Il cassetto dei ricordi: tarte au poieraux

image

Negli anni ’80 quando le nostre bambine erano davvero piccine, la tarte au poieraux o, più comprensibilmente, la torta ai porri, era uno di quei jolly in cucina a cui ricorrevo spesso

image

La preparavo quando la famigliola andava in gita fuori porta

image

Oppure quando,  con amici,si decideva per il classico picnic in montagna

image

O ancora quando, giovane sposina, invitavamo a cena i colleghi di mio marito con le famiglie e nel buffet non mancavano mai le tortine salate mono porzione con ogni possibile farcitura

image

Sono passati più di 30 anni da queste foto ma la mania di preparare intriganti stuzzichini non mi è passata e mi ritrovo qui con porri e bacon a ripensare a mille momenti, a  mille piacevoli e dolci momenti del tempo passato

P.S. La casa raffigurata qui sopra è proprio lei, la più amata negli anni ’80, la casa del Mulino Bianco !

TARTE AU POIERAUX ( torta ai porri)

  • 3 porri ( parte bianca)
  • 250 ml di besciamella
  • 100 gr di bacon a dadini
  • 1 uovo
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • pasta brisè tonda già pronta
  • olio evo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale pepe noce moscata

ESECUZIONE

Tagliate la parte bianca dei porri , dopo averli perfettamente lavati, a filetti sottili

img_2252

Metteteli in padella con pochissimo olio evo

img_2253e 1/2 bicchiere di vino bianco e fate cuocere sino a quando saranno ben morbidi; salate e pepate .

img_2254

Quando saranno pronti metteteli da parte a raffreddare; nel frattempo fate ben tostare il bacon senza aggiungere grassi

img_2255

Preparate anche la besciamella con 30 gr di burro, 1/2 cucchiaio di farina e 1/4 di latte, sale e noce moscata

img_2256

Quando tutto sarà pronto mettete sia il bacon

img_2257 che la besciamella con i porri ormai raffreddati

img_2259 aggiungete il parmigiano

img_2260

E l’uovo

img_2261

Aggiustate di sale e pepe se serve e mescolate perfettamente tutto il composto

img_2262

Mettete la pasta brisè nella teglia lasciando la carta forno della confezione ed accendete il forno a 180*

img_2263

Farcitela con il composto ottenuto e livellatelo bene

img_2264

Con la pasta in eccedenza fate tante striscioline per formare la griglia ed infornate per 40-50 minuti a seconda del forno

img_2265

Si, lo riconosco, era più bella da cruda che da cotta, ma vi assicuro è una bontà!

img_2267

Buon Appetito

 

A pranzo con Silva

image

Oggi vi propongo la mia versione di una ricetta che mi ha molto colpito il “Pasticcio di pollo” della mia amica virtuale Silva Avanzi Rigobello.

Il  bellissimo blog che porta il suo nome è spesso per me fonte di ispirazione, oggi appunto con questa mia versione casalinga e fantasiosa del ” Beef Pot Pie”americano voglio farle omaggio per essere così preziosa con le sue ricette ed i suoi consigli sempre interessanti e di facile esecuzione, GRAZIE SILVA!

BEEF POT PIE ALLA MIA MANIERA

  • carne di manzo avanzata da precedenti preparazioni in quantità variabile
  • 2 salsicce toscane
  • 1/2 kg di pisellini surgelati
  • 1 grossa cipolla
  •  1/2 L di besciamella
  • salvia
  • parmigiano grattugiato
  • 1 rotolo di pasta brisè
  • olio evo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • sale pepe

ESECUZIONE

Pulite e tagliate grossolanamenle la cipolla e mettetela a stufare con 2 cucchiai d’olio.

image

Fatela cuocere per circa 20 minuti a fuoco basso con il vino bianco.

image

Quando la cipolla sarà pronta, unite abbondante salvia tagliata con le forbici e la salsiccia spellata e sgranata.

image

Insaporite il tutto facendo anche tostare un po’ la salsiccia.

image

Unite i piselli e la carne tagliata a dadini; se serve aggiungete un mestolino di brodo e portate a completa cottura.

image

Nel frattempo preparate la besciamella (va benissimo anche quella comprate pronta)

image

Ed unitela con il parmigiano allo spezzatino,fate insaporite ed aggiustate di sale e pepe.

image

Mettete tutto in una teglia o pirofila da forno rivestita con carta forno.

image

Ricoprite con il disco di pasta brisè, sigillate il bordo con un cordone di pasta.

image

Ed infornate per circa 30 minuti a forno ventilato a 180*.

image

Eccellente piatto di gran figura per una cena dove sicuramente stupirà gli ospiti. Non fatevi intimidire dall’austerità del piatto, è semplicissimo anche se non sembrerebbe, e poi, cosa da non sottovalutare, l’ ho preparato, compresa la cottura, in un’ora. Vale la pena provare, no?

Buon Appetito!

Non è detto che il maestro abbia sempre ragione !

imageQuando sono a casa,non manco mai di guardare “la prova del cuoco”, così e’ successo ieri ed alla vista della meravigliosa torta di patate alla francese, ho deciso di copiarla per la sera stessa.

Piccola verifica in frigo e dispensa per controllare gli ingredienti e subito al lavoro.

Mi è piaciuto ascoltare le notizie storiche riguardanti questa quiche, infatti il grande Sergio ci ha detto che questo era il pranzo del venerdì dei contadini francesi ,che con un piatto senza carni e formaggi, rispettavano l’astinenza ma avevano comunque l’energia per il lavoro.

Devo essere sincera, la torta di patate mi ha deluso, perché mi aspettavo un interno morbido scremo sodata la presenza della panna, invece e’ rimasto secco e stopposo !

Mi sono data subito da fare ed ho trovato il rimedio, sia per consumare comunque la torta già fatta che per non incorrere più nell’inconveniente.

Eccovi allora la ricetta riveduta e corretta

TORTA DI PATATE ALLA FRANCESE ED UN PO’ TOSCANA

  • 2 grosse patate
  • 2 dischi di pasta sfoglia
  • 200 gr di panna fresca
  • 2 scalogni
  • 50 gr di prosciutto cotto
  • 50 gr di provola grattugiata
  • 1 uovo
  • un pizzico di noce moscata
  • prezzemolo
  • sale pepe

ESECUZIONE

tagliare a fette sottilissime le patate ( fate questo passaggio con la mandolina ), mettetele in acqua per togliere l’amido ed asciugatele.

Stendete un po’ la pasta sfoglia anche se già stesa, e mettetela in una teglia  a bordi alti con la carta forno ,facendo in modo di foderare con la pasta la teglia stessa.

Tritate il prosciutto, il prezzemolo e gli scalogni tutti separatamente, grattugiate la provola e teneteli da parte

Battete  le uova con la panna, il sale, il pepe e la noce moscata.

Iniziate a montare la torta facendo uno strato di patate, ricoprite con un po’ degli altri ingredienti tritati ed un mestolino di composto con la panna.

image

Fate questa operazione per 4 volte e terminate irrorando bene con il liquido.

image

Dal secondo disco di pasta sfoglia ricavate delle striscioline con le quali farete la griglia sulla quiche.

Aiutandovi con un pennellino bagnate con il latte le striscioline di pasta ed infornate a 170* per circa 1 ora.

image

La ricetta di Barzetti non prevede ne ‘ il prosciutto ne il formaggio ed il quantitativo di panna usata e’ di 150 ml

Mister alloro chiude completamente la torta con il disco di pasta sfoglia e fa un piccolo camino centrale.

Divide la cottura in 2 tempi : 40 minuti senza la panna, quindi inserisce la panna nel foro centrale ( a me questa operazione non e’ riuscita molto bene) e rimette in forno per altri 20 minuti.

Come ho detto prima la mia torta e’ rimasta piuttosto secca allora ,per la serie non famose manca’ niente…….ho preparato una fonduta con gorgonzola e noci e l’ho versata sulle fette di quiche scaldate in forno……..Bhe, tutta un’altra cosa!!!!!

imageimage

…..va da se, io avevo una rimanenza di prosciutto ed ho voluto utilizzarla, ma anche senza o con un’ altro salume, il gusto e’ sempre molto buono.

Buon appetito

 

Oggi mi gioco il jolly

Quiche appena sfornata

Quiche appena sfornata

Si, mi gioco il jolly !

Giocare il jolly, secondo me, significa mettere a tavola parenti ed amici con ciò che è rimasto nel frigo, magari a ridosso di una partenza quando il poverino e’ davvero triste!!!!!

Come ho già detto varie volte, in questi momenti, mi rifugio nelle torte salate che si prestano perfettamente ad ogni tipo di farcitura.

In questa occasione,oltre alla pasta brisè già tirata ho trovato: würstel ( acquistati in Alto Adige dal macellaio, ben diversi da quelli impacchettati! ), zucchine chiare, gorgonzola, con questi ingredienti ho “inventato”:

QUICHE ALLA TEDESCA

  • 2 würstel della Baviera grandi
  • 6 zucchine chiare
  • 1 cipolla bianca
  • 100 gr di gorgonzola
  • 250 ml di besciamella già pronta
  • 1 uovo
  • 50 gr di parmigiano
  • 1/2 bicchiere di latte
  • un pizzico di noce moscata
  • abbondante maggiorana
  • olio evo
  • sale, pepe
  • 1 rotolo di pasta brisè
  • 1 cucchiaio di senape di Digione

ESECUZIONE

Grattugiate le zucchine .

Zucchine tagliate a julienne

Zucchine tagliate a julienne

Tagliate la cipolla con la mandolina e fatela andare molto dolcemente con un po’ d’olio.

Quando sarà appassita, unire le zucchine, insaporite bene, salate e pepate leggermente, versate il latte e cuocete sino a quando il liquido sarà scomparso quasi del tutto.

Farcia cotta

Farcia cotta

Quando  le zucchine saranno raffreddate, preparate la farcia unendo gli altri ingredienti ma  tenendo da parte i würstel : il gorgonzola a pezzetti,la maggiorana, l’ uovo leggermente battuto con un po’ di sale, pepe e noce moscata, il parmigiano e la besciamella

Tagliate a fette i würstel ed insaporitele spalmandole con la senape

Stendete la pasta brisè lasciando sotto la sua carta forno per metterla in teglia.

Pasta brisè

Pasta brisè

Farcite con metà del composto di zucchine, mettete le fettine di würstel su tutta la superficie, l’altra metà di farcia e terminate con altre fette di würstel .

Quiche in composizione

Quiche in composizione

Portate i lembi della pasta verso l’interno, mettete qualche fogliolina di maggiorana e infornate a forno caldo  a 200* per circa 30 minuti.

Quiche in composizione

Quiche in composizione

Gustatela tiepida.

Quiche pronta per essere infornata

Quiche pronta per essere infornata

 

Servitela con un’insalata mista dove non devono mancare il sedano ed i cetriolini sott’aceto.

Il piatto sarebbe comunque ottimo se come verdura della farcia, usaste la verza stufata in agrodolce.

Le zucchine cucinate in questo modo, sono una ricetta della mia Florica che è rumena, da loro si chiamano zucchine alla tedesca e naturalmente, non sono cucinate con l’olio ma con il burro.

Abbinerei a questa quiche una birra, a chi piace, magari la metterei scura di quelle che hanno un leggerissimo retrogusto di liquirizia.

BUON APPETITO

 

 

La soluzione e’ sempre pronta

Quiche appena sfornata

Quiche appena sfornata

Per me la soluzione sempre pronta e ‘ nelle torte salate .

Si possono fare in miliardi di modi ed e’ davvero difficile che non soddisfino i commensali.

In casa mia hanno risolto molte situazioni : dalla volta che gli amici si sono fermati dopo la partita a carte ,ad un rientro improvviso senza aver fatto la spesa .

Abitualmente preparo in abbondanza la pasta brisè e la congelo ma ,qui al mare ,la compro già confezionata , stesa e con la carta forno già incorporata .

Cosi e’ proprio un gioco da ragazzi ,che volete di più ?!?!?

A seconda delle stagioni ,cambio la farcitura ,partendo dall’ottima ,ma un po’ complicata , torta Pasqualina ,alle semplicissime quiche francesi ,per non parlare quando anziché la brisè , uso la pasta della pizza e faccio una focaccia farcita insomma,in questo caso  è davvero un divertimento per chi ,come me ,ama cucinare

Ieri ho fatto la solita ” operazione apertura frigo ” ed ho fatto una …..

QUICHE DE ‘NOALTRI

  • 1 mazzetto di bietoline
  • 3 uova
  • 100 gr di panna da cucina
  • 1 scalogno
  • 50 gr di pecorino grattugiato
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 50 gr di speck tagliato a fettine sottili
  • sale ,pepe ,un pizzico di noce moscata
  • 1 rotolo di pasta brisè già steso

ESECUZIONE

Lavate molto bene le bietoline e fatele lessare per pochi minuti in acqua bollente salata.

Quando saranno cotte ,scolatele,strizzate le bene e tritatele.

In una padella mettete a soffriggere un po’ lo scalogno tritato ( o la cipolla o l’aglio ,come preferite ) e,quando sarà appassito unite le bietole e lasciate insaporire.salate leggermente.

A parte battete le uova con la panna ,il pepe ed un pizzico di noce moscata .

accendete il forno a 200*

Srotolate la pasta brisè e mettetele in una teglia tonda facendo in modo che i bordi superino la circonferenza della teglia, lasciando sotto la carta forno.

Quiche in preparazione

Quiche in preparazione

Bucherellate la pasta con una forchetta e mettete sopra le bietole ,aggiungete il composto di uova e panna ,richiudete i bordi all’ interno e rifinite con le fettine di speck.

Quiche pronta per essere infornata

Quiche pronta per essere infornata

Infornate e cuocete per 40 minuti .

questa farcitura e’ proprio da : “quel che trovo metto “,ma è molto buona anche con gorgonzola ,pere e noci ,oppure con zucchine trifolate ,taleggio e würstel ……insomma ,spazio alla fantasia e andiamo di torte salate !!!!

Pronto in tavola !

Pronto in tavola !

Buon appetito a tutti !