La tecnologia è sempre un progresso?

imageMi è sorto questo amletico dubbio ieri quando ho provato a postare la solita ricetta e mi sono accorta che internet era assolutamente scollegato.

Pazienza, se si vuole affidarsi al progresso, bisogna anche accettare questi inconvenienti e proseguire a testa bassa, d’altronde , se non avessi scoperto questa ” diavoleria ” che è  la rete, ora non sarei qui con voi!

Intanto però, mi scuso perché non ho avuto modo n’è di guardare nè di rispondere ai vostri sempre puntuali e lusinghieri commenti …..ma oggi, provvederò a rimediare.

La ricetta che avrei voluto postare ieri, è una delle tante che ho imparato appena giunta a Siena, ormai  quaranta anni fa .

Proveniendo dal nord, per me gli ossobuchi si cucinavano alla milanese, con il risotto allo zafferano, o, al massimo in gremolata, invece qui ho scoperto una ricetta che è’ sempre stata apprezzata ogni volta che l’ho presentata in tavola:  ossobuchi alla senese.

La ricetta è di Maria, la meravigliosa Maria che mi aiutava in casa appena giunta in Toscana,appartiene alla tradizione contadina senese ed ha, anziché il riso, neanche a dirlo, i fagioli cannellini come contorno.

OSSOBUCHI ALLA SENESE

  • 4 ossobuchi di vitello
  • 1 cucchiaio di farina
  • 4 spicchi d’aglio
  • un abbondante ciuffo di salvia
  • 250 gr di polpa di pomodoro
  • 1 bicchiere di Chianti
  • 400 gr di fagioli cannellini già lessati
  • olio evo, sale, pepe
  • un pezzetto di peperoncino ( facoltativo)

ESECUZIONE

Intaccate i bordi degli ossobuchi con le forbici per evitare che in cottura si accartoccino.

image

Salarli, peparli, infarinarli e metterli a rosolare in padella con un po’ d’olio evo.Quando saranno ben rosolati unite un po’  alla volta il Chianti e fategli dare una pre cottura per circa 20 minuti  a fuoco basso facendo ben penetrare il vino nella carne.

image

A parte mettete nella pentola a pressione gli spicchi d’ aglio con la salvia ed il peperoncino ( se decidete di usarlo ) e fate insaporire tutto insieme.

image

Quando saranno rosolati bene, unite la polpa di pomodoro, aggiustate di sale e fate addensare un po’ la salsa.

image

Mettete gli ossobuchi con la salsa e fate cuocere per 1/2 ora dal sibilo.

image

Trascorso questo tempo, aprite la pentola dopo averla fatta sfiatare ed aggiungete i fagioli scolati dal loro brodo.

Insaporite tutto insieme per 10 minuti a fuoco bassissimo.

image

Questo è sicuramente un piatto sostanzioso, se lo abbinate co fette di pane bruschettate ed unte con olio novo, diventa un bel piatto unico.

Ho utilizzato la pentola a pressione per dimezzare i tempi di cottura, poiché , notoriamente gli ossobuchi cuociono in più di un ora.

In questo modo, a Siena, si cucinano i fagioli all’ uccelletto con le salsicce toscane, piatto da leccarsi i baffi, ma ,anche questa versione con gli ossobuchi e’ molto buona, la cottura con il vino rosso, dà alla carne un gusto davvero speciale, ricordatevi però che il vino deve essere di qualità, come si dice……il piatto e’ buono se è fatto con buoni ingredienti!!!!!

buon appetito

 

Annunci

8 pensieri su “La tecnologia è sempre un progresso?

  1. mamma mia quanti ricordi! ho conosciuto questa ricetta ormai 35 anni fa, la prima volta in Toscana ( a Colle Val d’Elsa) dalla nonna del mio allora fidanzatino ( poi marito, padre dei miei tre figli, poi ex marito….ma questa è un’altra storia!).
    Nonna Rosa cucinava meravigliosamente bene ed io adoro i fagioli!
    Ho imparato tanto da lei, così come, negli anni successivi, dalla mia meravigliosa nonna Lore ( era mia suocera) .Lei era di massa marittima, devo a lei se so preparare i tortelli maremmani e i crostini con i fegatini di pollo.
    Grazie per la ricetta e per questo pezzetto di Toscana. buona domenica Emanuela

    Mi piace

    • Quante cose ci accomunano cara Emanuela: Liguria, Toscana, passione per la cucina !!!
      Mi piace interloquire con te, abbiamo molto in comune.
      A proposito, mi passeresti la ricetta dei tuoi crostini?
      Sai, da quando sto qui, non ho mai trovato 2 ricette uguali, pensa, ne ho trovata addirittura una con le mele!!!!!
      Ciao cara, grazie, buona giornata

      Mi piace

  2. Ottima idea x gli ossibuchi cara Tiz ..io li faccio un po’ diversi anche se aggiungo il vino …mai fatti nella pentola a pressione , che invece uso per tantissime cose….io toscana gli faccio più milanesi ah ah infaritati e cotti con la gremolata di aglio prezzemolo carota sedano…vino, passata di pomodoro cotti a fuoco lento 1 ora e forse più ..proverò questa tua versione con fagioli garzie bacio Pat

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...