Vintage food

image

Per vintage food, intendo i piatti che preparavo negli anni ’70, appena sposata; si trattava di semplici  e gustosi alimenti che dovevano tenere sempre d’occhio la spesa.

Erano comunque cibi che si trovavano sulle tavole di tutti, al tempo, e, ripensandoci oggi, mi rendo conto di quanto la moda spadroneggi anche in campi dove  non si penserebbe mai potesse prendere piede

Infatti oltre ad imporci  il modo di vestire o di pettinarci, e a dirci quali accessori ci piacciono di più, ( notate i miei “fanali” tipici dell’epoca che oggi non indosserei nemmeno sotto tortura), condiziona la nostra vita anche in cucina.

Alcuni piatti che erano comunemente sulle nostre tavole allora, oggi sono completamente spariti e nessuno li ricorda più

E’ il caso delle scaloppine (che se oggi ci capita di trovare nel menù di qualche “antico” ristorante, si chiamano piccatine) che, sebbene abbiano cresciuto una generazione intera, oggi non hanno neppure più l’onore della memoria storica.

Anch’io, che sono tanto rispettosa del passato perché penso che ,ripercorrendolo, si possa comprendere il presente, sono cascata nell’infido tranello di non accettare queste semplicissime preparazioni così come erano, ma le ho imbellettate per renderle adatte ai giochi di sapori e consistenze degne degli anni 2.0.

Le ottime scaloppine al marsala della nonna servite rigorosamente con un sofficissimo pure’ di patate, le ho modernizzate in “piccatine al marsala con granella di nocciola al profumo di timo”…….. scusate se è poco!

La morale è sempre la stessa, a prescindere dal nome che volete dare loro o dalla forma sotto la quale volete presentarle: sono ottime, veloci e, con il loro “puccino”cremoso restano sempre uno dei piatti della memoria più lovely vintage food che ci sia !!

img_2971

SCALOPPINE AL MARSALA ALLA “MODERNA”

  • 600 gr di fettine di vitello ( fesa, rosa, noce)
  • 30 gr di burro
  • 2 cucchiai di fecola ( o di farina)
  • sale pepe
  • olio evo
  • 1 bicchierino di marsala secco
  • 50 gr di nocciole tostate
  • timo fresco

ESECUZIONE

Salate e pepate leggermente le fettine di carne, quindi infarinatele; nella padella fate sciogliere il burro con l’olio evo e lo spicchio d’aglio tagliato a lamelle sottili; appena il burro sarà sciolto mettete le fette in padella

img_2964

e, appena saranno rosolate da ambo i lati,

img_2966

unite il marsala e portate a cottura la carne ( non ci vorranno più di 5 minuti)

Levate la carne dalla padella e tenetela al caldo; nel frattempo prendete le foglioline di timo fresco e le nocciole tostate

img_2967

e tritateli grossolanamente.

img_2968

Mettete il trito nella padella dove il sughino si sarà addensato senza seccarsi toppo

img_2969

e fate amalgamare i sapori tenendo sul fuoco per pochi minuti.

img_2970

Aggiungete le fettine di carne, aggiustare, se serve, di sale e pepe e servite con un sofficissimo purè montato con olio aromatizzato al timo

img_2972

E vi assicuro che dopo una pietanza del genere diventeranno tutti nostalgici.

Buon Appetito

 

 

 

 

Annunci

Involtini, piatto famiglia

imageQual è per voi il “piatto famiglia”? Per me i confortanti involtini sono sicuramente uno di quei piatti che mi mettono allegria e mi riportano all’infanzia. La mia mamma li preparava in umido con i piselli e li farciva con una salsina a base di uovo e formaggio che ha per me il gusto rassicurante della famiglia. Oggi ve ne propongo una versione in bianco che abbinata ad un soffice purè è adattissima alla giornata grigia e fredda di oggi.

INVOLTINI AL PARMIGIANO

  • 1/2 kg di magatello di vitello tagliato fine a macchina
  • 100 gr di parmigiano
  • 50 gr di capocollo in una sola fetta
  • 100 gr di mortadella
  • formaggini al parmigiano
  • Salvia
  • 1 spicchio d’aglio
  • 30  gr di  burro
  • olio evo
  • sale aromatizzato alla salvia
  • 1/2 bicchiere di marsala
  • 1/2 bicchiere di latte

ESECUZIONE

image

Tritate con il mixer il capocollo con il parmigiano (lasciatene solo qualche cucchiaio grattugiato che vi servirà per finire il piatto).

image

Aprite bene le fettine di carne, spalmatele con il composto ottenuto e mettete la mortadella ed un po’ di formaggino.

image

Richiudete bene facendo in modo che non esca la farcia in cottura,

image

Chiudete con uno stuzzicadenti e procedete così con tutte le fettine.

image

Mettete in padella il burro, l’olio, la salvia sminuzzata grossolanamente e l’aglio tagliato a lamelle, infarinate gli involtini e metteteli in rosolare.

image

Appena saranno ben rosolati, bagnate con il Marsala e fate evaporare l’alcool.

image

Quindi unite il latte ed un po’ di sale aromatico a fate restringere il sughetto girando spesso gli involtini, saranno pronti in 10 minuti.

image

Trascorso questo tempo, cospargete di parmigiano grattugiato mettete il coperchio e lasciate che sciolga con il vapore per qualche minuto.

image

Servite con purè di patate e piselli al burro.

Buon Appetito