Tocca a lei : la gota !

image

Inizio con una comunicazione di servizio per coloro che con affetto seguono il mio blog: con oggi ho terminato la ” pazza pesca” nel congelatore, così non dovrete più sopportare le mie improbabili ricette fuori stagione…….ma per oggi no, anzi, oggi chiudo in bellezza con una tradizionalissima ricetta della cucina povera toscana, tanto buona quanto dimenticata perché  non faceva fine utilizzarla: la gota o, come viene chiamata nell’aretino, la guanciola di vitello

Ecco la ricetta super classica, desidero però aggiungere una piccola nota : vi consiglio di provare le guance di vitello all’aretina in inverno, con un fumante piatto di polenta perché così avrete modo di gustarne meglio la bontà

GUANCETTE DI VITELLO ALL’ARETINA

  • 2 Guancette di vitello
  • 2 bicchieri di Chianti
  • 1/2 bicchierino di cognac
  • olio evo
  • 50 gr di funghi secchi
  • brodo di carne
  • 3 scalogni
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • rosmarino salvia alloro
  • peperoncino
  • 1 cucchiaino di conserva di pomodoro
  • olive taggiasche ( facoltativo)

ESECUZIONE

Tritate l’aglio,le erbe aromatiche, gli scalogni la cipolla ed il peperoncino in olio evo

image

Tagliate a cubetti la carota ed il sedano ed aggiungeteli al soffritto

image

Mettete i funghi in ammollo in acqua calda ed unite anche loro al soffritto

image

Preparate le gote: tagliatele a grossi pezzi, salateli e massaggiatele con sale aromatico e infarinatele leggermente.

In una padella a parte mettete un po’ di olio evo e fate ben rosolare la carne con un rametto di rosmarino

image

Appena avrà preso colore bagnate con il cognac e fate ben evaporare

image

Mettete la carne nel tegame del soffritto

image

Coprite con il vino ed un mestolo di brodo ed aggiungete anche il concentrato di pomodoro

image

Cuocete così a tegame coperto ed a fiamma bassa per circa 2 ore

Preparate una polenta morbida

image

E servite in tegamini di terracotta irrorando la polenta con il sugo di cottura delle guance

image

10 minuti prima della fine della cottura ho aggiunto una manciata di olive taggiasche che non sono contemplate nella ricetta originale, a noi questa eccezione è piaciuta molto voi potete fare come meglio credete senza intaccare la squisitezza del piatto!

Buon Appetito

Annunci

13 pensieri su “Tocca a lei : la gota !

  1. Buongiorno Tiziana, oggi sarebbe la giornata perfetta per gustarmi questo gustosissimo piatto! Piove a dirotto e siamo in un clima decisamente invernale, considerate le temperature dell’inverno appena trascorso. Gli umidi a me piacciono molto e pur essendo io proprio aretina non conoscevo questo piatto, grazie per avermelo fatto conoscere. Mi appunto la ricetta! 🙂
    Buona giornata …a presto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...