Incucinada……Patrizia

img_2179

Questa e’ l’ottima zucca gialla che avevo qualche giorno fa.

Buona, era indiscutibilmente buona, ma anche davvero tanta, allora per la serie non si spreca nulla, in parte l’ho congelata

img_2185

In questo periodo, però, sto riempiendo il congelatore con tutto ciò che occorre per allestire i pranzi delle feste, allora urge il consumo della zucca.

In mio aiuto questa mattina è venuta la mia amica Patrizia che mi ha ” passato ” questa stuzzicante ricetta che, per la prima volta, oggi provo con voi

BISCOTTINI  ALLA ZUCCA ( by Patrizia)

  • 180 gr di zucca gialla cotta
  • 200 gr di farina tipo 2
  • 100 gr di fecola di patate
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 80 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 100 gr di burro
  • la buccia grattugiata di un limone e di un’ arancia
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo
  • scaglie di di cioccolato fondente

ESECUZIONE

montare lo zucchero con il burro

img_2190

Aggiungere l’uovo

img_2191

Ed unire anche la zucca cotta nel microonde e schiacciata con la forchetta

img_2192

Mischiare bene nel mixer tutti gli ingredienti comprese la farina e la fecola, le bucce grattugiate degli agrumi, il lievito e montate il composto

img_2193

Aggiungete la farina di mandorle ( se preferite potete utilizzare la farina di nocciole, ci sta ugualmente bene) e mischiate

img_2194

Amalgamate tutti gli ingredienti e mettete in frigo per 1 ora; trascorso questo tempo togliete dal frigo

imageCon  le mani leggermente bagnate ed uiutandovi con 2 cucchiaini

img_2198 formate delle palline grandi come una noce; tagliate a scaglie i quadrotti di cioccolato

img_2197

E mettete dentro ad ogni dolcetto un pezzetto di cioccolato

img_2199Preparate la leccarda del forno cospargendola  di zucchero a velo

image

Accendete il forno a 180*; mettete i dolcini abbastanza distanziati fra loro sulla leccarda

img_2200

Cuocete per 15 minuti; trascorso questo tempo fate raffreddare e cospargete con zucchero a velo.

img_2201

Brava Patrizia, ottima ricetta!

Buon Appetito

 

Annunci

…….e un anno se ne va!

imageAnche se a guardare il tempo non si direbbe, la stagione fredda è davvero finita.

image

Con l’inverno terminano, o meglio, si chiudono, tutte gli impegni che mi hanno mantenuto ” in forma” da settembre ad oggi facendomi somigliare ad un folletto pazzo che cercava di barcamenarsi tra mille attività!!!!

image

 

Con il saggio di ieri sera si sono conclusi anche gli impegni di Agata, fatta eccezione per un’ ultima lezione di laboratorio creativo di cucito, per cui,  per i pochi giorni che ci separano dalla partenza per il mare dove  ovviamente, ricomincerà il mio ritmo frenetico, posso pensare un po’ al relax laborioso che mi piace tanto!!!

image

Bando alle divagazioni, oggi ci sarà la giornata conclusiva ad “Università 2000”, un circolo culturale del quale faccio parte con un gruppo di amiche dove si trascorrono piacevoli pomeriggi tra interessanti conferenze, proiezioni di film, sui quali facciamo animati dibattiti sempre molto produttivi e, ovviamente, il gioco del burraco che, alla faccia della cultura, devo dire è il nostro appuntamento preferito!

image

Per salutarci e darci appuntamento al prossimo settembre si è deciso di preparare un piccolo buffet per il quale ho pensato di preparare dei biscottini alla tripla farina che ho preso dal famoso quaderno della mia nonna e che hanno sempre avuto grande consenso…….speriamo che ciò accada anche questa sera!

image

BISCOTTI ALLE TRE FARINE

  • 125 gr di farina 0
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 50 di farina di nocciole
  • 1 tuorlo
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di burro
  • 1/2 bicchierino di rum

ESECUZIONE

Mischiate accuratamente le 3 farine con lo zucchero e mettete il composto sulla spianatoia facendo la fontana al centro dove posizionerete il burro ben ammorbidito e tutti gli altri ingredienti e lavorate pochissimo con le mani

image

Quando tutto sarà amalgamato mettetelo il una terrina coperta con la pellicola e lasciatelo in frigo almeno per 30 minuti

image

Trascorso questo tempo, mettete la frolla sulla spianatoia leggermente infarinata, ricoprite con un foglio di carta forno e con l’aiuto del mattarello, spianate la pasta sino all’altezza desiderata

image

Date ai biscotti la forma desiderata

image metteteli sulla leccarda del forno ricoperta con la carta forno e cuocete per 15 minuti a forno ventilato a 160*-180*

image

Quando saranno tiepidi spolverateli con zucchero a velo e serviteli con un the ai frutti di bosco.

image

Se avete il robot da cucina potete fare la frolla impastando tutti gli ingredienti insieme con la modalità a scatti per pochi secondi

image

Se avete i fogli di silicone potete usarli direttamente per spianare e come teglia, così non rischierete di rovinare la forma dei biscotti quando li metterete in teglia per cuocere

Buon Appetito

Si si, ci vuole proprio un dolce!!

image

Proponendovi un dolce a tutto tondo, mi sembra di rappresentarvi meglio ciò che provo quando sono di ritorno dal meraviglioso viaggio, o meglio dal pellegrinaggio, che non manco mai di fare ogni anno.

Evito ogni ulteriore commento o meglio predica e vi presento subito una torta alle pere che servita tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia, vi fa davvero vedere il Paradiso. Ogni riferimento è puramente casuale…

TORTA CRUMBLES ALLE PERE

PER IL CRUMBLES

  • 160 gr di farina 0
  • 45 gr di semolino
  • 45 gr di farina di mandorle
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di burro
  • 1 albume e mezzo

PER LA FARCITURA

  • 4 pere William
  • 1 cucchiaio di miele alla lavanda
  • 2 cucchiaini di radice di zenzero grattuggiata
  •  1 cucchiaio di rum
  • 50 gr di scaglie di cioccolato
  • succo di 1/2 limone

PER RIFINIRE

  • Lame le di mandorle
  • zucchero a velo

ESECUZIONE

Sbucciate e tagliate a tocchetti le pere. Mettetele in fusione con il miele, il rum, lo zenzero ed il succo di limone. In una ciotola unite le 3 farine con lo zucchero e lavorate con il burro ammorbidito sino ad ottenere un composto bricioloso.

image

Poco per volta unite l’ albume dopo averlo lievemente battuto.

image

Saltate in padella le pere con il succo formatosi durante la fusione e fate caramellare. Imburrate una teglia da crostata e cospargetela con briciole di composto.

image

Farcite con le pere scolate dallo sciroppo, le scaglie di cioccolato e ricoprite il tutto con briciole di impasto.image

Cospargete con lamelle di mandorle ed infornate a 180* per 45 minuti.

image

Servite il crumbles tiepido dopo averlo cosparso di zucchero a velo. Abbinato a palline di gelato è un raffinato dessert. Potete fare questo crumbles con qualsiasi tipo di frutta, con o senza cioccolato, il risultato sarà sempre molto apprezzato.

Buon Appetito…e Pace a tutti!

 

Siena e le sue dolcezze

image

Siena è sicuramente una città speciale, bella, fiera e gelosissima delle sue tradizioni. In estrema sintesi questa è la spiegazione per cui il Palio, manifestazione nota in tutto il mondo, resiste immutata nell’animo dei senesi superando i secoli.

Anche per quel che riguarda i dolci natalizi, Siena, ha una sua tradizione antichissima ed assai varia. I ricciarelli, dolce che da poco tempo ha ottenuto il marchio IGP, è un eccellente rappresentante di questi dolci, quello che ha un maggior numero di estimatori e sicuramente il più facile da preparare.

Oggi vi darò la ricetta che mi ha passato Mauro (vi ricordate, il padrone di Molly, la super cagnolina tartufaia) che preparato alla PROVA DEL CUOCO, con Ambra Romano, ottenendo davvero un grande successo.

Ho preso l’ abitudine di preparare i ricciarelli per regalarli agli amici per Natale, mi piace cullarli con cose fatte da me, in questo modo ho la sensazione di regalare loro anche un po’ del mio tempo, cosa al giorno d’ oggi così preziosa ma sempre molto apprezzata.

RICCIARELLI

  • 200 gr di farina di mandorle
  • 180 gr di zucchero di canna
  • 10 gr di mandorle amare (si trovano nei negozi di frutta ben forniti)
  • 2 albumi
  • la buccia grattugiata di 1 arancia
  • 1/4 di cucchiaino di lievito per dolci
  • zucchero a velo a volontà

ESECUZIONE

Mettere le mandorle amare in acqua bollente, far trascorrere qualche minuto quindi sbucciarle e farle asciugare  su un canovaccio. Quando saranno asciutte, tritarle finemente con il mixer insieme allo zucchero (se è di canna è meglio) ed alla buccia dell’ arancia.

image

In una ciotola capiente mischiare tutti gli ingredienti secchi: farina di mandorle, lievito, zucchero, mandorle amare, buccia d’arancia tritata ed amalgamarli bene fra loro. Battere leggermente gli albumi con un pizzico di sale e mischiarli alle farine formando un composto compatto. Coprire con la pellicola e mettere in frigo per alcune ore, andrebbe benissimo per una notte intera.

Trascorso questo tempo, accendete il forno e scaldatelo a 160*. Mettete un foglio di carta forno sulla leccarda e cospargetelo di zucchero a velo.

image

Prendete una ciotolina con acqua calda ed un cucchiaio, bagnatelo e prendete una parte di composto aiutandovi con la mano e date al composto la forma del cucchiaio .

image

Se avete bagnato il cucchiaio, riuscirete a levare agevolmente il ricciarello.

image

Mettetelo nella teglia e ripetete queste operazioni sino alla fine del composto.

image

Cospargete ancora abbondantemente la superficie dei ricciarelli con lo zucchero a velo.

image

Infornate per 15 /20 minuti, non di più. Saranno cotti quando inizieranno a “crettarsi” in superficie. Fateli raffreddare e levateli dalla teglia. Se conservati in una scatola di latta si manterranno morbidi per una settimana.

Sono certa che coloro che non hanno mai assaggiato i ricciarelli freschi, scopriranno un dolce assolutamente nuovo di grande bontà.

Buone feste a tutti

Coccole dolci

image” SOS, c’è bisogno di coccole dolci!!!!!!”

Questa era la frase che, le mie figlie adolescenti, dicevano nei momenti di crisi o di sconforto : un litigio con l’amica del cuore, incomprensioni con il fidanzatino , un brutto voto che,guarda un po’, arrivava sempre per colpa dei professori che non capivano le poverine distrutte dallo studio!!!!!!!!!!!!!

Allora ci armavamo di fruste elettriche, bilancia, accendevamo il forno……..e via, si partiva con le confessioni.

In queste circostanze, uno dei dolci più gettonati era la crostata: o con la marmellata di more se il problema era risolvibile in poco tempo, oppure con la marmellata di fichi e noci intere, se bisognava impegnarsi di più per risolvere il dilemma !

Ricordo con commozione quei momenti di profonda intimità con le mie ragazze, questi attimi sono stati sicuramente tra i più belli della mia vita!

Non abbandoniamoci però’ a pericolosi sentimentalismi e dedichiamoci esclusivamente alle ” coccole dolci ”

CROSTATA DI FICHI E NOCI

  • 110 gr di farina 00
  • 30 gr di semolino
  • 30 gr fi farina di mandorle
  • 80 gr di zucchero di canna
  • 80 gr di burro
  • 1 albume
  • marmellata di fichi
  • 5-6 noci sgusciate e tagliate a metà
  • 1 cucchiaio di rum per dolci
  • 1 cucchiaio di cacao in polvere

ESECUZIONE

In una ciotola, mischiare le farine con lo zucchero e lavoratele con il burro sino ad ottenere un composto bricioloso.

image

Unire poco alla volta l’albume leggermente montato, lavorando il composto molto poco. Non importa se non resta ben amalgamato ,deve rimanere sempre a briciole grandi.

Imburrare una pirofila, cospargerla con un po’ più di metà del composto

image

A parte, in un pentolino, far scaldare lievemente la marmellata con il rum ed il cacao sino a rendere il tutto ben fluido.

Mettere il composto sulle briciole ben compattate e con la frolla rimasta creare la griglia tipica della crostata.

image

Disporre le metà noci sulla crostata ed infornare a 180* per circa 30 minuti

Quando la torta sarà tiepida cospargerla di zucchero a velo e servire…….magari con un bicchierino di Passito di Pantelleria !!!

image

È davvero un dolce molto buono, adatto alle serate autunnali ed invernali con il camino acceso, magari seduti a terra su un caldissimo plaid con le figlie che ti parlano dei massimi sistemi e tu, zitta zitta, che ti godi questa meravigliosa coccola e ti finisci la torta!!!!!!!

 

Oh…sweet, sweet cherries!

O dolci,dolci ciliegie!!!

Crumble di mandorle e ciliegie

Crumble di mandorle e ciliegie

Sembra un’ ode neo romantica,invece è’ semplicemente il mio…..canto libero alle ciliegie.

Le adoro,sono un frutto che mangerei tutto l’anno.

Purtroppo ora hanno perso un po’ in qualità ,ma,certe specie autoctone,come i duroni di Vignola o le ferrovia  pugliesi sono ancora ottimi prodotti.

Ad inizio estate ,ma anche ora con i frutti tardivi ,preparo una torta che ho soprannominato : la calda!!!!!

no,non e’ un’ uscita hard ,e’ semplicemente legata al fatto che tale e’ la sua bontà che al massimo e’ arrivata ad intiepidirsi…….prima di sparire!!!

Torta prima della cottura

Torta prima della cottura

CRUMBLE di MANDORLE  e CILIEGIE

  • 110 gr farina 00
  • 30 gr semolino
  • 30 gr farina di mandorle
  • 80 gr di zucchero
  • 80 gr di burro
  • 1 albume
  • 200 gr di ciliegie denocciolate
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 cucchiaio di cherry
  • 30 gr di filetti di mandorle
  • zucchero a velo q b

ESECUZIONE

Saltare in padella le ciliegie con 2 cucchiaini di zucchero e lo cherry

Nel frattempo in una ciotola unire le farine con lo zucchero

Lavorare con il burro sino ad ottenere briciole ( crumbles)

Unire poco alla volta l’albume lasciando l’impasto granuloso

Rivestite una teglia da crostata da 24 cm con la carta forno ed imburratela bene.

Mettete metà composto ,non importa la compattezza,si farà in cottura

Versate sopra le ciliegie cotte e nuovamente composto di briciole.

Tagliate a filetti le mandorle e mettetele sulla torta

infornare  a 180* per 30 minuti

cospargere di zucchero a velo e servire dopo qualche minuto……..se ci riuscite!!!!!!

 

Potete fare questa torta con qualsiasi frutta sia di vostro gradimento: more,frutti di bosco,pesche,albicocche etc…..

suggerimento del’ ultima ora: provate a servirla con una pallina di gelato alla vaniglia……che dire,forse supererete il mio record!!!!!!

buona serata e buon appetito a tutti!

Primo tentativo torta crumbles....terminata in 10 minuti!!!!!!

Primo tentativo torta crumbles….terminata in 10 minuti!!!!!!