Ed arrivò una diavoleria: la pentola a pressione

image

Ricordo ancora nitidamente quando in casa arrivò la pentola a pressione. Parliamo dei primissimi anni ’60, i miei genitori erano stati, come tutti gli anni,  alla fiera campionaria di Milano ed erano tornati con questa pentola “meravigliosa”. L’unico problema però fu che non era mia madre a doverla utilizzare ma la mitica Pina, la cuoca di casa che si rifiutava di usare le pentole in acciaio, figuriamoci una diavoleria come la pentola a pressione.

Dopo mille lusinghe e minacce riuscirono a far accettare l’uso della pentola alla povera Pina ma solo ad una condizione: la si doveva autorizzare a mettere in atto un protocollo tutto suo per l’uso di questa malefica novità. Si cominciava così: chiunque fosse in cucina all’ inizio del sibilo, doveva uscire dalla stanza e chiudersi nella propria camera perché “non si sa mai dove può arrivare tutto questo vapore”. Secondo passaggio ineluttabile era: da parte di Pina, prendere la pentola con un coraggio difronte al quale Napoleone sarebbe arrossito e  portarla sul terrazzo con il grido di battaglia: “aatttteeennnzionneee”…..Più veloce della luce, aprire la valvola di sfiato, chiudersi in cucina e rimanere lì, tappata sino alla fine del sibilo.

Io che avevo all’ incirca 3 o 4 anni, ero terrorizzata che succedessero tutte le catastrofi che la Pina era certa sarebbero successe, allora, in combutta con la nonna che era in casa ed in cuor suo anche lei  non vedeva di buon occhio la nuova arrivata, si decise di rinchiudere la “cosa” in fondo ad un pensile di cucina per non usarla mai più.

Oggi  faccio spesso uso della pentola a pressione per questioni pratiche ma non dimentico mai di fare il solito urletto :aaatttteeennnzionnee  e strizzare l’ occhio con infinita tenerezza alla nonna e alla Pina, le figure più importanti della mia infanzia.

CONIGLIO IN PENTOLA A PRESSIONE

  • 1 coniglio a pezzi
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 bicchierino di cognac
  • 1 scalogno
  • 1 manciata di capperi dissalati
  • 2 spicchi d’ aglio
  • 4 pomodori secchi
  • 50 gr di mandorle spellate
  • prezzemolo tritato
  • olio evo
  • 2 bicchieri di brodo
  • sale, pepe

ESECUZIONE

Nella pentola a pressione aperta, rosolate il coniglio con il vino ed il cognac.

image

Facendo andare a fiamma vivace sino a quando  la carne avrà una colorazione ambrata.

image

Tritate tutti gli ingredienti.imageMetteteli nella pentola.image

Aggiungete il brodo (o acqua bollente con un po’ di dado), salate e pepate quindi chiudete la pentola e fate cuocere dal sibilo per 15 minuti.

image

Passato questo tempo fate sfiatare la pentola, apritela e, se il sughettino risultasse troppo liquido, fatelo restringere 10 minuti a pentola aperta.

image

Irrorate il coniglio con un filo d’ olio evo e servite accompagnato con crostoni di pane. È un piatto semplicissimo e molto gustoso. L’uso della pentola a pressione permette di non utilizzare grassi, quindi il piatto risulta essere anche dietetico.

Buon Appetito!

Annunci

7 pensieri su “Ed arrivò una diavoleria: la pentola a pressione

  1. Le pentole a pressione di adesso sono piuttosto sicure ma ho sempre sentito che “a una vicina è scoppiata e hanno dovuto ritinteggiare tutta la cucina”. Col passare del tempo si sono perse le tracce di questa vicina mitologica ma certo la sicurezza è notevolmente migliorata.
    Ti do anche un consiglio: per evitare di far sfiatare la pentola (ci mette un pò), basta metterla sotto l’acqua fredda fino a quando la valvola di sicurezza non va giù, a quel punto si può aprire in sicurezza.
    Con questo metodo si risparmia tempo e vapore..
    🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...