Frugando qua e la nei dolci ricordi

image

Se a Marcel Proust e’ bastato assaggiare un piccolo pasticcino ,le madelein , per raggiungere l’estasi ,a me ,pasionaria cuciniera de no’altri ,basta pensare ai Gobeletti per star bene tutto il giorno!!!!!

I Gobeletti  , lo dico a vantaggio dei non liguri ,sono antichi pasticcini della tradizione  e,come tutto ciò che sa di ricordo ,per me ha un fascino irresistibile oltre che una ineguagliabile bontà

La storia ,quella dotta , dice che erano dei piccoli pasticcini di pasta frolla farciti con marmellata di pesche o albicocche e si facevano per la festa di sant’ Agata  il 5 febbraio .

La storia ,quella popolana di casa mia ,dice che ogni occasione era buona per farli e gustarli tutti insieme in allegria!!

” Viene a trovarci la zia da Finale!…… Dai prepara i Gobeletti!!!”

” La nonna ha un’ occhio che lacrima …u vegne u scu megu !!!! Allora andiamo di Gobeletti ”

Insomma non si perdeva mai l’opportunità per impastare i 300 grammi di farina che ci avrebbero permesso di mangiare una quindicina di cotanta prelibatezza!!!

La ricetta ,sempre gelosamente conservata da nonna Quanita nel famoso quaderno e donatami con tanto mistero la notte prima delle nozze ,e ‘ di Pierino ,il pasticcere di Toirano ,coetaneo della nonna  e ,forse ,anche suo spasimante ai tempi della loro gioventu’!!!!!! Chissà ,sarà questo il motivo per cui il pasticcerotto di paese ha ceduto così facilmente la sua segreta ricetta ?????

E’ davvero semplice e veloce da farsi ,con i mezzi moderni , dove la frolla si può fare con il mixer .

Ci vuole davvero poco ……e ,  come per Proust , l’estasi e’ assicurata!!!image

 

GOBELETTI di PIERIN

  • 300 gr di farina “0”
  • 200 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • un cucchiaino di lievito vanigliato
  • la buccia di un limone non trattato
  • 3 tuorli
  • 2 cucchiai di marsala
  • un pizzico di sale

ESECUZIONE

Levate il burro dal frigo e fatelo a pezzettini lasciandolo ammorbidire a temperatura ambiente.

Setacciate la farina e disponetela a fontana sulla spianatoia

Unite il burro morbido nel cratere di farina e lavorate velocemente per amalgamare al meglio i due ingredienti.

A questo punto unite lo zucchero ,il lievito ,la buccia del limone ,i tuorli ,il marsala ed il pizzico di sale.

Lavorate il tutto sempre velocemente ,fate una palla che avvolgerete nella pellicola e mettete in frigo per circa 30 minuti.

Frolla per i gobeletti

Frolla per i gobeletti

Trascorso tale tempo , lavorate la frolla sulla spianatoia e , sul piano infarinato , stendetela con il mattarello sino ad uno spessore di circa 3 o 4 millimetri.image

Imburrate gli stampini con il burro e tagliate la pasta in modo tale da rivestire anche le pareti degli stampini stessi , lasciando ben sbordare la pasta .

Farcite il fondo con la marmellata di pesche o albicocche  e , con la pasta avanzata ,fate dei dischetti per chiudere i Gobeletti sigillando bene con le dita.

Tagliate l’eventuale eccesso di pasta.

Mettete in forno preriscaldato a 180* per 20 minuti  circa, sino a quando saranno ben dorati .

Fateli raffreddare e cospargeteli con zucchero a velo vanigliato .

Gustateli ancora leggermente tiepidi sono speciali.

Se preferite ,potete fare la pasta con il mixer come dicono le istruzioni della macchina .

La mia variazione sul tema riguarda la marmellata : solo more  ,per me e’ la migliore!!!!

buon appetito a tutti

 

 

Annunci

10 pensieri su “Frugando qua e la nei dolci ricordi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...