Il piatto della gioia

imageDopo i grigiori invernali, sentiamo proprio la necessità di colore ed allegria.

Vedere la Natura intorno a noi che esplode in un fermento  di vita,  ci dà forza ed allegria ed anche in cucina abbiamo voglia di provare le stesse sensazioni.

Ed allora, per essere sempre più allegri, che c’è di meglio di una succulenta ratatoille abbinata ad una frittura golosa?

image

PETTO DI POLLO IN IMPANATURA SPECIALE

  • 1 petto di pollo tagliato a filelli
  • 2 uova
  • 1/2 limone
  • 100 gr di pane grattugiato
  • 100 gr di formaggi grattugiati misti
  • Maggiorana abbondante
  • prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio ( facoltativo )

ESECUZIONE

Battete le uova con il succo di 1/2 limone un po’ di sale ed un po’ di pepe;

image infarinate leggermente i petti di pollo e metteteli in fusione nell’uovo per almeno un’ora tenendoli in frigo.

Nel frattempo preparate l’impanatura: mischiate il pane grattugiato con i formaggi e aggiungete un trito di erbe aromatiche ( io ho indicato le mie preferite) e, se vi piace 1 spicchio d’aglio tagliato molto finemente.

image

Impanate con la panur i petti di pollo e friggeteli in abbondante olio di semi di arachidi

image

Finito di friggere la carne,

image mischiate la panatura con l’uovo e amalgamate bene sino ad ottenere un composto abbastanza sodo da poter fare delle polpettine image

Friggete anche le polpettine, che la mia nonna chiamava pallotte, e servite questo piatto ” della gioia” con una variopinta ratatoille o, se preferite, con un’ insalatina mista arricchita con i semi di girasole tostati leggermente

Buon Appetito

Insalata teutonica di riciclo

image

Come sarebbe stato facile supporre. Un pollo intero e’ veramente troppo per 2 persone anche se di buona forchetta… Allora per il “riciclo” del mezzo pollo arrosto avanzato, mi sono ricordata di una ricetta tedesca che mi aveva dato la mia amica Denise tanti anni fa. La passo a voi perché penso che forse con l’ avvicinarsi dell’ estate, un insalata di pollo può essere una soluzione pratica per il pranzo in spiaggia.

INSALATA DI POLLO ALLA TEDESCA

  • 1 petto di pollo cotto
  • 4 patate
  • carciofini sott’ olio
  • cipolline in agrodolce
  • 2 uova sode
  • 4 noci
  • maionese
  • senape
  • prezzemolo
  • aglio
  • 1 cucchiaio di vino bianco
  • Olio evo
  • sale, pepe

ESECUZIONE

Lessate le patate, sbucciatele, fatele raffreddare quindi tagliatele a tocchi e conditele, dopo averle messe in una terrina abbastanza capiente,  con un po’ d’olio, il sale ed il pepe.

image

Tagliate anche il petto di pollo a tocchetti non molto grandi ed unitelo alle patate.

image

Tagliate a spicchi l’ uovo ed aggiungete anche i restanti ingredienti: i carciofini, le cipolline e le noci spezzettate e fatte leggermente tostare.

image

Mischiate 2 cucchiai di maionese con un cucchiaino di senape ed allungate con 1 cucchiaio di vino bianco. Emulsionate bene ed unite prezzemolo tritato e (se volete) mezzo spicchio d’aglio schiacciato.

image

Con questa salsa condite l’ insalata di pollo e servite a temperatura ambiente.

La ricetta originale prevede oltre al pollo anche qualche wurstel che io non avevo in casa e per questo non ho usato. Vi consiglio di aggiungere anche qualche oliva taggiasca denocciolata e una manciatina di capperi dissalati, questi due ingredienti danno un carattere più mediterraneo a tutto il piatto che non è cosa da poco!

Buon Appetito!!

Petto di pollo in crosta di sesamo

imageHo trovato questa sfiziosa ricettina nel nuovo libro della Clerici.

L’ho provata perché casualmente avevo in casa tutti gli ingredienti, naturalmente non mi sono limitata a copiarla ma ho apportato alcune modifiche che secondo me, erano più consone al nostro gusto: un successo!

Prima della solita domanda: com’è ? ,mio marito con enfasi aveva già detto : brava, è buono davvero!!!!!!

Bhe, dopo tutto questo calore, ho pensato di lasciare le ricette di famiglia e, per questa volta, condividere con voi la ricetta di Antonella, dandole un tocco personale con le mie modifiche.

PETTO DI POLLO ALLE VERDURE IN CROSTA DI SESAMO

  • 1 petto di pollo di circa 400 gr
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • 4 zucchine chiare
  • 1 scalogno
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • abbondante maggiorana
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  • 3 cucchiai di semi di sesamo
  • peperoncino
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • sale pepe
  • olio evo

ESECUZIONE

Dividete a filetti i petti di pollo e batteteli leggermente

image

Insaporite ogni filetto con sale e pepe

Tagliate a cubotti piccoli le verdure, mettetele in padella con uno scalogno tritato, un po’ di peperoncino e olio evo. Farli andare leggermente quindi irrorate con il limone ,salate e pepate e lasciateli sul fuoco sino a quando saranno cotti a croccanti.

image

Quando le verdure saranno cotte unite la maggiorana e disponete su ogni filetto di pollo

image

1 cucchiaio di verdure ,distribuite anche un po’ di parmigiano e chiudete ad involtino i filetti, se serve, chiudete con uno stuzzicadenti.

Mescolate il pangrattato, il parmigiano ( 2 cucchiai) ed il sesamo .

image

Passate gli involtini la panure e Disponeteli sulla placca del forno rivestita di carta forno leggermente oleata.

image

Cuocete in forno preriscaldato  a 180* per 30 minuti.

Ho servito gli involtini con un soffice purè e le verdurine della farcitura.

image

Ho aggiunto il purè, perché in questo modo ho preparato un’ unica portata ed il pranzo è stato assolutamente sufficiente!!!!

BUON APPETITO A TUTTI!!!

Fritto carnival….ovvero re fungo parte seconda

image

 

Vi ricordate i fantastici funghi amiantini??? Si, proprio quelle magnifiche creature che abbiamo acquistato domenica sul monte Amiata

Con i gambi ho preparato il sugo per i Pici, con le cappelle invece,mi sono voluta fare del male e le ho cucinate fritte.

image

 

Siccome mi sembrava poco, ho aggiunto al fritto di funghi,le olive all’ascolana ed i pizzicotti al formaggio….così ,tanto per gradire!

image

Per mettere a tacere la coscienza,ho abbinato a questa goduriosa bomba calorica  un’insalata di finocchi, arance e sedano…..per alleggerire il piatto…..ed i sensi di colpa!

Ormai e’ fatte e,se anche a voi come a me  piace il peccato……di gola, vi do queste ricette che sono davvero una delizia per i sensi, e non solo di colpa!!!

Le cappelle dei funghi le ho semplicemente tagliate a fette dopo averle pulite con un cencino umido infarinate e passate in uova sbattute dove ho messo anche sale,pepe ed il succo di mezzo limone….olio caldo e voilà, il gioco e’ fatto.

Dopo questa operazione,mi sono avanzate parecchie uova battute allora ho aggiunto: 3 cucchiai di parmigiano grattugiato,1 cucchiaio di pecorino sempre grattugiato, parecchia maggiorana ed un po’ di acqua gassata e gelata.

per rendere l’impasto più consistente ho aggiunto del pangrattato, ed ho controllato il sale ed il pepe .

con due cucchiaini ho formato delle piccole quenelle gettandole direttamente nell’olio caldo.

per la loro forma irregolare le ho chiamate pizzicotti.

Per quel che riguarda le olive ascolane,ho preso la velocissima ricetta di Luisanna Messeri, che, anziché utilizzare le olive come guscio per l’impasto, le mette nell’impasto stesso a pezzi grandi.

Sono veloci da fare ed il gusto e’ molto simile all’originale.

Rispetto alla ricetta di Luisanna, io ho aggiunto la mortadella perché credo che sia un ingrediente cardine per le olive ascolane.

OLIVE ASCOLANE AUMM AUMM DI LUISANNA MESSERI

  • 400 gr di olive verdi
  • 120 gr di petto di pollo
  • 120 gr di manzo
  • 120 gr di maiale
  • 120 gr di mortadella
  • 100 gr di grana grattugiato
  • 1 cipolla, 1 carota, 1 gambo di sedano
  • 1 rametto di salvia
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • noce moscata
  • sale, pepe
  • farina qb
  • pangrattato
  • olio per friggere

ESECUZIONE

Tritate grossolanamente le olive dopo averle denocciolate

Tagliate le carni a cubetti ed in una padella rosolate con un filo di olio evo, il trito di carota, cipolla e sedano ed il mazzetto di salvia.

Non appena avrà preso colore, unire la carne e fatela tostare.

Sfumate con il vino bianco e portate a cottura.

Quindi mettete la carne, dopo averla fatta un po’ freddare ed aver tolto la salvia, e la mortadella nel mixer sino ad ottenere un composto piuttosto fine.

A questo punto unire il parmigiano, 2 uova, la noce moscata, le olive tritate, sale e pepe, in più, se serve, anche un po’ di pangrattato per rendere il composto ben compatto.

Amalgamare molto bene manualmente il tutto.

Formate tante piccole  olivelle, passatele nella farina, nell’uovo e in ultimo nel pangrattato.

Friggetele in olio di arachidi e servitele appena tiepide

Come vi avevo detto in accompagnamento a questo piatto ho servito un’insalata di finocchi,sedano ed arance, direi che l’abbinamento e’ riuscito benissimo!!!!!

BUON APPETITO!!

image