Sempre la solita salsa!

image

Ho voglia di cambiamenti. Sentire certe frasi da una tradizionalista come me sembra strano ma non preoccupatevi, parlavo veramente della salsa, più precisamente quella di accompagnamento al pesce. Oggi con 2 bellissime orate, anziché la solita maionese ho voluto fare una salsina nuova che non avevo mai provato. Si tratta di una versione molto personale della famosissima Mornay, ovviamente, senza formaggio.

È venuta molto buona, purtroppo però non sono riuscita a fotografarla. La mia cucina al momento del pranzo si è improvvisamente affollata in modo esagerato, così tra aggiungere posti a tavola, servire e gustare mi é sfuggita la foto.

Spero di essere stata comunque chiara nella spiegazione. Se poi volendola provare troverete delle difficoltà, sarò sempre a vostra disposizione.

ORATA IN SALSA

  • 2 orate di media grandezza
  • 2 limoni
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • un ciuffo di prezzemolo
  • 1 cipolla
  • Alloro, timo,
  • 1 cucchiaio di farina
  • 5 cucchiai di panna
  • 2 tuorli
  • 20 gr di burro
  • olio evo
  • succo di mezzo limone
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • sale, pepe

ESECUZIONE

Lavate il limone, tagliatelo a rondelle e disponetele sul fondo della teglia.

image

Tritate la carota, il sedano, la cipolla ed il prezzemolo.

image

Distribuite il trito sule fette di limone. Pulite attentamente il pesce, lavatelo ed asciugatelo e disponetelo nella teglia, dopo averlo condito con le erbe aromatiche, il sale ed il pepe . Aggiungete ancora alloro e timo, salate e pepate, passate un filo d’olio ( 2 cucchiai circa) unite il vino e mettete in forno caldo  a 190* per circa 1/2 ora.

image

Quando sarà cotto, toglietelo dalla teglia e sistematelo su di un piatto da portata che terrete al caldo. Togliete i limoni dalla teglia e mettete il fondo di cottura nel mixer, unite la panna, la farina e riducete tutto a crema. Mettete sul fuoco e scaldate a fiamma bassa per pochi minuti. Quindi togliete dal fornello, unite il burro, i tuorli ed il succo di limone. Mescolate velocemente, sempre con il mixer, quindi versate la salsa sul pesce.

Potrete avere una salsa più vellutata e meno rustica, se utilizzerete il fondo di cottura filtrato, senza utilizzare anche le verdure, il sapore sarà più raffinato.

Se preferite, potete soffriggere un po’ le verdure, unire il pesce ed il vino e cuocere. Servirete il pesce sfilettato con la salsina che si formerà

Buon Appetito a tutti!

 

Annunci

La semplicità e’ l’arma vincente

Immagine

E’ proprio così,in cucina come nella vita,la semplicità e’ l’arma vincente.

A volte ci pare che utilizzare tanti ingredienti serva a migliorare un piatto…non è’ così !

Semplicemente ne copriamo il gusto reale.

Anche nella vita facciamo la stessa cosa : indossando mille maschere,tentiamo di coprire quella parte di noi che non ci piace,ci imbarazza,o,più semplicemente che temiamo.

Tutto migliora quando impariamo a conoscerci ( cosa per altro ne ‘ facile ne’ scontata) , ad accettarci,a volerci bene per ciò che siamo,così ,nella normalità ,nella nostra pura semplicità .

Allora non abbiamo più bisogna di coprirci o mascherarci ,ma ci mostriamo alla vita con la nostra ,seppur fragile,bellezza.

Iniziamo a piacere agli altri,gli altri ci piacciono…..e questo sarà il primo passo verso la piena e vera  serenità …..in semplicità .

Si , perché tutto è’ dentro di noi….anche la serenità ,basta saperla trovare!

Ahahahahahahaha…l’avreste mai detto che questa disquisizione prettamente filosofica serviva……semplicemente……ad introdurre una ricetta??????

stiamo parlando del’ orata al sale.

Infatti ,quando togli la dura crosta del sale ( la durezza della vita!!), ciò che scopri e ‘ un pesce cotto a puntino che sprigiona tutta la sua fragranza  senza bisogno di alcuno condimento od orpello….ma perfetto nella sua….semplicità …..e assolutamente non salato!!!!Immagine

 

ORATA al SALE

  • Un’orata da circa 700 gr
  • 1kg di sale grosso
  • 2 albumi
  • erbe aromatiche miste ( prezzemolo,timo,maggiorana,basilico,origano)
  •  1 spicchio d’aglio
  • 1 limone

ESECUZIONE

pulire bene l’orata : levare le interiora e lavatela sotto l’acqua corrente, MA NON SQUAMATELA ( le squame saranno la barriera per non far entrare il sale)

asciugarla bene e mettere nella pancia del pesce: uno spicchio d’aglio,parte delle erbe aromatiche.ed una rondella di limone.

chiudiamo al meglio la pancia dell’orata,in questo modo il sale non entrerà all’interno

laviamo le restanti erbe aromatiche ,asciughiamole e tritiamole

unire la buccia grattugiata del limone

unire tutto ciò al sale

sbattere leggermente gli albumi

gli ungerli al sale

in una teglia abbastanza capiente da contenere il pesce in lungo creare uno strato di sale e mettervi sopra qualche rondella di limone.Immagine

porre sopra l’orata e ricoprire completamente con il sale rimasto

infornare a 200* per circa 40 minuti

rompere la crosta e verificare la cottura.

p.S. Consiglio di gustare il pesce in naturalezza…così sentirete il gusto del mare!!!!!Immagine

 

Come contorno a questo meraviglioso piatto,ho abbinato un tripudio di colori estivi ………..

VERDURE CROCCANTI ……UN PO’ COTTE, UN PO’ NO

  • 2 zucchine  chiare piccole e tenere
  • 2 peperoni uno rosso ed uno giallo
  • 250 gr di ceci sgocciolati
  • 10 pomodorini datterini
  • 1 cipolla fresca di Tropea
  • 1scalogno
  • olio evo
  • sale
  • peperoncino ( a piacere)
  • un ciuffo di basilico per decorare il piatto

ESECUZIONE

In una padella larga ( meglio una Work) far appassire leggermente lo scalogno

unire i peperoni puliti e tagliati a listarelle

far cuocere a fuoco basso per circa 5/10 minuti facendo sempre attenzione che non attacchino

unire i ceci ed i pomodorini

far insaporire tutto assieme per circa 5 minuti ed aggiustare di sale

mettere in un piatto di portata finendo il piatto con la cipolla tagliata a rondelle finissime ed il basilico.

P.S.  Molto spesso in estate preparo queste verdure e le servo con un cous cous precotto ottima soluzione!!!