Ricomincio da qui, ma cambio metodo

imageÈ inutile insistere. Voglio essere moderna ed utilizzare la tecnologia di ultima generazione ma purtroppo tutto ciò non è esattamente nelle mie corde. Mi trovo a fissare lo schermo dell’Ipad con occhio assente aspettando che qualche misterioso alieno si impossessi dei miei pensieri. La soluzione per questo incubo è lì a portata di mano, sulla mia scrivania. Si tratta del vecchio blocco dove annoto ogni pensiero, impegno e le immancabili ricette che invento o ascolto e rubo in qualsiasi luogo. Allora ecco il compromesso: da vecchia signora quale sono, scriverò, con i romantici tempi della scrittura manuale, le mie ricette e con la mia limitata capacità tecnologica, le trascriverò sul blog.

Bando alle ciance. Dopo tanto tempo che non pubblico, devo rimettermi in pari, sia pubblicando le mie ricette che riprendendo le visite ai vostri interessantissimi blog. Inizio subito con un piatto che in casa mia è molto apprezzato anche in  versione per celiaci che ho realizzato semplicemente usando la birra senza glutine.

image

FUSI Di POLLO ALLA BIRRA

  • 8 fusi di pollo
  • 1 birra chiara da 33 cl
  • 2 foglie di alloro
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 30 gr di burro
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • sale, pepe

ESECUZIONE

Eliminate la pelle dai fusi e fateli ben rosolare nell’olio e nel burro dopo averli salati e pepati. image

Unite in padella l’aglio, il rosmarino e l’alloro fate ancora insaporire il pollo. Bagnate prima con parte della birra e girate il pollo in modo che si insaporisca, rosolando da ogni lato, quindi coprite con la restante birra i fusi e fate cuocere per 30 minuti a tegame coperto ed a fuoco basso.

image

Se preferite un intingolo più denso, preparate un roux con burro e fecola ( o farina se non avete problemi di celiachia) ed aggiungetelo al sughettino.

image

Se invece volete dare un tocco personale al vostro piatto, dopo averle salate e pepate, spalmate con senape le cosce di pollo quindi avvolgetelo in fettine sottili di speck e procedete alla cottura come per la ricetta base.

Trovo che il contorno ideale per questo piatto semplice e sfizioso, oltre al purè di patate soffice e burroso che non tradisce mai, sia un’insalata di campo arricchita con semi di zucca tostati e noci, questa intrigante nota croccante unità al leggero gusto amaro dell’insalata di campo, renderà sicuramente il piatto indimenticabile.

Buon Appetito!image

Annunci

4 pensieri su “Ricomincio da qui, ma cambio metodo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...