Macedonia sfiziosa

IMG_4231

Avete mai pensato da dove deriva il nome “macedonia” ?

Anche in questo caso probabilmente dobbiamo ricorrere ai francesi, infatti la parola francese “macédoine”significa miscuglio di cose diverse.

Ciò che vi propongo oggi è un bel miscuglio di verdure diverse che ha i gusti ed i colori della Primavera che stiamo vivendo

Ho abbinato questa fresca delizia stagionale a sfiziosi filetti di pollo impanati con  grana grattugiato che molto assomigliano alle prestigiose cotolette alla bolognese

FILETTI DI POLLO AL GRANA CON MACEDONIA DI VERDURE IN AGRODOLCE

per i filetti di pollo

  • 4 filetti di pollo
  • 50 gr di grana grattugiato
  • pane grattugiato
  • 1 uovo
  • sale pepe
  • olio di semi di arachide

per la macedonia di verdure

  • 1 cipolla fresca di Tropea
  • 1 carota
  • 1 peperone
  • 2 zucchine
  • 2 coste di sedano
  • 1 tazza di piselli sgusciati
  • 1 tazza di fave sgusciate e spellate
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo
  • sale pepe
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1\2 bicchiere di aceto bianco

ESECUZIONE

Iniziamo con i filetti di pollo: battete leggermente il pollo e impanatelo con il grana grattugiato

IMG_4225

Battete l’uovo con un po’ di sale e pepe e mettetevi le fettine di pollo

IMG_4226

lasciatele a macerare nell’uovo per qualche tempo

IMG_4227

quindi impanatele normalmente.

IMG_4228

Mentre le fettine di pollo sono a macerare nell’uovo, tagliate a dadini le verdure e mettete in padella con l’olio tutto a freddo

IMG_4223

Iniziate con la cipolla e le zucchine

IMG_4224

e proseguite con tutte le altre verdura avendo cura di schiacciare lo spicchio d’aglio, salate e pepate ( se non gradite il gusto dell’aglio potete lasciarlo intero e toglierlo a fine cottura)

IMG_4229

Mettete il coperchio e cuocete a calore moderato per circa 20 minuti a fiamma medio bassa. Trascorso questo tempo aggiungete lo zucchero e sfumate con l’aceto.

Mentre l’aceto sfuma, friggete i filetti  nell’olio di arachide e servite ben caldo

Buon Appetito

IMG_4230

Cronaca di una serata tra amici

imageSemplice, unica, irripetibile di concreta amicizia!

image

Definirei così la serata trascorsa nella  casa di campagna di Pino e Giovanna con un gruppo di amici veri che onorano nel senso reale la parola amicizia !

image

Giuliana, Sonia, Pino ed io abbiamo pensato al buffet e considerati gli avanzi, credo che ciò che abbiamo proposto sia stato molto gradito!!!

image

Giuliana ha preparato una zuppa di pane alla senese e crostini neri  che  giudicare superlativi  pare riduttivo, Sonia ha pensato ad un mix di verdure di stagione davvero eccellente, Pino poi, ci ha gradevolmente stupito con le crostate fatte con marmellate confezionate da lui stesso che nonostante il ” pieno ” fatto in precedenza, sono state ” spolverate ” dai commensali in un batter d’occhio.

image

Per quel che mi riguarda ho cercato di fare del mio meglio con un’ insalata di pasta semplicissima, una macedonia e la torta mantovana della quale giorni fa vi ho dato la ricetta.

image

Ho anche preparato un cous cous di verdure ( sarà la ricetta di oggi) che se avessi calibrato un po’ di più la quantità di peperoncino, sarebbe stato davvero eccezionale……….scusate la modestia!

image

COUS-COUS DI VERDURE

  • 1 confezione di cous-cous precotto piccante
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 carota media
  • 2 zucchine
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • 1 melanzana
  • 8 pomodorini piccadilly
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 confezione di ceci precotti
  • olio
  • sale
  • basilico

ESCUZIONE

Lavate, asciugate e tagliate a tocchetti piuttosto piccoli la melanzana e ponetela sotto sale nel colapasta per almeno per 20 minuti

image

Preparate il cous-cous secondo le indicazioni della confezione; mettetelo quindi a raffreddare sulla leccarda del forno ricoperta con carta forno e

image sgranatelo con una forchetta.

image

Tritate metà cipolla

image mettetela con l’olio e l’aglio sbucciato nella wok

image( o in una padella capiente) e, se avete deciso per un cous- cous non piccante, aggiungete anche un po’ di peperoncino e fate un po’ stufare

image

Aggiungete la carota tagliata a dadini e fate saltare per pochi minuti

image

Unite i peperoni a listarelle

image

Fate insaporire

image

Quindi le zucchine sempre a dadini

image

Fate insaporire un po’ tutto insieme affinché si fondano bene i vari sapori

image

Ed in fine le melanzane fatte leggermente friggere in precedenza.

image

Saltate le verdure insieme per pochi minuti e, se serve, unite un mestolino di brodo perché completino la cottura

image

 

Quindi unite i pomodorini a dadini e la restante cipolla a fettine sottilissime

image

Aggiungete i ceci e mischiate le verdure al cous- cous decorando il piatto con foglioline di basilico spezzettate

image

Buon Appetito

Rovistando ……

image………tra i miei amati libri di cucina mi è tornato tra le mani un vecchio volumetto che la mia amica del cuore mi regalò a pochi giorni dalle nozze dicendomi:

“un’ insalata non si nega a nessuno, se ti troverai male questo libretto sarà la tua salvezza!!”

image

All’epoca eravamo davvero giovanissime e abbiamo pensato sul serio che un’insalatina sarebbe stata la soluzione per tutti i problemi!

La vita e l’esperienza ci hanno velocemente insegnato che le cose vanno un po’ diversamente ma di certo questo piccolo tascabile, con i suoi suggerimenti, mi ha spesso aiutato a risolvere almeno una cena!

image

Questo è ciò che è successo ieri quando, aprendo il frigo, ho trovato un triste avanzo di pollo arrosto che con l’ausilio del libro delle insalate è diventato una stuzzicante ed appagante cenetta in attesa della partita!!!!

………..che sia davvero il libro delle soluzioni??

image

INSALATA DI POLLO anni ’70

  • 1 petto di pollo già cotto
  • sott’olio vari
  • 2 peperoni friggitelli
  • 1 cipollina di Tropea
  • 2 fette di pecorino semi stagionato
  • semi di girasole tostati per insalate
  • insalata iceberg

ESECUZIONE

Tagliate a filettini il petto del pollo

image

Scolate dal l’olio di conservazione i sott’olio, a meno che non li abbiate preparati voi in casa, in questo caso userete l’olio per condire l’insalata

image

Lavate, pulite e tagliate a rondelle i friggitelli e la cipolla

image

Tagliate l’insalata iceberg a listarelle sottili, il pecorino a dadini e mettete tutti gli ingredienti nell’insalatiera aggiungendo anche i semi.

image

Preparate il condimento emulsionando olio evo, aceto balsamico, sale, pepe ed un cucchiaino di senape dolce, servite con tartine di pane tostato e ………

image

Buon Appetito a tutti, magari guardando le partite degli europei!!!!!

A proposito di riciclo

imageAll’inizio di questa settimana, mio marito con alcuni amici, si è recato a Roma per una rimpatriata lavorativa-culturale-mangereccia che è durata 2 giorni

image

Oltre alle rimembranze dei tempi passati, hanno ovviamente dato molta importanza alla convivialità

image

Erano organizzatissimi:  hanno allestito delle cucine da campo dove alcuni di loro si sono cimentati nell’arte culinaria con ottimi risultati.

image

Si sa però che gli uomini in fatto di quantità  hanno pochi limiti allora al rientro a casa , oltre a una montagna di panni da sistemare, hanno portato anche derrate alimentari per sfamare un intero esercito…….e si trattava solo degli avanzi!!!!!!

image

Sandro è rientrato con una zuppiera strapiena di risotto alla salsiccia che alla prima ho pensato di non utilizzare, ma poi, sentendo quanto fosse piaciuto  a tutti , ho deciso di trasformarlo in  un timballo con verdurine al forno e la scelta si è rivelata davvero azzeccata!

image

TIMBALLO DI RISOTTO CON VERDURINE

per il timballo

  • Risotto avanzato
  • 2 uova
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1 mozzarella
  • 30 gr di burro
  • pane grattugiato

Per le verdure

  • 2 peperoni
  • 4 zucchine
  • 1 melanzana
  • 4 pomodori
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio evo
  • basilico
  • sale, pepe

ESECUZIONE

Prepariamo il timballo mischiando il riso avanzato con le uova, il latte, il parmigiano e amalgamiamo tutto molto bene

image

Imburriamo una teglia a cerniera con il burro quindi passiamo con pane grattugiato e disponiamo metà del composto di riso.

image

Aggiungiamo la mozzarella a fettine sottili oppure grattugiata, e aggiungiamo il rimanente riso.

image

 

terminiamo con fiocchi di burro e mettiamo in forno con il grill sino a quando si sarà formata la crosticina.

Tagliamo le verdure a dadini, mettiamo in una padella che potrà andare in forno lo spicchio d’aglio con l’olio evo

imagequindi aggiungiamo le verdure,

imagefacciamo insaporire per qualche minuto a fiamma alta, sale e pepe

imageQuindi mettiamo in forno per 15 minuti a 200* per finire la cottura.

image

Sformiamo il timballo e serviamo con le verdurine al forno

image

P.S. mi raccomando abbiate cura di imburrare e cospargere  molto bene la teglia con il pangrattato, altrimenti la ciambella non vi riuscirà con il buco……come a me!!!!!

image

Buon Appetito

…è tempo di migrar!

Ma prima di migrar,  ancora una volta vorrei gustare quei preziosi ortaggi che sono le trombette di Albenga alla vera maniera ingauna!image

TRUMBETTE ALL’ AJADDA ( trombette all’ agliata)

  • 3 trombette di media grandezza
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 3 cucchiai di aceto bianco
  • 1 foglia di alloro
  • pepe in grani
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 1 spicchio d’aglio
  • maggiorana q.b.
  • 1 cucchiaio di capperi
  • prezzemolo  q.b.
  • olio evo
  • olio per Friggere
  • sale

ESECUZIONE

Tagliate con la mandolina  le zucchine e friggetele nell’ olio di semi ben caldo.image

Mettetele a scolare bene dall’olio e tenetele da parte.

image

In una padella un po’ alta, mettete con 1 cucchiaio di olio evo a soffriggere leggermente la cipolla tagliata sottile con la foglia d’ alloro ed il pepe in grani un po’ battuti.

image

Appena sarà appassita la cipolla, togliete l’alloro unite i pinoli, il cucchiaio di zucchero e fate leggermente caramellare. Quando inizierà a fare un po’ di schiuma, unire l’aceto e fate insaporire bene. Unite le zucchine ed un trito formato dall’aglio, la maggiorana ed il  prezzemolo,  i capperi interi. Controllate di sale e pepe e fate ben amalgamare i gusti.

image

Mettete in una terrina e lasciate  riposare almeno una notte prima di servire.

Questo è un piatto davvero vecchio che fa parte della antica tradizione contadina albenganese. I nonni  però, non si limitavano ad uno spicchio d’ aglio,  pestavano con il mortaio un’ intera testa d’ aglio pensando in questo modo di salvarsi dai raffreddori, dai vampiri o più semplicemente degli ospiti inattesi ed anche un po’ indesiderati. Il piatto era il classico contorno per le fettine di pollo impanate , che se per caso avanzavano, si conservavano nello stesso contenitore delle zucchine, in carpione insomma e mangiate il giorno dopo a temperatura ambiente, diventavano un’ assoluta specialità!

Si può dire che le trombette con la carne fritta all’agliata siano il piatto più rappresentativo di Albenga!

Buon Appetito

Dentice parte seconda

imageDove c’eravamo lasciati? Già, avevo detto che con la carcassa e gli avanzi del super pesce avrei preparato qualcosa di speciale. Con davvero molto piacere ho notato che parecchi di voi mi hanno dato dei suggerimenti molto interessanti che sicuramente sfrutterò in un’ altra occasione.

Questa volta ho voluto provare una pasta fredda, piatto unico adatto al caldo infernale di questi giorni, che sprigioni al massimo tutti i sapori mediterranei. Avevo in congelatore dell’ ottima pasta fresca pugliese “i maritati” e dall’ incontro con il dentice guardate un po’ che é uscito fuori.

MARITATI AL DENTI..CE

  • 500 gr di pasta fresca tipo maritati
  • polpa di dentice precedentemente cotto
  • 1 spicchio d’ aglio
  • 1/2 peperoncino piccante
  • olio evo
  • pinoli
  • 50 gr di cacioricotta
  • olive taggiasche denocciolate
  • capperi dissalati
  • Basilico
  • 4 pomodori sodi e maturi
  • 1 cipollina di Tropea fresca

ESECUZIONE

Per prima cosa, come mi ha suggerito Emanuela, ho preparato con la carcassa del dentice un fumetto di pesce che ho utilizzato in parte per cuocere la pasta ed in parte l’ho congelato per il prossimo piatto. Come odori ho aggiunto 1 cipolla rossa, un pomodoro, un mazzetto di prezzemolo, uno spicchio d’aglio ed un cucchiaio di cognac piccolo “segreto” che mi confido’ anni fà Jean, chef di un noto ristorante di Cannes.

Ho fatto sobbollire per una mezz’ora il fumetto quindi ho passato con un colino a trama sottile, ho aggiustato di sale (poco, mi raccomando) ed ho gettato la pasta facendo cuocere per pochi minuti trattandosi di pasta fresca. Nel frattempo ho messo in una padella un cucchiaio d’ olio evo, uno spicchio d’ aglio, 1/2 peperoncino ed ho fatto un po’ insaporire.

image

Ho spezzettato la polpa del dentice avanzata e l’ho aggiunta al soffritto facendo andare tutto insieme per pochissimi minuti. In un pentolino ho messo olio evo ed una manciata di pinoli, appena l’olio ha iniziato a prendere calore, ho spento il fuoco ed ho aggiunto abbondanti foglie di basilico.

image

Quando la pasta ha raggiunto il giusto punto di cottura, l’ho scolata e condita con l’olio al basilico e pinoli ed una sostanziosa grattugiata di cacio ricotta.

image

Ho messo la pasta così condita nella padella con il pesce, ho aggiunto tutti gli altri ingredienti: i pomodori a rondelle, le olive, i capperi ed ho condito molto bene.

image

Ho aggiunto altro basilico ed ho terminato il piatto con una dolcissima cipollina di Tropea croccante tagliata a rondelle sottili.

image

Questo piatto è piaciuto molto, credo che lo proporrò anche con frutti di mare appena scottati.

image

Non fatevi spaventare dall’uso del formaggio, proprio mio marito che all’ inizio mi ha detto “questa non l’hai indovinata!” alla fine ha dovuto ammettere che e stata proprio la carta vincente.

Buon Appetito!

Aspettando chi non arriva!

Chi sto aspettando invano , e non solo io , e’ una bella giornata estiva ricca di sole,di mare ,di luce , insomma una di quelle giornate che ti infondono la voglia di fare sin dalle prime luci dell’alba , magari un’ alba sul mare !

Quest’ anno e’ andata così e aspettando giorni migliori,mi dedico alla mia passione anche in vacanza :

La cucina .

Bando alle ciance , oggi vi presento un modo di cucinare le hamburger come faceva la mia zia Piera , un modo semplicissimo , veloce e soprattutto gradito a tutti.

Ho voluto accostare a questo piatto una composta di cipolle ,anch’essa velocissima da fare , che conferisce al piatto una nota di modernità .

HAMBURGHER all’ ITALIANA  con COMPOSTA di CIPOLLE di TROPEA

Hamburg all'italiana con composta di cipolle di Tropea

Hamburg all’italiana con composta di cipolle di Tropea

  • 300 gr di carne di vitello macinata
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 50 gr di pecorino grattugiato
  • 50 gr di mortadella ( facoltativa )
  • 1 uovo
  • prezzemolo qb
  • sale , pepe
  • 1/2 spicchio d’aglio ( facoltativo )
  • olio per friggere

Per la  composta

  • 2 cipolle di Tropea
  • olio evo
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • un pizzico di sale
  • 3 cucchiai di aceto balsamico

ESECUZIONE

In una terrina mettete la carne , la mortadella tritata , i formaggi ,il prezzemolo e l’aglio tritati , l’uovo e condite con il sale ed il pepe .

amalgamate molto bene gli ingredienti con le mani e mettete in frigo a riposare  per almeno un’ ora.

In questo modo gli ingredienti si insaporiranno meglio.

Trascorso questo tempo , formate delle piccole HAMBURGHER  ed impanatele come una normale milanese ,senza aggiungere altro uovo ma solo con il pan grattato .

Hamburg all'italiana

Hamburg all’italiana

Friggetele in olio di semi di arachidi accompagnate con un’ insalata mista con l’ aggiunta di tondini di melone ( per questa operazione potete aiutarvi con uno scavino)

COMPOSTA di CIPOLLE di TROPEA

Per la composta procedete in questo modo:

Pulite le cipolle e tagliatele a fettine molto sottili

Mettetele in una padella con un filo d’ olio e fatele appassire senza assolutamente farle colorare ,se serve,unite un po’ d’ acqua ed una foglia di alloro.

aggiungete lo zucchero e l’ aceto balsamico e tenetele sul fuoco sino a quando ,sempre girando , si formerà una cremina .

Mettete la composta sopra le HAMBURGHER e servite

Hamburg all'italiana

Hamburg all’italiana

Una variante di questo piatto può essere di servire le cipolle anziché in composta ,fritte ad anelli in tempura ,

e’ ottima anche così ,ma il piatto così composto e’ più adatto ai periodi freddi.

Un altro accompagnamento ideale e ‘ con i cetriolini sott’ aceto e magari un bel piatto di patate fritte .

Vi prego , non inorridite ,ogni tanto una sana dose di fritto ,e’ solo salutare in più ,quest’ ultimo abbinamento sa tanto di tedesco……… Cosa tanto di moda in questo periodo!!!!

buon appetito a tutti ,ciao, a domani!!