LE POLPETTE DI NONNA………

………sono il piatto del cuore

image

Ognuno di noi, sono certa, ha nell’animo il gusto delle polpette che preparava la nonna ed ogni volta che le rifacciamo riaffiora in noi quel meraviglioso sentore di armonia e gioia di spirito

img_2360

Questa citazione molto fogazzariana, mi serve semplicemente per dire che ogni famiglia ha la sua ricetta segreta per le polpette che, ogni qualvolta viene preparata, porta la festa in famiglia

image

Oggi ho preparato le polpette della mia nonna Quanita con l’aggiunta di ciò che mi “suggeriva”il frigo, presentandole però in un modo originale e coreografico che le ha rese più stuzzicanti

img_2645

POLPETTE ALLE OLIVE CON PEPERONI

per le polpette :

  • 200 gr di carne di manzo tritata
  • 200 gr di carne mista ( pollo, maiale, vitello o ciò che avete disponibile9
  • 6 fette di mortadella (circa 50 gr)
  • 6 fette di prosciutto crudo (circa 50 gr)
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • prezzemolo tritato
  • maggiorana tritata
  • un pizzico di noce moscata
  • 1 uovo
  • sale pepe

per la cottura delle polpette:

  • 4 peperoni rossi e gialli
  • 1 scalogno
  • olive verdi e nere piccanti
  • capperi sotto sale
  • 400 gr di salsa di pomodoro
  • olio evo
  • sale pepe
  • 1 pagnotta di pane pugliese

ESECUZIONE

Passate al tritacarne tutti gli ingredienti delle polpette, amalgamateli con l’uovo, formate le polpettine image, passatele nel pane grattugiato

image e friggetele in abbondante olio di semi di girasole

img_2638

Appena saranno pronte, dedicatevi alla preparazione della salsa

img_2639

In una casseruola con un filo d’olio evo, fate stufare lo scalogno

img_2640

dopo averli ben lavati e mondati, tagliate a julienne e peperoni e fateli insaporire

img_2641

Unite ora la salsa di pomodoro e fate un po’ restringere il condimento; quindi lavate i capperi dal sale, metteteli in pentola con le olive  e continuate la cottura della salsa (ci vorranno circa 20 minuti)

img_2642A metà cottura aggiungete le polpette e fate insaporire tutto insieme

img_2643

Utilizzate i 10 minuti di cottura finale delle polpette per scaldare la pagnotta alla quale avrete tolto la mollica

Quando tutto sarà pronto, mettete le polpette nel pane bello croccante e servite……..si mangeranno anche il piatto, questa volta veramente!

Buon Appetito

Perché tartare, si dice carne cruda!

Ops , si è rotto il tuorlo!!

Ops , si è rotto il tuorlo!!

La steak tartare è notoriamente un piatto della cucina francese ma noi che non siamo secondi a nessuno, abbiamo la carne cruda all’albese. Con tutto il rispetto, non fosse altro che per uno dei suoi ingredienti cioè il tartufo bianco di Alba, è un antipasto che non deve chiedere mai!

Preparare una tartare di carne o di pesce é un modo semplice e veloce per allestire uno spuntino sul terrazzo o in giardino in questi giorni di caldo infernale; non si accendono i forni o fornelli, si sta poco in cucina e si consuma comunque un piatto gratificante al palato e allo spirito.

Oggi preparerò la tartare di carne, precisamente di vitello piemontese, tagliata a coltello come si addice all’alta cucina e condita come la preparava nonna Francesca in estate quando era impossibile trovare il tartufo bianco. Erano tempi in cui le stagionalità dei prodotti si rispettavano.

Mi sono concessa qualche variazione sul tema, spero di avere comunque il suo ed il vostro consenso.

CARNE CRUDA ESTIVA ALLA PIEMONTESE

  • 300 gr di polpa di polpa di vitello
  • 1/2 spicchio d’aglio ( facoltativo)
  • 1 cucchiaio ci capperi sotto sale dissalati
  • 4 filetti d’acciuga sott’olio
  • foglioline tenere di sedano
  • erba cipollina
  • semi di senape
  • olio evo q.b.
  • sale, pepe.
  • Succo di 1 limone
  • 4 tuorli d’uovo freschissimi

ESECUZIONE

Tagliate a coltello, facendo attenzione a non spappolarla, la polpa di vitello sino ad ottenere pezzettini piccolissimi; mettetela in una ciotola e conditela con sale, pepe, semi si senape , limone ed in ultimo ottimo olio d’oliva, magari ligure! Amalgamate molto bene.

A parte tritate tutti gli altri ingredienti (eccetto l’uovo naturalmente) ed uniteli alla carne.

image

Insaporite e mischiate molto bene , controllate il sale, e lasciate riposare per 1/2 ora in frigo in un contenitore coperto.

Trascorso questo tempo, dividete il composto in 4 parti uguali e formate delle grosse polpette che metterete al centro del piatto.

Aiutandovi con il dorso di un cucchiaio, fate un incavo centrale in ogni polpetta e mettete l’uovo che condirete con olio, sale, pepe e qualche goccia di limone.

Servite immediatamente.

La carne cruda si serve solitamente con ogni tipo di verdura cruda in insalata, si amalgama il tuorlo alla carne e magari si accompagna il tutto con crostini fatti con fettine di baguette tagliate sottili e volendo davvero essere audaci, passate prima in padella con eccellente burro di malga spumeggiante… fate finta di non aver capito!!image

Buon Appetito!