Chi conosce Julia Child?

image

Julia Child e’ il mio mito. Ovviamente non è solo questo ma oggi voglio partire dalla mia illimitata ammirazione per questa effervescente signora degli anni’50 per presentarvi il post. Vi parlerò di una delle ricette cult della cucina francese, il famosissimo Boeuf à la Bourguignonne e la ricetta che presenterò sarà quella che Julia Child ha messo nel suo libro Mastering The art of French cooking.

image

Si tratta di una guida di cucina francese che la geniale e gentile signora ha adattato al gusto degli americani.

image

Ho acquistato questo libro negli Stati Uniti, poiché non esiste una traduzione  in italiano, ed è per ciò scritto in inglese. Per tanto, la  traduzione è mia e data la mia poco più che elementare conoscenza della lingua, ho sperimentato svariate volte il piatto prima di avere la sfacciataggine di proporlo. Ho anche una ricetta del manzo alla Bourguignonne che mi ha dato Nicole, la cugina francese. E’ più semplice ed ha un procedimento facile e veloce, però stare in cucina con Julia Child, ha un fascino ineguagliabile.

BOEUF À LA BOURGUIGNONNE  BY JULIA CHILD

  • 1 kg di polpa di manzo grassa magra
  • 200 gr di pancetta
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 L di brodo
  • 1/2 litro di vino rosso di Borgogna
  • olio evo
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di farina
  • olio evo
  • 2 spicchi d’aglio
  • bouquet garnì : timo, alloro, rosmarino

Per le cipolline:

  • 1/2 kg di cipolline borrettane
  • 100 ml di brodo
  • 1 foglia di alloro
  • 1 noce di burro
  • olio evo
  • sale, pepe

Per i funghi

  • 500 gr di funghi champignon
  • 1 spicchio d’ aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • sale pepe

ESECUZIONE

Tagliate la carne a cubetti.

image

Scaldate sul fuoco una capiente pentola in ghisa che possa andare anche in forno, unite un filo d’olio e fate rosolare la pancetta tagliata a cubetti, dopo averla scottata in acqua bollente per 10 minuti, a fuoco dolce ancora per 5 minuti.

image

Trascorso questo tempo, togliete la pancetta, mettetela da parte e nello stesso grasso fate rosolare a l’arte per sigillarla bene da tutti i lati.

image

Appena la carne sarà ben rosolata, mettetela con la pancetta e nella pentola fate ancora rosolare la carota e la cipolla tagliate a pezzi.

image

Quando anche le verdure avranno preso un bel colorito, unite carne e pancetta ed insaporite tutto insieme per 5 minuti, salate e pepate. Trascorso questo tempo unite la farina setacciata.

image

Scaldate il forno in modalità ventilato a 250*e mettete la pentola senza coperchio al suo interno per 10 minuti per far tostare tutto insieme. Trascorso questo tempo estraete la pentola dal forno e versate il vino.

image

Stemperate il concentrato di pomodoro con un mestolo di brodo ed unitelo alla carne.

image

Abbassate il forno a 130* a modalità statica , unite il restante brodo considerando che i liquidi dovranno superare la carne di circa un cm. Mettete nella pentola anche il bouquet garnì ed i 2 spicchi d’ aglio schiacciati.

image

Portate il tutto ad ebollizione, coprite la pentola ed infornate a 130* per 3 ore. Spegnete il forno e fate raffreddare.

Pensiamo alle verdure.

Cipolline: in una casseruola mettete il burro ed un giro d’ olio, fatevi rosolare le cipolline pulite e mondate e tenetele sul fuoco per circa 10 minuti.

image

A questo punto unite il brodo, salate e pepate e cuocete per circa 30 minuti.

Funghi: pulite i funghi e tagliateli in quarti. In una padella fate imbiondire lo spicchio d’aglio, quindi unite i funghi e fateli saltare a fuoco vivo per 10 minuti, salate e pepate unite un mestolo di brodo continuando ancora la cottura per 10 minuti. Terminate spolverizzando il tutto con prezzemolo tritato.

image

Quando la carne sarà freddata, toglierla dalla casseruola con il bouquet garnì e passate la salsa al setaccio, unendo anche il fondo di cottura delle verdure. Rimettete il tutto nella casseruola e cuocete insieme ancora per 10 minuti a fuoco molto basso.

image

Prima di servire spolverizzare con prezzemolo tritato. Se siete riusciti a leggere tutta la ricetta siete già molto bravi, comunque vi consiglio di non farvi scoraggiare dai vari passaggi, ci vuole più tempo a scriverla che a farla.

Di solito cucino questo piatto in 2 giorni, prima la carne, magari il pomeriggio e il giorno dopo le verdure che si fanno velocemente. I francesi, come dice Julia, le servono con patate lesse o riso cotto nel brodo di manzo o tagliatelle all’uovo condite con la salsa dello spezzatino. Noi italiani però abbiamo una chance in più: la polenta che, come si direbbe a Roma è la morte sua.

È sicuramente un piatto di grande conviviabilità, lo trovo per tanto adattissimo per un incontro di auguri tra amici nei giorni che precedono le feste: si mette il tagliere con la polenta al centro tavola e il BOEUF in cocottine individuali. E che la festa abbia inizio!

Buon appetito

Annunci

33 pensieri su “Chi conosce Julia Child?

  1. Tiziana MIA….. che bonta’….. quando la fai mi inviti???? ahhhh Sai che bello a tavola IN TRA FRA chiacchiere mangiando una “polentina” con questa prelibatezza!!!! ?????
    Sei veramente una cuoca con la C maiuscola….. una bellissima persona…una simpaticissima mika…. e che alto????? una BUONGUSTAIA !!!!! bacio

    Mi piace

    • Mariella….mi fai arrossire, sei tropo gentile!! Quando vuoi organizzare la mia casa e’ aperta, ti aspetto con tutto il cuore!!
      TU sei un’ amica ed una persona speciale!!! Un baciotto dolcezza!!!!😍😻😍😘😍😻😘

      Mi piace

  2. buon pomeriggio, cuoca sublime!!!!! Grazie per questa mitica ricetta, che preparerò quando saremo soli mio figlio ed io .Sono tornata ora dal lavoro e mio figlio Tommaso, prima di andare a lavorare, ha lasciato la cena pronta…..così posso sedermi qua, rilassarmi un po’ e poi terminare l’orsacchiotto che ho sferruzzato per il mio nipotino, visto che tra 10 giorni vado a trovarli in Friuli! Mi piace che i miei ragazzi abbiano ” ereditato” l’amore per la cucina e devo dire che Tommaso è proprio bravo! Dolce com’è ( …è davvero un ragazzo dolce ed affettuoso) ha preparato un meraviglioso ragù di verdure, perchè così…..” può mangiarlo anche Silvia!”.
    un grande abbraccio Emanuela

    Mi piace

    • Emanuela carissima, grazie tante dei complimenti…..mi piace moltissimo cucinare, ma, a volte piacerebbe anche a me avere un figliolo che mi coccola preparandomi un pranzetto ……sei molto fortunata, il tuo Tommaso e’ certamente un ragazzo speciale…anche per merito della mamma!
      …….ma….si può avere la ricettina di Tommy????
      Ciao carissima, un abbraccione caloroso a te e…complimenti per i tuoi sferruzzamenti, anche a me piace lavorare a maglia, ho appena finito una coperta, ma non sono molto brava, diciamo mi arrangio!
      Ciaooooooo

      Mi piace

  3. Mamma mia che bontà’!!!!!! Sei un’eccellente cuoca, degna di Masterchef….. ma perché’ non ci vai???? Faresti il tuo bel figurone Tiziana!! A presto, con nuovi succulenti manicaretti!!❤️

    Mi piace

  4. mi sono tanto rivista nella blogger del film…”sai che dopo una lunga giornata in cui tutto e dico tutto può succedere….” sai che mettendo insieme questo e quello, ottieni qualcosa di consolatorio, di sicuro, che non tradirà la tua fiducia dico sempre io…
    penso sia la motivazione che muove tutte noi foodblogger.

    Mi piace

    • Marzia cara, grazie degli immeritati complimenti,sono semplicemente una ” pasionaria” della cucina e come tale mi comporto, sulla professionalità …sei molto generosa !
      Ti ringrazio davvero tanto dei complimenti graditissimi e della visita, ciao, ti aspetto ancora!

      Mi piace

    • Barbara cara, siamo un nutrito gruppo ad adorareJulia Child, posteremmo creare un fan club !!!
      Se ti piace avere il suo….tomo più che manuale visto che sono 2 volumi, lo puoi trovare su internet!!!
      Ti ringrazio molto dei complimenti, della visita e, in tuo onore, farò sicuramente altri piatti di….Julia nostra!!!!

      Mi piace

  5. Bellissimo piatto cara Tiz ..mi sono rivista in cucina con Maryl Streep….un pò lunga ,,,la verrò a mangiare da te …senza marito ,,,sai in casa nostra cipolline bandite ah ah Grazie …sempre bravissima!!!

    Mi piace

    • È vero Nicoletta, la ricetta è molto elaborata, la puoi sintetizzare facendo la cottura sul fornello, ma, ti garantisco che , se ami cucinare, fare questo piatto vuol dire….coccolarsi!!!!!
      Ciao, grazie della visita!!!

      Mi piace

    • Emanuele,sei molto gentile, ti ringrazio…..sai, per te ,giovane ragazzo così bravo in cucina,potrebbe essere un’idea radunare alcuni amici e in cooperazione fare il piatto ,naturalmente con la cena a tema ” a tavola con Julia Child”……. Che ne dici???????

      Mi piace

    • Ciao Gloria, si, la ricetta è un po’ complicata, ma è talmente bella la storia di questa meravigliosa donna che quando si cucinano le sue ricette sembra che lei sia al tuo fianco…..tutto ciò anche grazie al film !!!!!
      Ciao egrazie della visita

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...