Pasta ripiena, pasta coccolosa

image

Ritengo che la pasta ripiena, soprattutto se fatta in casa, si possa denominare ” pasta famiglia”. Credo che quasi tutti noi abbiamo ricordi con le nostre nonne indaffarate a preparare pentoloni di ripieno per i tortellini o i ravioli da gustare durante i pranzi importanti di famiglia e godiamo ancora oggi di quella meravigliosa sensazione di serenità e gioia semplice ma tangibilmente vera.

Siamo in prossimità del Natale ed anche se i tempi sono quelli che sono, non ci dobbiamo far sopraffare dalle tristezza che per motivi familiari ma anche mondiali, abbiamo nel cuore e la reazione decisa è quella di continuare nel nostra confortante abitudine. Iniziamo quindi con la programmazione del pranzo di Natale.

Quest’anno per la portata di pasta ripiena ho pensato ai quadrotti con porchetta e robiola. Devo ammettere che mi sono venuti in mente per gli avanzi del frigo, però vi garantisco che è stato un esperimento molto riuscito.

QUADROTTI DI ALLA PORCHETTA

Per la sfoglia

  • 400 gr di farina Senatore Cappelli
  • 4 uova
  • 2 cucchiai di olio evo
  • un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 300 gr di porchetta senza la cotenna
  • 100 gr di prosciutto crudo
  • 100 gr di mortadella
  • 1 confezione di robiola piemontese
  • 10 noci sbucciate
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 100 gr di pecorino grattugiato
  • 1 uovo
  • noce moscata
  • sale, pepe

ESECUZIONE

Preparate la sfoglia con gli ingredienti sopra indicata e lasciatela riposare ricoperta con un panno umido per il tempo necessario a preparare il ripieno.

image

Passate al tritacarne le carni con le noci ed il prezzemolo.

image

Mettete il composto in una terrina ed aggiungete la robiola un po’ lavorata con la forchetta per renderla più fluida, il pecorino e l’uovo e se l’impasto dovesse risultare troppo secco,  unite un uovo in più.

image

Aggiustate di sale e pepe e noce moscata. Tirate la sfoglia e iniziate a confezionare i ravioli tagliandoli con la rotella liscia, a circa 5-6 cm di lato.

image

Ho preferito una sfoglia non proprio finissima, perché, secondo me, la forza del ripieno consigliava un po’ più di consistenza nella pasta, ma i puristi del raviolo, possono sempre decidere per una sfoglia molto fine.

imageimage

Ieri, per l’assaggio ufficiale, ho optato per un meraviglioso ragù con carne di maiale : il risultato c’era tutto. Vorrei però  fare un ulteriore prova con il pesto di cavolo nero…vi saprò ridire!

imageimage

 

 

Questo Natale non sarà quello di sempre, perché purtroppo alla nostra tavola ci sarà un importante posto vuoto. Questo piatto l’ho anche preparato pensando a chi non sarà con noi ma ci guarderà dall’alto: da buongustaio quale era, so che avrebbe apprezzato.

CIAO MARCO!image

Annunci

3 pensieri su “Pasta ripiena, pasta coccolosa

  1. Mi sa che è per tutti, arrivano prima o poi questi posti vuoti a tavola, ma bisogna andare avanti anche se con tanta tristezza in fondo al cuore.
    Io adoro la pasta ripiena, questa sembra molto invitante, aspetto però l’altra versione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...