Nonnaaaaaa, sbrigati!

imageSi, si mi sbrigo ed andiamo subito a danza, ma prima voglio annotare la ricetta di questa super frittata che ho preparato oggi!

Tutto è iniziato perché volevo preparare una tortilla ma, controllando il frigo, mi sono accorta di alcuni cibi che andavano consumati in fretta e così metti questo ed aggiungi quello, e’ venuta fuori una frittata super buona, purtroppo con poche foto, perché solo all’ultimo ho osato passarla anche a voi!

FRITTATONA ” I CHE C’È C’È ”

  • 3 uova
  • 3 patate
  • 1 cipolla
  • 200 cl di latte
  • 50 gr di parmigiano
  • Abbondante maggiorana
  • 2 fette di prosciutto cotto
  • 2 bocconcini di mozzarella di bufala
  • olio
  • sale
  • pepe

ESECUZIONE

Tagliate con la mandolina le patate e la cipolla e mettetele in padella con un po’ di olio evo.

Quando avranno preso un po’ di  colore, aggiungete il latte, salate e cuocete a fiamma bassa.

Nel frattempo battete le uova con il parmigiano,un pizzico di sale la maggiorana tritata ed un po’ di pepe.

Mettete le patate ormai cotte nell’uovo ,unite le mozzarelle tagliate a fettine ed il prosciutto tritato grossolanamente .image

Rimettete nella padella un filo d’olio e procedete normalmente nella cottura rigirando la frittata una sola volta.image

……..un’insalatina di finocchio ed arance e vai, il pranzo è servito!

ciao, corro a danza…… Eccomi arrivoooooooo

Buon Appetito image

Annunci

Dedicato a nonna Pat!

image

Chiamare Patrizia solo nonna, è davvero limitativo. Infatti stiamo parlando di una splendida amica, donna, moglie e mamma, imprenditrice di successo, nonna di 5 meravigliose nipoti tra grandi e piccine che l’adorano, nonché  Blogger seguitissima di NON SI SFUGGE ALLA PROPRIA NONNA dove non ci dà soltanto succulenti ricette ma ci racconta con sentimento e passione episodi importanti della sua vita. Insomma un’amica fantastica per tutti! Per il grande affetto che mi lega a lei, voglio dedicarle la ricetta di oggi, ricetta appunto della sua città: i sedani ripieni alla pratese.

È la prima volta che mi cimento in questa preparazione ma, in vista delle feste, mi piace sperimentare ricette nuove sino a raggiungere il menù perfetto per i miei commensali. Come capita sempre con i piatti tradizionali, ogni famiglia ne ha una propria versione, quella che è arrivata a me mi è stata data da un amico la cui nonna era pratese. Non so se si tratta dell’originale o di una versione riveduta e corretta, vi posso però garantire che è davvero squisita.

SEDANI ALLA PRATESE

  • 8 costole di sedano grandi
  • 100 gr di fegatini
  • 100 gr di prosciutto crudo in una sola fetta
  • 200 gr di carne macinata
  • 2 uova
  • maggiorana
  • 50 gr di funghi secchi
  • 50 gr di parmigiano
  • farina
  • 50 gr di burro
  • 1 scalogno
  • sugo di carne
  • olio evo
  • Sale pepe
  • noce moscata

ESECUZIONE

Pulite molto bene le costole di sedano dai filamenti. Lavatele e scolatele per qualche minuto in acqua bollente e salata. Lasciatele intiepidire su di un canovaccio, togliete le parti filose che eventualmente sono rimaste e tagliateli a pezzi lunghi circa 10 cm.

image

In una casseruola rosolate nel burro lo scalogno tritato, la carne macinata  ed i fegatini.

image

Quando saranno cotti, dopo pochi minuti, mettete nel mixer con il prosciutto, i funghi secchi prima ammollati nell’acqua, il parmigiano la maggiorana e l’uovo.

image

Aggiustate di sale e pepe ed un pizzico di noce moscata. Distribuite il ripieno sopra ogni metà di sedano e con l’altra metà copriteli. Premete leggermente per chiudere meglio che potete e legateli con refe da cucina senza nodi per non farli rompere. Infarinateli bene e passateli nell’ uovo leggermente battuto salato e pepato.

image

Quindi friggeteli in abbondante olio caldo,

image

In una teglia mettete abbondante sugo di carne con un mestolo di brodo ,aggiungete i sedani e fateli insaporire lentamente nel sugo finché non saranno ben ritirati e avranno preso un bel colore rosso vivo.

image

Mi scuso ancora con tutti gli amici pratesi, come ho già detto, non so se è la vera ricetta ma è sicuramente come la ricordava nel suo cuore il nostro amico Mario. E’ una ricetta che sa di famiglia.

Pat, la ricetta è per te. Una ricetta speciale per una donna speciale!

Buon appetito!

 

Non è detto che il maestro abbia sempre ragione !

imageQuando sono a casa,non manco mai di guardare “la prova del cuoco”, così e’ successo ieri ed alla vista della meravigliosa torta di patate alla francese, ho deciso di copiarla per la sera stessa.

Piccola verifica in frigo e dispensa per controllare gli ingredienti e subito al lavoro.

Mi è piaciuto ascoltare le notizie storiche riguardanti questa quiche, infatti il grande Sergio ci ha detto che questo era il pranzo del venerdì dei contadini francesi ,che con un piatto senza carni e formaggi, rispettavano l’astinenza ma avevano comunque l’energia per il lavoro.

Devo essere sincera, la torta di patate mi ha deluso, perché mi aspettavo un interno morbido scremo sodata la presenza della panna, invece e’ rimasto secco e stopposo !

Mi sono data subito da fare ed ho trovato il rimedio, sia per consumare comunque la torta già fatta che per non incorrere più nell’inconveniente.

Eccovi allora la ricetta riveduta e corretta

TORTA DI PATATE ALLA FRANCESE ED UN PO’ TOSCANA

  • 2 grosse patate
  • 2 dischi di pasta sfoglia
  • 200 gr di panna fresca
  • 2 scalogni
  • 50 gr di prosciutto cotto
  • 50 gr di provola grattugiata
  • 1 uovo
  • un pizzico di noce moscata
  • prezzemolo
  • sale pepe

ESECUZIONE

tagliare a fette sottilissime le patate ( fate questo passaggio con la mandolina ), mettetele in acqua per togliere l’amido ed asciugatele.

Stendete un po’ la pasta sfoglia anche se già stesa, e mettetela in una teglia  a bordi alti con la carta forno ,facendo in modo di foderare con la pasta la teglia stessa.

Tritate il prosciutto, il prezzemolo e gli scalogni tutti separatamente, grattugiate la provola e teneteli da parte

Battete  le uova con la panna, il sale, il pepe e la noce moscata.

Iniziate a montare la torta facendo uno strato di patate, ricoprite con un po’ degli altri ingredienti tritati ed un mestolino di composto con la panna.

image

Fate questa operazione per 4 volte e terminate irrorando bene con il liquido.

image

Dal secondo disco di pasta sfoglia ricavate delle striscioline con le quali farete la griglia sulla quiche.

Aiutandovi con un pennellino bagnate con il latte le striscioline di pasta ed infornate a 170* per circa 1 ora.

image

La ricetta di Barzetti non prevede ne ‘ il prosciutto ne il formaggio ed il quantitativo di panna usata e’ di 150 ml

Mister alloro chiude completamente la torta con il disco di pasta sfoglia e fa un piccolo camino centrale.

Divide la cottura in 2 tempi : 40 minuti senza la panna, quindi inserisce la panna nel foro centrale ( a me questa operazione non e’ riuscita molto bene) e rimette in forno per altri 20 minuti.

Come ho detto prima la mia torta e’ rimasta piuttosto secca allora ,per la serie non famose manca’ niente…….ho preparato una fonduta con gorgonzola e noci e l’ho versata sulle fette di quiche scaldate in forno……..Bhe, tutta un’altra cosa!!!!!

imageimage

…..va da se, io avevo una rimanenza di prosciutto ed ho voluto utilizzarla, ma anche senza o con un’ altro salume, il gusto e’ sempre molto buono.

Buon appetito