  ,le foto delle mie bambine  e la ricetta di un liquore ” Il Latte di Vecchia”o il Cognac al latte scritto di pugno dalla mia bisnonna Aurelia .

tutto ciò ha comunque una logica,non è solo perché sono una gran confusionaria,ma soprattutto per non dimenticare da dove vengo,solo così ,sono certa,riuscirò a mantenere intatti i miei sentimenti.

La ricetta che posterò oggi sarà proprio quella del cognac al latte ,copiando fedelmente da nonna Aurelia.

  • COGNAC di LATTE o LATTE di VECCHIA
  • Spirito 250 gr
  • zucchero gr 500
  • latte 1/2 l
  • 1 limone con tutto il suo succo
  • 1capo di chiodo di garofano
  • 1bastone di vaniglia ESUCUZIONE

far bollire il latte e metterlo a raffreddare

Si prepara in un fiasco lo spirito,lo zucchero ,il limone con la buccia tagliata a pezzetti il garofano e la vaniglia

Freddo che sia il latte si mette nel fiasco e si tura bene .

Si lascia  in fusione  per 10 giorni ,il giorno 11 si filtra con 2 carte da filtro

( ricordarsi bene di scuoterlo mattino e sera) consumare non prima di un mese.

Dal diciannovesimo secolo,una buona digestione propiziata dal Latte di vecchia!

image image

 

Annunci

5 pensieri su “La mia cucina e’ proprio kitsch

  1. non avevo mai sentito parlare del cognac al latte…..bello imparare sempre cose nuove che fanno parte delle tradizioni dei nostri vecchi!!!!

    Mi piace

  2. Mi pare che questo liquore assomigli molto alla crema di limoncello….comunque la cosa che mi emoziona di più e’ leggere una cosa scritta di pugno dalla mia bisnonna!!! Per questo ,la parte di lei che è in me,farà questo cognac al latte!!!!
    Ahahahahahahah….che romanticismo spicciolo!!!!! Ciao Danielina!!!

    Mi piace

  3. Tiz anche io mai sentito questa ricetta ..che hai ragione è simile al limoncello….mi piacerebbe rifarla..appena ho gli ingredienti e soprattutto il fiasco ah ah….ci provo…Che bella la tua credenza sa proprio delle casa …delle nonne un bacio tua Pat

    Mi piace

  4. Chissà perché abbiamo tutte la credenza del cuore…forse perché ai giorni ns in ogni casa la credenza regnava ed era il posto ideale per vecchie foto… liquori fatti in casa e tanto altro!!!! Ricordo quella della mia mamma…. piena zeppa di bicchierini tazzine sopramobili … merletti e pizzi!!!! Che bello avere ancora la ricetta scritta originale!!!! grazie di condividere questi bellissimi ricordi !!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...