Dentice parte seconda

imageDove c’eravamo lasciati? Già, avevo detto che con la carcassa e gli avanzi del super pesce avrei preparato qualcosa di speciale. Con davvero molto piacere ho notato che parecchi di voi mi hanno dato dei suggerimenti molto interessanti che sicuramente sfrutterò in un’ altra occasione.

Questa volta ho voluto provare una pasta fredda, piatto unico adatto al caldo infernale di questi giorni, che sprigioni al massimo tutti i sapori mediterranei. Avevo in congelatore dell’ ottima pasta fresca pugliese “i maritati” e dall’ incontro con il dentice guardate un po’ che é uscito fuori.

MARITATI AL DENTI..CE

  • 500 gr di pasta fresca tipo maritati
  • polpa di dentice precedentemente cotto
  • 1 spicchio d’ aglio
  • 1/2 peperoncino piccante
  • olio evo
  • pinoli
  • 50 gr di cacioricotta
  • olive taggiasche denocciolate
  • capperi dissalati
  • Basilico
  • 4 pomodori sodi e maturi
  • 1 cipollina di Tropea fresca

ESECUZIONE

Per prima cosa, come mi ha suggerito Emanuela, ho preparato con la carcassa del dentice un fumetto di pesce che ho utilizzato in parte per cuocere la pasta ed in parte l’ho congelato per il prossimo piatto. Come odori ho aggiunto 1 cipolla rossa, un pomodoro, un mazzetto di prezzemolo, uno spicchio d’aglio ed un cucchiaio di cognac piccolo “segreto” che mi confido’ anni fà Jean, chef di un noto ristorante di Cannes.

Ho fatto sobbollire per una mezz’ora il fumetto quindi ho passato con un colino a trama sottile, ho aggiustato di sale (poco, mi raccomando) ed ho gettato la pasta facendo cuocere per pochi minuti trattandosi di pasta fresca. Nel frattempo ho messo in una padella un cucchiaio d’ olio evo, uno spicchio d’ aglio, 1/2 peperoncino ed ho fatto un po’ insaporire.

image

Ho spezzettato la polpa del dentice avanzata e l’ho aggiunta al soffritto facendo andare tutto insieme per pochissimi minuti. In un pentolino ho messo olio evo ed una manciata di pinoli, appena l’olio ha iniziato a prendere calore, ho spento il fuoco ed ho aggiunto abbondanti foglie di basilico.

image

Quando la pasta ha raggiunto il giusto punto di cottura, l’ho scolata e condita con l’olio al basilico e pinoli ed una sostanziosa grattugiata di cacio ricotta.

image

Ho messo la pasta così condita nella padella con il pesce, ho aggiunto tutti gli altri ingredienti: i pomodori a rondelle, le olive, i capperi ed ho condito molto bene.

image

Ho aggiunto altro basilico ed ho terminato il piatto con una dolcissima cipollina di Tropea croccante tagliata a rondelle sottili.

image

Questo piatto è piaciuto molto, credo che lo proporrò anche con frutti di mare appena scottati.

image

Non fatevi spaventare dall’uso del formaggio, proprio mio marito che all’ inizio mi ha detto “questa non l’hai indovinata!” alla fine ha dovuto ammettere che e stata proprio la carta vincente.

Buon Appetito!

Annunci

8 pensieri su “Dentice parte seconda

  1. Buonissima!!! Mi piace anche l’immagine!!
    A me non piace il pesce con le lische, però uso il merluzzo congelato (a tocchetti, quindi senza lisca) per questo tipo di pasta, schiacciandolo e facendolo a pezzettini piccoli piccoli. A volte se mi rimane anche un pezzettino di spada, metto anche quello.
    Argomento formaggio: Perchè no????
    L’unica pizza che prendo sempre è quella ai frutti di mare, e qui da noi è sempre con la mozzarella!!!
    Brava!! Copio la ricetta!
    Un abbraccio!

    Mi piace

    • Simona carissima, hai perfettamente ragione l’impegno sarebbe stato quello di svuotare questo benedetto congelatore,purtroppo la mia compulsione me lo impedisce! Continuo ad acquistare…..ed il fondo non lo vedo mai!
      Un vero pozzo di S.Patrizio insomma
      Ahahahahah ciao buona giornata

      Mi piace

  2. direi eccezionale, carissima Tiziana!
    e visto che hai parlato di prepararla prossimamente con frutti di mare appena aperti……ti consiglio insalata di riso o di farro con frutti di mare, fatti aprire a parte, gamberi appena scottati in padella, calamaretti, anch’essi appena scottati. Condisco poi con un’ emulsione di liquido delle vongole, olio, prezzemolo, un po’ di succo di limone e di peperoncino : se le vongole sono saporite ed il loro liquido pure, non aggiungo sale. Noi ne andiamo pazzi!
    un grande abbraccio
    Emanuela

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...