Colazione di Natale

image

Con la mia Agata, ci stiamo organizzando per preparare la colazione a Babbo Natale ed alle renne. È un modo come un altro per rendere ancora più intimo il momento dell’apertura dei regali, la mattina di Natale, tutti in pigiama, ognuno cerca il proprio pacchetto circondati da biscotti, ciambelloni e caffè e latte, il tutto preparato dalle solerti e veloci manine della mia nipotina con un piccolo supporto tecnico, non così necessario, della nonna!

Quest’ anno, oltre al Presepe di pasta frolla , prepareremo i cioccolatini, visto che l’anno scorso le renne e non solo, hanno gradito moltissimo ed un ciambellone che mi ricorda la mia infanzia. In casa mia la preparava la mia nonna denominandola torta Italo dal nome del cugino dal quale aveva avuto la ricetta. Si tratta di un comunissimo ciambellone casalingo con l’aggiunta di polpa di banana e di un po’ di latte dove é stata lasciata in fusione dell’ anice stellato.

Ma procediamo con ordine.

TORTA ITALO ( DAL QUADERNINO DI NONNA QUANITA)

  • 2 banane
  • 250 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 100 gr di burro
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 2 stelle di anice stellato ( o 1 fialetta di essenza di anice )
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 50 gr di pinoli
  • 50 gr di mandorle spellate

ESECUZIONE

Fate scaldare in un pentolino il latte e metteteci in fusione l’anice stellato, almeno un’ ora prima di iniziare a fare il dolce. Se userete la fialetta o un  comune liquore all’anice questo passaggio non sarà necessario. Montate con le fruste elettriche (o la planetaria) il burro con lo zucchero sino ad ottenere un composto molto spumoso. Quindi unite la buccia di limone e l’uovo incorporando perfettamente al burro. Schiacciate con una forchetta le banane che devono essere ben dolci e mature. Unite le banane al composto aggiungendo anche la farina setacciata con il lievito. Rendete il composto più fluido con il latte aromatizzato avendo l’accortezza di togliere l’anice.

image

Preparate una teglia a cerniera del diametro di 24 cm. Mettete il composto nella teglia e cospargete la superficie con i pinoli e la mandorle tritati grossolanamente.

image

Prescaldate il forno statico a 180* e quando sarà a temperatura, infornate per 40 minuti. Trascorso questo tempo controllate la cottura e quando la torta sarà tiepida cospargete di zucchero vanigliato.

Per fare le grandi prove di Natale, ho messo tutto insieme nel mixer, ma se avete tempo vi consiglio di seguire i passaggi come vi ho indicato, la torta resta più soffice. Se non vi piace l’anice, potete evitarla mettendo 1/2 bicchierino di limoncello, non spaventatevi per l’alcool, si neutralizza in cottura e lascia solo un piacevole aroma. Se volete anziché la banana, potete usare mele e frutti di bosco, in questo caso lasciate in fusione la frutta in limone e rum per dolci ed aggiungerete all’ impasto anche i liquidi della fusione …oltre ad una grattugiati a di zenzero fresco, sentirete. Che bontà !

La mela, in questo caso sarà a tocchi e non schiacciata, Basta, vi ho confuso abbastanza le idee, ma ormai mi conoscete, sono fatta così!

Buon appetito!

Annunci

4 pensieri su “Colazione di Natale

  1. Ecco una ricetta che ti ruberò senz’altro per la mattina di Natale! Il ” rituale”, da noi, è sempre fisso, ormai ” codificato”, da quando Giulia e poi i gemelli erano piccoli piccoli. La sera si lasciano nell’ordine: la seggiolina per far riposare Babbo Natale, un piatto di biscotti per rifocillarlo, l’acqua per le renne (…..Giulia giura che una notte, non riuscendo a dormire, li ha sentiti arrivare, perchè ha riconosciuto il suono dei campanelli d’argento delle renne!!!!). In pigiama, la mattina , si va in sala, dove ci sono i regali lasciati sotto l’albero; si fa colazione con la cioccolata calda ( che profuma di cannella), i biscotti e, se la mamma ha avuto tempo …..i krapfen. Quest’anno ci sarà anche la tua torta! Un abbraccio Emanuela
    PS. se passi da Genova….sarò felicissima di averti qua

    Liked by 1 persona

    • Cara Emanuela…..esattamente come noi!!!!
      Che bello il Natale in famiglia……..la gioia di stare insieme non ha prezzo, quando si capisce questo, si è fatto un bel passo avanti!!!!
      Vedrai, qualche volta ti farò una sorpresa!!!!!!! Ciao,grazie per le tue visite assidue e sempre graditissime! 😘

      Mi piace

    • Cara Silva, anche per noi sarebbe la stessa cosa, perché le nostre figlie. Sono ormai grandi, però , nostra figlia Giulia, è sola a crescere la sua bambina, allora proprio per far conoscere alla bimba il calore della famiglia, a Natale coinvolgiamo tutti : noi, zii, bisnonne…..e tutti insieme appassionatamente, viviamo la gioia del Natale e della famiglia!!!!!!
      Un abbraccio a te cara Silva!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...