Luna prepotente :torta agli albumi

IMG_5366

Una prepotente super luna !

E’ così che  si è presentata ieri sera la luna all’ora dell’ultima passeggiatina  con Pepper….era così tra un ti vedo e non ti vedo ma con una forza tale che quasi intimoriva a guardarla !

IMG_5438

…e questa mattina, invece,  tutto è diventato  semplice e rassicurante perfetta introduzione ad una giornata positiva

IMG_5437

Allora che c’è di meglio se non iniziare la giornata preparando un dolce di quelli di casa, senza pretese particolari ma che hanno come ingrediente essenziale la semplicità dell’amore !

IMG_5515

TORTA SEMPLICE CON GLI ALBUMI

  • 150 gr di farina tipo 1
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 200 gr di zucchero
  • 200 gr di albumi ( circa 5 di uova grandi)
  • 125 gr di olio di semi di girasole
  • qualche goccia di essenza di vaniglia
  • 1 bustina di lievito per dolci

ESECUZIONE

Per prima cosa montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale ed accendete il forno a 170°

IMG_5509

Lavorate con la planetaria le farine con lo zucchero , l’olio, la vaniglia ed il lievito

IMG_5508

sino ad ottenere un impasto molto sodo e colloso

IMG_5511

Unite gli albumi montati mescolando delicatamente dal basso verso l’alto

IMG_5512

Spalmate con un pennellino la teglia con lo staccante ( furbata che ho imparato dalla mitica Natalia Catelani del bellissimo blog tempo di cottura :50 gr di burro-50 gr di farina-70 gr di olio di semi impastare tutto insieme e conservare in frigo)

IMG_5510

e versate l’impasto in teglia

IMG_5514

Cuocete nel forno caldo a 170° per circa 40 minuti ( questo è il tempo del mio forno, voi controllate il vostro, per alcuni bastano 35 minuti)IMG_5516

Prima di servire cospargete con zucchero a velo…una coccola in più che ci sta sempre bene

Buon Appetito

Annunci

Cucina da streghe ovvero torta rustica di mele e noci

IMG_4272

Halloween è una festa che, culturalmente, non mi appartiene, ma, avendo in casa una nipotina, non posso fare a meno di festeggiarla almeno in cucina.

IMG_4264

Sempre per non mancare ai doveri di nonna, ho accompagnato Agata ad una gara culinaria per bambini “Master chef junior” de noaltri per festeggiare adeguatamente proprio Halloween

IMG_4266

L’impegno profuso dai bambini è stato davvero notevole considerando anche che, per preparare e presentare i piatti avevano solo 5 minuti a portata

IMG_4273

Viene da se che oltre al bloody mary, al tramezzino del drago ed altri cibi simili, non poteva mancare il dolce pannoso a forma e colore di zucca, per il qualeAgata ha avuto il  riconoscimento da parte della giuria ( ogni bambino ha avuto il suo riconoscimento come deve giustamente essere in questi casi)

Tornando a casa l’idea sarebbe stata  quella di fare un dolce per la famiglia che ricordasse quello preparato da lei al Master Chef, ma dopo alcune prove non molto soddisfacenti abbiamo optato per una più confortante torta rustica alle mele e noci.

TORTA RUSTICA ALLE MELE E NOCI

  • 3 mele
  • 8 noci
  • 200 gr di farina macinata a pietra 2
  • 100 gr di farina di noci
  • 3 uova
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 50 gr di burro
  • 1\2 bicchiere di latte intero
  • 1 bustina di lievito per dolci

per le mele

  • 1 bicchierino di rum fantasia
  • 1 limone non trattato (succo e buccia grattugiata)
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • un po’di zenzero grattugiato

ESECUZIONE

Sbucciate e tagliate a pezzettini le mele; sgusciate le noci e tagliatele a pezzetti; mettete le mele e le noci in una terrina, grattugiate la buccia del limone e lo zenzero grattugiati, unite lo zucchero, il succo del limone ed il rum ( o un liquore a piacere) mischiate bene e lasciate macerare per almeno 1\2 ora

IMG_5182

Montate i tuorli delle uova con lo zucchero sino ad ottenere un composto bianco e ben areato

IMG_5183

Mischiate le farine ed il lievito

IMG_5184

ed unite al composto di zucchero e uova incorporando molto bene

IMG_5185

Imburrate ed infarinate uno stampo da ciambella ed accendete il forno a 200° per poi abbassarlo a 180° quando infornerete

IMG_5186

Aggiungete il latte per rendere fluido il composto, il burro molto ammorbidito ed unite le mele e le noci con tutto il succo ottenuto

IMG_5187

Montate a neve gli albumi ed uniteli al composto per la torta

IMG_5188

Mettete nello stampo

IMG_5189

ed infornate a 180° per circa 40 minuti ( a forno ventilato se usate lo statico, ci vorranno 50 minuti)

IMG_5191

fate la prova stecchino e se tutto è ok, sfornate e cospargete la superficie con zucchero a velo

IMG_5192

Buon Halloween a tutti e Buon Appetito

 

E’ arrivata la tribù

image

Siamo in piena estate, tutti hanno bisogno di mare, e allora tutti al mare da mamma!

image

In questi casi, quando la casa è super affollata, il primo comandamento é non accendere MAI il forno, perché, ovviamente,  si desidera solo un po’ di fresco.

image

Allora se proprio siamo obbligati ad usare il forno abbiamo pensato di  mettere un fornetto in giardino per ovviare a questo enorme problema. Capita però che il suddetto fornetto non sia adatto alla cottura perfetta dei dolci lievitati e la deliziosa “torta soffice alle pesche”

image

diventi un succoso ” pasticcio alle pesche caramellato”da servire ancora tiepido con un buon gelato alla vaniglia.

image

 

PASTICCIO DI PESCHE CARAMELLATO

per la torta

  • 2 uova
  • 200 gr di zucchero
  • 215 gr di farina
  • 1\2 bustina di lievito per dolci
  • 125 gr di olio di semi di arachide
  • 1 pesca
  • 1 limone ( buccia e succo)

per il caramello

  • 1\2 bicchierino di liquore alla pesca
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • il succo di 1 limone

ESECUZIONE

Montate le uova con lo zucchero, con le fruste elettriche, sino ad ottenere un composto bianco e spumoso.

Setacciate la farina con il lievito, aggiungete la buccia grattugiata del limone e aggiungeteli al composto di uova

unite a filo l’olio, mentre impastate, sino ad ottenere un composto molto areato.

Tagliate le pesche a pezzetti ed unitele al composto quindi infornate e mettetelo  in una teglia imburrata e cuocete per circa 45 minuti a 180°

Quando la torta sarà cotta (spero meglio della mia) irroratela completamente con lo sciroppo fatto con gli ingredienti indicati

image

servite il pasticcio con un buon gelato alla vaniglia!!

Buon Appetito

Roba da nonne…Titti naturalmente

IMG_3221

Per tutti i fine settimana di giugno, dal giovedì alla domenica, a Quercegrossa, la località dove abitiamo a 6 km da Siena tra la meraviglia e la pace del Chianti senese, si svolge la “FESTA DELLO SPORT” bellissima manifestazione che coinvolge tutti i volenterosi e che , data l’ottima cucina che si può gustare, è un attesissimo appuntamento per tutti gli abitanti della zona.

IMG_3223

Al servizio ai tavoli vengono impegnati anche i bambini, e quest’anno, anche se non ancora in età adatta, con una deroga speciale, ha potuto partecipare anche Agata …con sua immensa gioia!

IMG_4462

Si sentiva così felice ed importante per la fiducia accordatale, che si è subito proposta anche per i prossimi fine settimana. La regola, in questo tipo di manifestazioni, dice che “il bancone dei dolci” debba essere allestito dagli abitanti, che, a titolo gratuito, preparano un dolce casalingo che poi sarà venduto ed il ricavato andrà per organizzare eventi per i ragazzi ed i bambini durante l’inverno.

La mia dolce nipotina ha subito risolto il problema: quando le hanno chiesto che dolce avesse intenzione di portare, non ci ha pensato su troppe volte : “ma queste sono cose da nonne…Titti naturalmente!!”

Allora nonna Titti si è data subito da fare ed ho trovato  girovagando per l’web, una fantastica e semplicissima ricetta per una torta di mele ( un dolce secco mi sembrava più adatto con il caldo di questi giorni) che  con qualche ritocchino personale qua e là, ho chiamato :

LA TORTA DI NONNA TITTI

  • 4 mele golden
  • 1\2 bicchiere di olio di semi di arachide
  • 1\2 bicchiere di latte di mandorle ( oppure latte intero)
  • 1 bicchiere di zucchero di canna + 1 cucchiaio
  • 2 uova
  • 2 + 1\2  bicchieri di farina 1
  • 1 limone non trattato
  • 1\2 bicchiere di liquore alla banana ( oppure limoncello)
  • 1 bustina di lievito

ESECUZIONE

Sbucciate 3 delle 4 mele e tagliatele a tocchetti piuttosto piccoli e metteteli a macerare nel liquore alla banana con il cucchiaio di zucchero, il succo del limone e la buccia dello stesso grattugiata

IMG_4448

mischiate bene e lasciate riposare per circa 15 minuti

IMG_4449

Nel frattempo accendete il forno ed iniziate la preparazione della torta vera e propria; in una terrina mettete le uova, l’olio ed il latte di mandorle unite quindi lo zucchero e, con l’aiuto di un cucchiaio di legno, mischiate un pochino

IMG_4451

Aggiungete la farina ed il lievito

IMG_4452

e, sempre aiutandovi con il cucchiaio di legno, mischiate sino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi

IMG_4453

A questo punto mettete le mele con il liquido di macerazione insieme al composto per la torta

IMG_4454

foderate uno stampo da ciambella con la carta forno ( oppure imburratelo) e mettetevi la torta

IMG_4455

Sbucciate la mela rimasta e tagliatela a fettine sottili che metterete a raggiera sopra l’impasto

IMG_4456

Infornate in forno già caldo a 180* per 45 minuti ( io ho il forno in giardino in questa stagione…lo consiglio a tutti !)

IMG_4457

Trascorso questo tempo, sfornate la torta

IMG_4459

Lasciate intiepidire e cospargete di zucchero a velo prima di servire

IMG_4460

Questa torta è ottima servita tiepida con una pallina di gelato alla banana… magari fatto in casa !

Buon Appetito

Cake a l’orange

 

img_2316

I dolci alla frutta sono sicuramente la mia passione, quelli con la frutta invernale sono per me il top

L’istruttrice della piscina mi ha dato questa ricetta golosa ed io, sebbene dopo averla un po’ elaborata  a modo mio, l’ ho subito girata a voi perché con i suoi intensi profumi, potrebbe anche far parte dei buffet delle feste imminenti

CAKE A L’ ORANGE

  • 200 gr di farina 0
  • 100 gr di farina gialla fioretto macinata finissima
  • 50 gr di farina di mandorle (o nocciola)
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 125 gr di burro
  • 2 uova
  • 2 arance
  • la buccia di un limone
  • 1 bustina di lievito per dolci

per la decorazione

  • 2 arance spellate a vivo
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • un pizzico di cannella
  • un pizzico di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaio di rum da pasticceria

ESECUZIONE

Per prima cosa preparate le arance per la decorazione : sbucciate le arance a vivo recuperando la buccia senza la parte bianca

img_2301

sbucciatele a vivo

img_2304

tagliatele a fettine abbastanza spesseimg_2305

Quindi mettete in un padellino lo zucchero,  il rum, lo zenzero e la cannella e fate caramellare

img_2306

Mettete le fettine di arancia

img_2307Foderata lo stampo con un foglio di carta forno bagnato e ben strizzato e posizionate le fettine caramellateimg_2309aggiungete anche lo sciroppo ottenutoimg_2310Nel frattempo accendete il forno a 180 e iniziate a frantumare le bucce dell’arancia e del limone con lo zucchero di canna img_2303aggiungete tutti gli altri ingredienti : il burro, le farine setacciate insieme con il lievito img_2308Le uova ed il succo delle arance, montate bene con il robot img_2311e versate il composto ottenuto nella tortiera dove avrete posizionato le arance; infornate a 180*per 40 minuti img_2314trascorso questo tempo sformate la torta capovolgendola e, se volete, cospargete abbondantemente con zucchero a velo img_2315Se poi vi va di strafare, fate uno sciroppo con succo di arancia e zucchero, quando inizierà a sobbollire levatelo dal fuoco ed inzuppate la torta; appena sarà intiepidita, servitela con ciuffi di panna montata, mi ringrazierete !

Buon Appetito

Quando il ciambellone è un dono d’amicizia

image

Penso che tutti voi abbiate avuto come regalo da un’amica il bicchierino con una piccola parte di impasto del ciambellone dell’amicizia

image

A me ha sempre fatto molto piacere riceverlo perché ho immaginato che chi ha pensato di regalarlo a me mi considerasse davvero un’amica

image

Sotto il nome ” torta dell’amicizia ” mi sono capitati parecchi impasti tutti molto buoni, ma questo che mi ha dato la mia amica Giuliana, l’ho trovato davvero ottimo e, dopo la prima volta nella quale ho seguito in modo super preciso le istruzioni del foglietto di accompagnamento, ho provato a rifarlo e devo dire che il risultato è stato comunque ottimo, magari senza benedizione, ma con una strizzata d’occhio da parte di San Pio, sicuramente sì.

TORTA DELL’AMICIZIA DI P. PIO

Usate come unità di misura un bicchiere di carta

  • 4 bicchieri di farina
  • 3 bicchieri di zucchero
  • 2 bicchieri di latte
  • 1 bicchiere di olio di semi
  • 2  uova intere
  • 1 hg di noci sgusciate e tritate
  • 1 mela
  • 1 pera
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • la buccia grattugiata di un’arancia e di un limone
  • un pizzico di sale

ESECUZIONE

Mettete nel bicchiere del mixer la farina, lo zucchero, il latte, le uova, l’ olio,  la buccia grattugiata degli agrumi, la vanillina, il lievito ed il sale ed amalgamate molto bene il tutto.

img_0544

Tagliate a pezzi molto piccoli la mela e la pera e tritate le noci

img_0862

Mettete questi 2 ingredienti nel composto preparato con il mixer

img_0315

E versate tutto in una teglia da ciambellone a cerniera ben imburrata ed infarinata

img_0863

Infornate in forno caldo a 180* per circa 40 minuti

img_0865

Servite tiepida o fredda dopo avercosparso il dolce con zucchero a velo

Potete sostituire la mela e la pera con qualsiasi frutta (io l’ho fatta con pesche e susine) perché il risultato sarà comunque soddisfacente, quella che a noi è piaciuta di più è con more e lamponi

Se volete farla nel modo suggerito dalla ricetta originale, ho pubblicato la foto all’inizio del post

Con tutto la mia amicizia  auguro a tutti…

Buon Appetito

 

 

 

 

 

 

Melon cake gli ultimi sapori d’estate

image

L’estate, oltre a donarci dei meravigliosi tramonti, ci gratifica con frutta saporita e succosa e da quando abbiamo l’estrattore devo dire che apprezziamo ancora più di prima i suoi fantastici nettari

image

Pero’ non tollero il fatto di dover sprecare tanta buona polpa ed allora cerco di pensare a ricette adatte per utilizzarla.

Oggi, avendo a disposizione la polpa di un dolcissimo melone, ho pensato ad una sorta di plum-cake al melone appunto,  buono e salutare per la colazione del mattino

MELON-CAKE

  • 200 gr di polpa di melone
  • 2 uova
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 200 gr di farina 0
  • 1 limone ( succo e buccia grattugiata)
  • 100 ml di olio di semi di arachidi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 bicchiere di latte
  • zucchero a velo

ESECUZIONE

Montate le uova con lo zucchero sino ad ottenere un composto bianco e spumoso

image

A  parte, aggiungete la buccia ed il succo del limone alla polpa del melone e frullate il tutto nel robot da cucina

image

Unite il composto di frutta alle uova battute con lo zucchero, aggiungete tutti gli altri ingredienti compresa la bustina di lievito per dolci sciolta in mezzo bicchiere di latte a temperatura ambiente

image

Amalgamate bene e foderate uno stampo da plum- cake, quindi versatevi il composto

image

e cuocete  in forno caldo a 180* per 50 minuti

image

Trascorso questo tempo lasciate ancora nel forno spento per 15 minuti e, appena sarà intiepidito, ricoprite con zucchero a velo

image

Servite con estratto di succo di melone fresco

image

Buon Appetito

 

Torta sprint

image

Capita a tutti, di dover fare in meno di pochissimo tempo tantissime cose

image

Una di queste cose è preparare una merenda sana e golosa che possa piacere alla nipotina che, di lì a poco, tornerà da scuola

image

Allora cercando tra la miriade di fogliettini  e quadernetti che custodisco con cura ed attenzione, capita di imbattersi nella squisita ” torta Gabry” dal nome dell’amica che, più di 30 anni fa, mi regalò la ricetta

image

Non è altro che un semplicissimo ciambellone allo yogurt che, in casa nostra, ha sempre un gran successo!!

image

TORTA GABRY

  • 1 vasetto di yogurt alla banana ( o qualsiasi gusto voi preferiate)
  • 2 vasetti  di zucchero
  • 3 vasetti e 1/2 di farina
  • 1 vasetto di olio di semi di arachidi
  • 3 uova
  • la buccia di un limone grattugiata
  • 1 bustina di lievito per dolci

ESECUZIONE

Mettete tutti gli ingredienti in una capiente terrina usando C ome unità di misura il vasetto dello yogurt

image

Amalgamate bene con le fruste elettriche sino ad ottenere un composto ben omogeneo

image

Preparate la teglia imburrandola ed infarinandola ed accendete il forno in modalità statica a 170*-180*

image

Mettete il composto nella teglia ed infornate

image

Fate cuocere a 180* per circa 35-40 minuti

image

Spolverate con zucchero a velo

image

Servite dopo aver fatto raffreddare

image

P.S.

Le bellissime signorine delle prime foto che timidamente mostrano la loro bellezza tra le possenti foglie, sono le mie adorate orchidee che, con il clima loro congeniale di Albenga, nascono rigogliose nel mio giardino……….e si, le adoro!!!!!!

Buon appetito

Scuola Artusi: garanzia di bontà

imageTante volte abbiamo proprio la necessità di coccole, se poi, a farci queste coccole è un dolce interpretato con una magistrale ricetta dell’Artusi, le coccole diventano confortanti abbracci!!!

image

Questa mielose introduzione serve solo per parlarvi di un dolce tipico della tradizione toscana davvero buono ed adatto ad ogni momento della giornata.

image

Si tratta della “mantovana” che, a dispetto del nome,  ha ben poco a che fare con la città lombarda ma nasce a Prato molti anni fa ad opera del forno Mattei, produttore dei migliori biscottini di Prato in circolazione ( libera interpretazione dell’autore!!)

image

Si narra che 2 suore lombarde fecero sosta vicino a Firenze durante il loro percorso per raggiungere Roma nell’anno del giubileo del 1875 ; ad ospitarle fu proprio Antonio Mattei e, al momento di ripartire, non avendo denaro, decisero di contraccambiare la gentilezza avuta con la ricetta di una torta che riscuoteva un grande successo nel loro convento a Mantova!

image

……e grazie a Dio(!!!!!!) questa squisitezza è giunta sino a noi!

image

Vi trascrivo fedelmente le dosi e l’esecuzione tratte dal libro di Pellegrino Artusi “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene “perché si tratta anche di una dotta e piacevole lettura

image

Faccio solo una piccola nota: io avevo una teglia di 26 cm di diametro, per questo motivo ho aumentato le dosi:

TORTA MANTOVANA DI NONNATITTI

  • 250 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 220 gr di burro
  • 100 gr tra mandorle e pinoli
  • 4 tuorli + 2 uova intere
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 1/2 bustina di lievito per dolci

ESECUZIONE ( by NONNATITTI)

Tagliuzzate grossolanamente le mandorle spellate ed i pinoli

image

Lavorate con le fruste elettriche abbondantemente il burro ,precedentemente lavorato da solo con una forchetta per ammorbidirlo, con lo zucchero sino ad ottenere un composto soffice e spumoso

image

Setacciate la farina con il lievito

image

Unite al composto di burro e zucchero le uova ed i tuorli, aggiungendoli uno per volta non mettendone uno se l’altro non è stato ben inglobato e lavorate sino ad ottenere un composto perfetto

image

Aggiungete la farina che avete setacciato in precedenza con il lievito e la buccia grattugiata del limone; lavorate, così otterrete un composto piuttosto sodo!

image

Mettete metà’ delle mandorle e dei pinoli nel l’impasto, imburrate ed infarinate una teglia non molto alta e con 24/26 cm di diametro , distribuite il composto nella teglia , livellatelo bene e cospargete la superficie con la restante frutta secca.

Mettete in forno a 160* per circa 45 minuti

image

Fate intiepidire e cospargete con abbondante zucchero a velo

image

Signori………ricetta Artusi!

image

577 Torta mantovana

  • Farina, grammi 170.
  • zucchero, grammi 170.
  • Burro, grammi 150.
  • Mandorla dolcì e pinoli gr 50
  • uova intere n. 1
  • Rossi d’uovo n. 4
  • Odore di scorza di limone

Si lavorano prima per bene col mestolo entro una catinella, le uova collo zucchero ; poi si versa a poco per volta, la farina, lavorandola ancora, e, per ultimo, il burro liquefatto a bagno maria.

Si mette il composto in una teglia di rame unta col burro e spolverizzata di zucchero a velo e farina o di pangrattato e si rifiorisce al disopra con le mandorle ed i pinoli

I pinoli tagliateli in due pel traverso e le mandorle, dopo averle sbucciate coll’acqua calda e spaccate per il lungo , tagliatele di traverso, facendone d’ogni metà quattro o cinque pezzetti.

Badate che questa torta non riesca più grossa di un dito e mezzo o due al più onde abbia modo di rasciugarsi bene nel forno che va tenuto a moderato calore.

Spolverizzatela di zucchero a velo e servitela diaccia che sarà molto gradita.

Buon Appetito…….da me e da Pellegrino!

image