Rovistando ……

image………tra i miei amati libri di cucina mi è tornato tra le mani un vecchio volumetto che la mia amica del cuore mi regalò a pochi giorni dalle nozze dicendomi:

“un’ insalata non si nega a nessuno, se ti troverai male questo libretto sarà la tua salvezza!!”

image

All’epoca eravamo davvero giovanissime e abbiamo pensato sul serio che un’insalatina sarebbe stata la soluzione per tutti i problemi!

La vita e l’esperienza ci hanno velocemente insegnato che le cose vanno un po’ diversamente ma di certo questo piccolo tascabile, con i suoi suggerimenti, mi ha spesso aiutato a risolvere almeno una cena!

image

Questo è ciò che è successo ieri quando, aprendo il frigo, ho trovato un triste avanzo di pollo arrosto che con l’ausilio del libro delle insalate è diventato una stuzzicante ed appagante cenetta in attesa della partita!!!!

………..che sia davvero il libro delle soluzioni??

image

INSALATA DI POLLO anni ’70

  • 1 petto di pollo già cotto
  • sott’olio vari
  • 2 peperoni friggitelli
  • 1 cipollina di Tropea
  • 2 fette di pecorino semi stagionato
  • semi di girasole tostati per insalate
  • insalata iceberg

ESECUZIONE

Tagliate a filettini il petto del pollo

image

Scolate dal l’olio di conservazione i sott’olio, a meno che non li abbiate preparati voi in casa, in questo caso userete l’olio per condire l’insalata

image

Lavate, pulite e tagliate a rondelle i friggitelli e la cipolla

image

Tagliate l’insalata iceberg a listarelle sottili, il pecorino a dadini e mettete tutti gli ingredienti nell’insalatiera aggiungendo anche i semi.

image

Preparate il condimento emulsionando olio evo, aceto balsamico, sale, pepe ed un cucchiaino di senape dolce, servite con tartine di pane tostato e ………

image

Buon Appetito a tutti, magari guardando le partite degli europei!!!!!

Scialatielli alle vongole e…

image

Ho sempre amato i frutti di mare, sin da bambina erano un cibo che gradivo molto. Non posso dire la stessa cosa per le verdure. Raramente variavo il mio menu’ e in rarissime occasioni assaggiavo carciofi o cavoli ovviamente soltanto fritti. La mia adorata Pina, la cuoca che lavorava in casa mia quando ero bambina e di cui vi ho spesso parlato, cercava amorevolmente di ingannarmi inventando piatti con ingredienti a me assai graditi nei quali camuffava ogni genere di ortaggio. Così tra i piatti preferiti della mia infanzia ci sono gli scialatelli (tipica pasta napoletana) alle vongole con quel che c’è nell’orto.

Oggi che ho imparato ad amare anche le verdure ripropongo spesso questo intingolo saporito e per il mio palato irresistibile, poiché come sempre capita con i sapori del nostro passato sono, detto con toni romantici, i gusti della mia vita.

Sebbene non sia riuscita mai ad eguagliare l’inconfondibile e confortante sapore di quelli che faceva la Pina, i miei scialatielli riescono almeno a riportarmi con il cuore ad anni di infinita tenerezza.

SCIALATIELLI ALLE VONGOLE E…

  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 250 gr di scialatielli freschi ( o tagliolini)
  • 500 gr di vongole
  • 4 zucchine chiare
  • 2 peperoni verdi lunghi e dolci ( friggitelli)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • olio evo, sale, pepe

ESECUZIONE

In una padella mettete le vongole, copritele con un coperchio e fatele aprire a fuoco vivo scuotendo di tanto in tanto la padella. Togliete la  maggior parte dei molluschi dai gusci e conservateli a parte, togliete alle restanti vongole il guscio vuoto ed usateli per rifinire il piatto. Filtrate il liquido formatosi e tenetelo da parte.

Sbucciate l’aglio e mettetelo a rosolare con l’olio in una padella adatta a saltare la pasta. Tagliate a cubetti le zucchine ed a rondelle i peperoni privati dei semi, saltate velocemente in padella spruzzate con vino bianco e appena sarà evaporato, salate, pepate ed unite le vongole con il loro liquido.image

Cuocete gli scialatielli in abbondante acqua salata dove avrete aggiunto un cucchiaio di curcuma e quando saranno saliti in superficie passateli in padella con il condimento.

image

Servite dopo aver cosparso con prezzemolo tritato.

Questo piatto incontra solitamente il gusto di tutti ed è anche molto versatile poiché è ottimo anche con cozze e gamberi e naturalmente con ogni tipo di verdura o legume.

image

L’ unica innovazione che ho voluto apportare rispetto alla ricetta della Pina è il cucchiaio di curcuma che ho messo nell’acqua della pasta che oltre a dare un allegro colore giallo alla pasta e predisporre i commensali all’allegria, è un vero toccasana per la salute. Meglio approfittare!

image

Io ho evitato il peperoncino per problemi minori, ma potendo usatelo abbondantemente sarà un piatto da paradiso!

Buon Appetito!image

Viva l’Italia, ma abbasso le tasse

image

In questo periodo siamo tutti bersagliati dai vari tributi che stanno arrivando con l’irruenza di un tifone tropicale, non si sente parlare d’altro in qualsiasi luogo dove si incontrino più di due persone. Capiamoci, non siamo cittadini sprovveduti od incoscienti che non vogliono pagare le tasse, desidereremmo semplicemente un fisco amico che vuole un contributo per far andare meglio il carrozzone non che ci aumenti le tasse del 150% in circa 3 anni dandoci in cambio poco o niente.

Va bene, questo non é il luogo adatto per accendere la polemica allora a questa nostra vituperata ed amata Italia dedico semplicemente una pasta, semplice e solare come, speriamo possa in un futuro non troppo lontano ritornare ad essere il nostro Bel Paese!

FUSILLI ITALIANI

  • 250 gr di fusilli freschi all’ uovo
  • 4 friggitelli
  • 6 pomodorini piccadylli
  • 1 cipollotto fresco
  • 1 spicchio d’ aglio
  • 1 mozzarella fiordilatte
  • olio evo
  • sale pepe

ESECUZIONE

Mettete a bollire l’acqua per la pasta. Nel frattempo in una capiente padella, fate rosolare lo spicchio d’aglio.image

Quando sarà pronto, levatelo dalla padella ed unite i friggitelli lavati, mondati per bene e tagliati a rondelle.

image

Quando inizieranno ad appassire, fate lo stesso con i pomodorini ed unite anche il cipollotto fresco.

image

Quando la pasta sarà cotta, mettetela nella padella con i friggitelli e con la grattugia a fori grossi grattugiatevi sopra la mozzarella.

image

Mischiate bene, terminate con un giro di olio al peperoncino e, se lo gradite, con basilico spezzettato a mano.image

Buon Appetito e sempre “W l” Italia, l’Italia che non ha paura”