SAPORI DI LIGURIA PARTE SECONDA : LA FARINATA

Farinata

Farinata

La farinata e’ un’ altra delle mie passioni !

E’ una specialità che può essere definita storica e ,insieme al pesto ,e’ considerata un simbolo della cucina ligure.

A Savona esiste una via dove prolificano i ” farinatai” che fanno sia la tipica farinata con farina di ceci che quella con la farina di frumento

Farinata appena infornata in una "Sciamadda"

Farinata appena infornata in una “Sciamadda”

 

La tradizione vuole che la ricetta con il frumento arrivi dalla Spagna e precisamente da Cadice da dove fu importata dai navigatori liguri .

la vera ” faina’ ” o farinata ,quella fatta con la farina di ceci per intenderci ,si narra sia nata in occasione della battaglia della Meloria  tra Genova e Pisa al tempo delle repubbliche marinare quando ,durante una tempesta ,la farina di ceci e l’olio conservati nelle stive dei liguri ,si mischiarono con l’acqua del mare.

Battaglia della Meloria

Battaglia della Meloria

Poiche’ le provviste non erano abbondanti ,il comandante della nave decise di recuperare il composto e servirlo in scodelle ai marinai affamati e stanchi dopo averlo fatto scaldare al sole .

questo ” intruglio ” piacque molto e ,una svolta giunti a terra ,si decise di perfezionare la ricetta sostituendo l’acqua di mare con acqua salata e cuocendo il tutto nel forno a legna in larghe teglie di rame dette “tesci” o testi in italiano

Farinata appena sfornata

Farinata appena sfornata

Inutile dire che fu un successone giunto sino ai nostri giorni.

Quando ero bambina ,si preparava principalmente nel periodo della vendemmia e fungeva da spuntino per chi era impegnato a vendemmiare .

I locali dove si gustava la farinata a Genova ,sotto Ripa , si chiamavano Sciamadde che significa fiammate ,il nome deriva dal fatto che lo spazio era quasi interamente occupato dal forno a legna e questo faceva si’ che il locale si impregnasse del tipico odore di fritto e legna arsa.

Della Farinata era un grande estimatore Fabrizio De Andre’ che la nomina anche in parecchie canzoni .

Inizia il sogno!!

Inizia il sogno!!

per dovere di cronaca ,devo dire che la farinata eccelsa e ‘ quella fatta con il forno a legna ,ma ,volendo gustare questa ineguagliabile prelibatezza ,ci si può accontentare del forno di casa acceso al massimo del calore con l’aggiunta del grill.

....pronti ,viaaaaa!!!!!

….pronti ,viaaaaa!!!!!

Come sempre la mia ricetta e’ quella delle mie nonne ,la nonna Francesca per la precisione dalla quale oltre la dose della farinata ,ho ereditato anche il tesciu nel quale faceva lei la farinata .

La mia ricetta prevede solo l’aggiunta delle foglie del rosmarino ed una spolverata di pepe alla fine , perché è così che si fa nel Ponente

La mia farinata

La mia farinata

  • FARINATA
  • 500 gr di farina di ceci
  • 2 dl di olio evo
  • 2 L di acqua
  • gli aghi di un ramoscello di rosmarino
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

ESECUZIONE

Il mio preparato per la farinata

Il mio preparato per la farinata

Mettere in un capiente contenitore l’acqua leggermente tiepida e ,sempre rimestando ,aggiungete a pioggia la farina di ceci ,salate .

E’ importante che non si formino grumi ,si ottiene un ottimo risultato usando per questa operazione il mixer.

Lasciate riposare questo composto per almeno 6 – 7 ore ,la mattina per la sera ,va benissimo ,ricordandosi ogni tanto di girare il composto.

Trascorso questo periodo ,versare la pastella in un testo del diametro di circa 45 cm dove avrete versato in precedenza tutto l’olio.Unite gli aghi di rosmarino ,amalgamate il tutto con un cucchiaio di legno e fate cuocere in forno al massimo della potenza + il grill per circa 20 minuti .

Se volete fare la farinata in casa e non avete il forno abbastanza grande per le dimensioni del testo ,usate la leccarda del forno molto oliata ,in questo caso dimezzate le dosi della preparazione ,

Lafarinata perfetta deve risultare arrostita molto bene in superficie e morbida al suo interno.

Molte regioni hanno piatti molto simili alla farinata ,la Cecina Toscana ad esempio,ma ,non me ne vogliano i miei odierni corregionali ,” cumme a faina’ ,te diggu che nu ghe ne ‘”

buon appetito a tutti ed un bacio speciale ai toscani che sono in tutto il top del top……..eccetto che nella farinata!!!!!!!

Farinata da Puppo  ad Albenga ,il paradiso della farinata

Farinata da Puppo ad Albenga ,il paradiso della farinata

 

Annunci

6 pensieri su “SAPORI DI LIGURIA PARTE SECONDA : LA FARINATA

  1. Tiziana con la farinata mi conquisti di sicuro. Nonostante io viva in Sardegna uso la tua stessa ricetta e posso dire che è una delizia.
    Quando ne rimane (raro) la taglio a metà e la uso come se fosse un panino.. Super!
    A presto e complimenti per questo bellissimo blog.
    Emanuele

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...