Vacanze napoletane: risotto al radicchio rosso carciofi e stracchino

img_4181

Si, è vero, il risotto, al radicchio poi, c’entra molto poco con Napoli.

img_4182

Ma un po’ di foto di questa bellissima città avevo proprio voglia di postarle

img_4186

Una città affascinante , ricca, povera e misteriosa quanto più che prevedibile

img_4213

dove la cultura, l’arte di arrangiarsi, la cucina la profonda bellezza dei suoi abitanti la rendono unica al mondo

img_4217

gli incontri che si fanno nelle sue fastose piazze o nei suoi vicoli intricati aprono ad un viaggiatore attento un mondo che mai più abbandonerà la sua anima: “vedi Napoli e poi mori”…..anche se Mori sarebbe un comune a pochi km da Napoli ma, a noi romantici piace pensarla a modo nostro!

img_4174

Visto che il nostro viaggio è di fantasia, torniamo in Veneto a preparare questo squisito risotto un po’ rivisitato con gli avanzi del frigo ma eccezionalmente buono !

Simmo a Napoli paisà…o quasi !

RISOTTO AL RADICCHIO ROSSO CON CARCIOFI E STRACCHINO

  • 350 gr di riso Carnaroli
  • 1 scalogno
  • 1 carciofo trifolato già cotto
  • 1 radicchio rosso
  • 1 L di brodo vegetale
  • 80 gr di stracchino
  • noci
  • 30 gr di burro
  • 1\2 bicchiere di vino bianco
  • sale, pepe
  • 80 gr di parmigiano reggiano

ESECUZIONE

Tagliate il radicchio a listarelle e mettetelo in pentola con lo scalogno tritato e i carciofi trifolati ( avevo in frigo un avanzo di carciofi e l’idea di unirli al radicchio è stata davvero vincente) unite il burro e fate insaporire

img_5808-2

Unite il riso e fate leggermente stufare

img_5810-2

Sfumate con il vino bianco

img_5809-2

Appena l’alcool sarà evaporato aggiungete il brodo caldo

img_5811-2

e portate a cottura

img_5812-1

a 5 minuti dalla fine della cottura unire lo stracchino

img_5813-2

mantecate bene

img_5815-1

unite il parmigiano

img_5814-1

mescolate energicamente , mettete il coperchio , levate dal fuoco e lasciate a snervare coperto per qualche minuto

img_5816-1

servite decorato con gherigli di noce

img_5817-1

E’ un piatto venuto fuori un po’ per caso, ma vi garantisco di ottimo risultato

Buon Appetito a tutti

Annunci

Cucina della salute: radicchio rosso alla piastra

IMG_2611

Non sono vegetariana ma penso che privilegiando, sulle nostre tavole, la frutta e la verdura, si dia un notevole aiuto alla salute.

image

Tenendo presente questo concetto, organizzo la spesa settimanale mettendo in cima alla lista frutta e verdura rigorosamente di stagione, perché proprio la stagionalità dei prodotti è il segreto della loro utilità per la salute

image

Nel periodo invernale non mancano mai i cavoli in tutte le loro differenti specie, i carciofi, i finocchi le verdure amare e le verdure a foglia, insomma tutto ciò che va dal verde al bianco passando anche dal rosso autunno!

IMG_5170

Oggi ho preparato il radicchio rosso alla piastra che, come evidenzia il suo gusto amarognolo ma molto appetitoso, ha dei componenti che sono ottimi per purificare il sangue

RADICCHIO ROSSO ALLA PIASTRA

  • 2 piantine di radicchio rosso lungo
  • olio evo nuovo ( possibilmente con il pizzico: olio toscano)
  • aceto rosso di vino (o balsamico)
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale pepe

ESECUZIONE

Tagliate in 4 parti le piantine di radicchio; mettetele in un piatto e conditele bene con un’emulsione di olio, aceto, l’aglio spremuto, un pizzico di sale ed un pizzico di pepe nero; lasciate così ad insaporire per 1 ora.

IMG_5171

Fate scaldare molto bene la piastra pulita benissimo

IMG_5177

e, appena sarà pronta, cuocete il radicchio

IMG_5176

Chiudete la piastra e scaldate la verdura per pochissimi minuti

IMG_5178

Servite con bruschette di pane casereccio ed olio nuovo ed iniziate con questa ricetta la difesa ai malanni invernali !

IMG_5179

Buon Appetito

penne da cantina

img_2348 Federica e Francesco oggi sono passati da casa.Ieri sera erano impegnati in un lavoro vicino a casa nostra ed hanno pensato bene di  venire in visita ai vecchi genitori

Hanno avuto una idea super, quella di non venire da soli, ma accompagnati da una mega bottiglia di AMARONE di ottima qualità

Data la gradazione eccessiva del suddetto vino (17 gradi) ho voluto utilizzarlo per preparare un sugo di salsiccia veloce e un po’ corposo, ma, date le temperature esterne ormai rigide ed invernali, vi garantisco che tutti hanno gradito …e molto

PENNE ALL’AMARONE

  • 500 gr di penne di Gragnano
  • 3 salsicce a punta di coltello
  • 1 pianta di radicchio rosso
  • 125 gr di mascarpone ( o di gorgonzola e mascarpone)
  • 1 bicchiere di AMARONE (o di un vino rosso corposo)
  • noci a piacere
  • 1 scalogno
  • sale, pepe

ESECUZIONE

Mettete sul fuoco la pentola per la pasta; in una padella dove potrete saltare le penne, fate rosolare senza aggiunta di condimento le salsicce sgranate  con lo scalogna tritato                                                            img_2340quando sarà ben rosolata, sfumate con meta’dell’AMARONE e fate andare sino a completa tostatura della salsiccia

img_2341Tagliate a filettino il radicchio

img_2342

e mettetelo in padella con la salsiccia, salare e pepare.

img_2343

unite il restante AMARONE e proseguite sino ad esaurimento di tutto il liquido; mettete la famigliola a schiacciare le noci

img_2344

buttate la pasta nell’acqua salata ed aggiungete il mascarpone alla salsiccia sciogliendolo bene aiutandovi a tale scopo con l’acqua della pasta

img_2345

trascorso il tempo di cottura della pasta, scolatela nella padella e fate amalgamare bene il condimento

img_2347

Servite a parte le noci che, chi vorrà, metterà sulla pasta per dare un tocco finale di croccantezza.

img_2346

come vi ho suggerito nell’elenco degli ingredienti, questo condimento cotto nell’AMARONE, si abbina benissimo con il gorgonzola perché questo vino è uno dei pochi che sopporta benissimo la “potenza” di questo formaggio!

Le dosi di oggi sono per 6 persone, tanti eravamo noi a tavola e ci siamo ” spolverati” tutto

Buon Appetito