Lo sapevate che…. storia delle polpette

image

Pare che le polpette non siano certo un’ invenzione moderna ma che risalgano all’età della pietra. I cavernicoli, nostri progenitori, erano soliti rendere morbide e commestibili le carni della selvaggina triturandole finemente con sassi appuntiti. Anche gli antichi romani ed i greci gustavano polpettine di carne servite su foglie di vite da gustare come intermezzo: un antesignano stuzzichino insomma.

Il vero scopritore della polpetta così come la intendiamo noi oggi fu un medico italiano che riuscì a trovare il rimedio per nutrire le truppe di Gengis Kan le quali, lanciate alla conquista di un immenso impero, erano forti ed imbattibili sul campo di battaglia ma vulnerabili poiché, dovendo attraversare il deserto infuocato, non sapevano come conservare il cibo.

image

L’idea fu geniale: fece sminuzzare grandi pezzi di carne, li fece seccare e li mischiò al sale fino in questo modo assicuro’ la conservazione ed inventò le “razioni di emergenza”, infatti bastavano poche gocce d’acqua perché la carne rinvenisse e diventasse gustosa e saporita.

Avrete sicuramente capito che sono una appassionata di polpette, mi piacciono in tutti i modi e con ogni ingrediente, oggi vi presenterò le mie polpettine estive che servite con un’ insalatina mista saranno la gioia di tutti i commensali.

POLPETTE AI PEPERONI

  • 500 gr di carne di manzo macinata
  • 3 peperoni
  • 100 gr di mollica di pane raffermo
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 mozzarella
  • basilico
  • prezzemolo
  • una manciata di capperi dissalati
  • Sale e pepe
  • fette di pane casereccio tostato

ESECUZIONE

Strizzate il pane precedentemente bagnato nel latte ed unite la mollica alla carne trita.

image

Tritate la mozzarella ed unitela alla carne.

image

Aggiungete le uova, il parmigiano, il prezzemolo, il basilico ed i capperi tritati.

image

Amalgamate molto bene il tutto è formate delle polpettine ovali.

image

Arrostite i peperoni, privateli della pelle e tagliateli a fette.

image

Avvolgete ogni polpetta in una fetta di peperone ed allineatele in un solo strato in una teglia ben unta d’olio. Cospargete con pane grattugiato, irrorate ancora con olio e mettete in forno a 180* per circa 50 minuti. Quando saranno cotti, servitele con un’insalata mista adagiandoli sulle fette di pane tostato precedentemente irrorate con il sughettino di cottura.

Buon Appetito

Annunci

6 pensieri su “Lo sapevate che…. storia delle polpette

  1. dopo aver passato anni a rispondere alla domanda degli amici dei miei figli…..” ci inviti a cena e ci fai le polpette” ( che altro non erano che polpette di carne, classiche e tradizionali, cotte in sugo di pomodoro!)…ora mi sono buttata sulle polpette di verdure o legumi: ottime di melanzane, oppure di zucchini o di lenticchie!
    ……..cosa non si fa per far mangiare il nipotino!
    un abbraccio
    Emanuela

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...