Siena e le sue dolcezze

image

Siena è sicuramente una città speciale, bella, fiera e gelosissima delle sue tradizioni. In estrema sintesi questa è la spiegazione per cui il Palio, manifestazione nota in tutto il mondo, resiste immutata nell’animo dei senesi superando i secoli.

Anche per quel che riguarda i dolci natalizi, Siena, ha una sua tradizione antichissima ed assai varia. I ricciarelli, dolce che da poco tempo ha ottenuto il marchio IGP, è un eccellente rappresentante di questi dolci, quello che ha un maggior numero di estimatori e sicuramente il più facile da preparare.

Oggi vi darò la ricetta che mi ha passato Mauro (vi ricordate, il padrone di Molly, la super cagnolina tartufaia) che preparato alla PROVA DEL CUOCO, con Ambra Romano, ottenendo davvero un grande successo.

Ho preso l’ abitudine di preparare i ricciarelli per regalarli agli amici per Natale, mi piace cullarli con cose fatte da me, in questo modo ho la sensazione di regalare loro anche un po’ del mio tempo, cosa al giorno d’ oggi così preziosa ma sempre molto apprezzata.

RICCIARELLI

  • 200 gr di farina di mandorle
  • 180 gr di zucchero di canna
  • 10 gr di mandorle amare (si trovano nei negozi di frutta ben forniti)
  • 2 albumi
  • la buccia grattugiata di 1 arancia
  • 1/4 di cucchiaino di lievito per dolci
  • zucchero a velo a volontà

ESECUZIONE

Mettere le mandorle amare in acqua bollente, far trascorrere qualche minuto quindi sbucciarle e farle asciugare  su un canovaccio. Quando saranno asciutte, tritarle finemente con il mixer insieme allo zucchero (se è di canna è meglio) ed alla buccia dell’ arancia.

image

In una ciotola capiente mischiare tutti gli ingredienti secchi: farina di mandorle, lievito, zucchero, mandorle amare, buccia d’arancia tritata ed amalgamarli bene fra loro. Battere leggermente gli albumi con un pizzico di sale e mischiarli alle farine formando un composto compatto. Coprire con la pellicola e mettere in frigo per alcune ore, andrebbe benissimo per una notte intera.

Trascorso questo tempo, accendete il forno e scaldatelo a 160*. Mettete un foglio di carta forno sulla leccarda e cospargetelo di zucchero a velo.

image

Prendete una ciotolina con acqua calda ed un cucchiaio, bagnatelo e prendete una parte di composto aiutandovi con la mano e date al composto la forma del cucchiaio .

image

Se avete bagnato il cucchiaio, riuscirete a levare agevolmente il ricciarello.

image

Mettetelo nella teglia e ripetete queste operazioni sino alla fine del composto.

image

Cospargete ancora abbondantemente la superficie dei ricciarelli con lo zucchero a velo.

image

Infornate per 15 /20 minuti, non di più. Saranno cotti quando inizieranno a “crettarsi” in superficie. Fateli raffreddare e levateli dalla teglia. Se conservati in una scatola di latta si manterranno morbidi per una settimana.

Sono certa che coloro che non hanno mai assaggiato i ricciarelli freschi, scopriranno un dolce assolutamente nuovo di grande bontà.

Buone feste a tutti

Annunci

12 pensieri su “Siena e le sue dolcezze

  1. Leggerti è sempre ritrovarti e ritrovarmi. la Liguria , la Toscana, Siena(……..mio suocero era della Selva). Mille cose in comune.
    Ricetta meravigliosa. Anche io li preparo , ma questa ricetta è migliore……e quindi preparerò i ricciarelli così. Grazie grazie!!! Emanuela

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...