Minestrone ovvero la polifonia dell’ orto

Minestrone alla ligure

Minestrone alla ligure

Il minestrone e’ sicuramente un piatto familiare e della tradizione .

Ogni regione italiana ne ha uno tipico e tutti sono egualmente buoni.

Come ho avuto modo di dire più volte, io sono di origine ligure ed il minestrone al pesto fa parte del mio DNA.

Ho ancora nel cuore ( non e’ un errore) l’inconfondibile profumo del pesto fresco che inebriava le mie narici al ritorno da scuola ,negli anni delle elementari, nei giorni freddi e carichi di pioggia ma vivaci ed allegri grazie alle variopinte verdure che portavano il sole in tutta la cucina!

image

Sulla scia di questi ricordi, vi passo la ricetta della mia nonna Giovanna, che tutti chiamavamo Quanita  in onore ai parenti emigrati in Argentina poco prima della sua nascita ( 1895)

Proprio mentre tagliava sapientemente le verdure o sgranava i fagioli o usava il mortaio per la preparazione del pesto,raccontava a me bambina, incantata dalle sue parole,  le vicissitudini patite dai ” cugini d’ America ” ed il loro dolore per la lontananza dalla Patria.

MINESTRONE DI NONNA QUANITA

  • 200 gr di scucuzun ( pasta tipica ligure simile alla fregola sarda)
  • 2 gambi di sedano
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 3 patate
  • 2 pomodori
  • 200 gr di bietoline
  • 1/4 di verza
  • 1 manciata di piselli
  • 200 gr di fagioli borlotti di Cuneo
  • 200 gr di fagioli di Pigna ( DOP ligure simile ai cannellini )
  • 2 zucchine
  • 2 porri

Per il pesto

  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 spicchio d’ aglio di Vessalico
  • 50 gr di pinoli
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • olio qb
  • sale

ESECUZIONE

Tagliate tutte le verdure a pezzetti piccoli

image

Unite alle verdure i fagioli sgranati o, se secchi, uniteli dopo averli lasciati a bagno per una notte.

Mettete in una pentola alta, 2 L d’acqua ed i fagioli. Ed appena inizia il bollore,unire tutte le verdure tagliate, salate e fate cuocere per circa 2 ore a fuoco bassissimo.

imageimage

Nel frattempo preparate il pesto mettendo tutti gli ingredienti nel bicchiere del frullino ad immersione ed azionate il frullino stesso a scatti per non far scaldare la lama che conferirebbe al pesto un gusto alterato.

Preparazione del pesto

Preparazione del pesto

Trascorso il tempo di cottura, passate con il passino, metà del minestrone e buttate la pasta.

image

Cuocete per il tempo necessario alla cottura della pasta, quindi, a fuoco spento, aggiungete al minestrone 4 abbondanti cucchiaiate di pesto, mettete il coperchio e fate insaporire il tutto per qualche minuto prima di servire.

 

A questo punto, scoperchiate ed inebriatevi!!!!!!!!!!

Ogni stagione ha le sue verdure,ciò vuol dire che in estate metteremo anche melanzane e fagiolini mentre d’ inverno il cavolfiore ed i finocchi non mancheranno.

Alcune famiglie in Liguria fanno all’inizio un soffritto con il porro e la cipolla e cuociono i pomodori a salsa. Ho preferito renderlo più leggero mettendo tutto a freddo.

La pasta scelta in questo caso e’ il cuscusun, molto simile alla fregola sarda, una sorta di cuscus insomma!

image

A volte passo tutto il minestrone rendendolo consistente come una crema, il gusto finale non cambia!

image

 

 

Annunci

Per fare il pieno di Liguria

La verdura di Mirella

La verdura di Mirella

image

Quando si avvicina il tempo di tornare a casa ,sebbene ne abbia davvero voglia ,mi prende una leggera malinconia ,so già che i miei odori ,i miei sapori….la mia aria mi mancheranno .

Cerco di rendere più sopportabile il distacco nel modo che mi è più congeniale : la cucina !

La mia amica Mirella mi ha portato le prelibatezze del suo orto ,tutti prodotti tipici di Albenga : trombette ,pelandroni,pomodori , ed io li ho messi tutti insieme cucinando un piatto che e’ un vero inno alla Liguria,insomma un “Ma se ghe pensu ” in cucina.

Polpettone pronto per essere infornato

Polpettone pronto per essere infornato

POLPETTONE LIGURE

  • 300 gr di patate
  • 300 gr di zucchine
  • 300 gr di fagiolini
  • 20 gr di porcini secchi
  • 10 pomodorini ciliegini
  • 1 cipolla grande
  • 300 gr di carne macinata ( facoltativa )
  • 2 uova
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • 2 manciate di maggiorana fresca  ( oppure prezzemolo )
  • 5 cucchiai di olio evo
  • pane grattugiato
  • sale pepe

ESECUZIONE

Lessate separatamente le verdure dopo averle ben lavate : patate,zucchine ,fagiolini.

Mettete a bagno i funghi in acqua tiepida .quando le patate saranno pronte ,sbucciarle e schiacciatele con lo schiaccia patate,tritate grossolanamente le zucchine o schiacciatele con una forchetta e tagliate i fagiolini a pezzetti piccoli.

Tritate finemente la cipolla e fatela appassire leggermente con un po’ d’olio .Quando sarà dorata ,unite la carne ,i funghi strizzati e tritati con la mezzaluna ,i pomodorini aperti a metà e i fagiolini .

Fate ben insaporire il tutto ,salate pepate e ,se occorre,bagnate con uno spruzzo di vino bianco per finire la cottura della carne.

Sbattete le uova con il formaggio e la maggiorana tritata

assemblate tutti gli ingredienti in una terrina capiente : patate ,zucchine , carne con fagiolini ,uova ,unite un giro d’olio ,se serve aggiustare di sale ,se vi piace potete mettere un pizzico di noce moscata ed amalgamate molto bene .

Predisponete una teglia ( la tradizione la vuole rettangolare ) con la carta forno oleata leggermente ,riempitela con il composto ,livellatela e cospargetela con il pangrattato ( se volete essere liguri chiamatelo pan pesto ) ,un giro d’ olio ed infornate per 40 minuti a 180*

Polpettone ligure....dopo il primo assalto !

Polpettone ligure….dopo il primo assalto !

Questo piatto si può fare anche senza l’aggiunta di carne ,se l’ abbiamo in casa,possiamo unire mortadella tritata …..insomma ,e’ uno di quei piatti rifugio che risolvono i pranzi e le cene in clima di economie !

Comunque per essere davvero alla ligure non possono mancare : patate ,zucchine ,fagiolini e funghi secchi.

Il contorno ideale e’ un ‘ insalatina di stagione oppure un’ insalata di pomodori cuore di bue ,in questo caso. ,essendo questo tipo di pomodori una coltura albenganese , non ci si allontana dal territorio !

anche per oggi buon appetito a tutti con un occhio alla gola ed uno al portafogli…….se no ,che ligure sarei !!!!

W il pomodoro

Cesto di verdure dell'orto

Cosa c’è di meglio di un bel cesto di verdure appena colte ?

Direi proprio che chi può disporre di un piccolo orticello ,può considerarsi una persona fortunata!

Tra le tanta qualità di verdure estive ,penso che il pomodoro la faccia davvero da padrone.

Lo si può impiegare dall’ antipasto al dolce ,in tantissime ricette tutte ottime e ,a parte le intolleranze , sempre gradito a tutti.

Questa sera ho pensato di proporvi dei pomodori ripieni sia cotti in forno che crudi e ,in tal senso , vi passerò alcune ricette con varianti personali.

POMODORI al RISO

  • 8 pomodori rotondi e maturi
  • 250 gr di riso
  • 1 spicchio d’aglio
  • un mazzetto di prezzemolo
  • origano
  • olio evo
  • sale pepe

ESECUZIONE

Lavate i pomodori e tagliate a ciascuno la calotta nella parte superiore.

Togliete la polpa interna e , dopo aver tolto i semi , mettetela da parte .

Salate leggermente i gusci di pomodoro e fateli un po’ asciugare mettendoli a testa in giù su di un canovaccio.

Mettete in una terrina il riso ,l’aglio tritato con il prezzemolo e l’origano  , la polpa di pomodoro tritata ,sale e pepe e , se serve anche un cucchiaio di brodo.

Riempite con il composto il pomodori

Disponeteli in una pirofila ben unta , coprite con le calotte i pomodori  e cuocete in forno caldo per circa 40 minuti.

Pomodori ripieni di riso

Pomodori ripieni di riso

questa ricetta può essere considerata base ,si possono aggiungere alcuni ingredienti che cambiano il gusto ai pomodori . 10 minuti prima della fine della cottura ,si può creare un incavo nel riso e versarci un uovo ,salare e pepare leggermente e rimettere in forno  .

All’ impasto di riso si può unire anche 50 gr di pecorino e 50 gr di parmigiano grattugiati.

con qualche ingrediente in più si hanno :

Pomodori con prosciutto e mozzarella : si aggiungono dadini di prosciutto cotto e mozzarella ( o qualsiasi altro formaggio a piacere ) al ripieno di riso.

Pomodori al riso ai frutti di mare : si aggiungono  cozze e vongole sgusciate ,calamari e totanetti a pezzetti ed un pizzico di peperoncino

Pomodori ripieni di carne : si fa un impasto come per le polpette e si riempiono i pomodori ,si mette la maggiorana al posto dell’origano  e si fanno cuocere per circa 50 minuti in forno

I pomodori sono eccellenti anche riempiti a crudo:

Pomodori riempiti alla nizzarda ; patate e fagiolini lessi tagliati a piccoli cubetti , tonno schiacciato con una forchetta  uovo sodo tagliato a rondelle il tutto condito con olio sale e pepe oppure un cucchiaio di maionese addizionata con parecchia senape , con il composto si riempiono i pomodori crudi

Pomodori farciti con l’insalata russa

Pomodori farciti con l’insalata di mare

Pomodori con tonno ,maionese e capperi (  ricetta tipica degli Anni ‘ 70 ,con la nizzarda ,la mia preferita )

Come potete vedere , il re pomodoro si presta a mille interpretazioni sempre gustose ed apprezzate.

buon appetito a tutti!

 

Le stagioni non sono più quelle di una volta

In questa frenetica estate,non potendo dedicarmi al blog come vorrei, vi ripropongo una ricetta di 2 anni fa, sperando di farvi cosa gradita !!

buona estate a tutti

Pasta fredda ai pomodori e pinoli

Pasta fredda ai pomodori e pinoli

E’ proprio così,le stagioni non sono più quelle di una volta,già da alcuni giorni ci troviamo al mare e non c’è ancora stato un vero giorno estivo!!!!!!

Anche la cucina che in questo periodo dovrebbe essere ricca di sapori e colori sgargianti,ne risente.

Frutta e verdura che sono solitamente in questa stagione tutto succo,sapore e profumo,sono ancora lontane dall’aver raggiunto la loro forma migliore.

Ma,come sempre ,non importa ,noi non ci perdiamo d’animo e continuiamo con le nostre ricette casalinghe e anti caldo per …..parare…… al meglio l’estate………….quando arriverà !!!!!!

Iniziamo con una gustosa pasta fredda e terminiamo con un….tripudio di fagiolini e patate in salsa tonnata espressa ed uova sode

INSALATA di PASTA con POMODORI in OLIO AROMATIZZATO ai PINOLI

  • 300 di pasta corta ( le penne rigate o lisce vanno benissimo)
  • 1/2 kg di pomodori datterini
  • 50 gr di pinoli
  • 1mozzarella di bufala
  • 50 gr di pecorino romano grattugiato
  • 1rametto di rosmarino
  • un mazzetto di basilico
  • peperoncino
  • sale
  • olio evo

EECUZIONE

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata

in una padellino far tostare i pinoli con il rametto di rosmarino ben legato perché non perda gli aghi ,il peperoncino e l’olio.

Far tostare dolcemente il tutto ,affinché i pinoli ed il rosmarino sprigionino i loro olio essenziali ed il peperoncino renda il tutto piccante.

in una terrina preparare i pomodori tagliati a rondelle,la mozzarella tagliata a dadolini ed il basilico spezzettato a mano .

condire con sale ed un po’ d’ olio ai pinoli tutti gli ingredienti.

scolare la pasta,condirla con il restante olio ed il pecorino.

mettere la pasta nella terrina con i pomodori e lasciare un po’ ad insaporire prima di servire

Condimento per la pasta fredda

Condimento per la pasta fredda

Trovo molto indicato terminare il pasto con una bella insalata di fagiolini e patate condita con olio,sale ed uno spicchio d’aglio,servita insieme ad uova sode in salsa tonnata.

la salsa tonnata espressa e’ fatta con il mixer,mettendo nel bicchiere del mixer stesso i seguenti ingredienti:

  • 1 uovo intero freddo di frigo
  • 250 dl di olio di semi di arachide
  • 1 cucchiaino di senape
  • 2cucchiaini di succo di limone
  • sale ,pepe
  • 1 scatoletta di tonno piccola
  • 50 gr di capperi dissalati

Inserire nel bicchiere il mixer per 5 secondi ,quindi muoverlo in alto ed in basso sino a quando si sarà raggiunta la giusta consistenza!!!!!!

Buon appetito!!

Questa insalata e' ottima servita con salsa tonnata

Questa insalata e’ ottima servita con salsa tonnata