la pesca della vigna

IMG_4713

Conoscete la pesca della vigna?

Si tratta di una antica varietà di pesche che mantiene ancora un intenso profumo ed un sapore che ricorda la frutta di una volta.

Il suo nome deriva dal fatto che veniva coltivata nei filari di uva e serviva, poiché maturava alla fine di agosto primi di settembre, ad alleviare la sete dei contadini impegnati nella vendemmia , poiché essendo ricca di succo saporito era un vero corroborante contro la fatica

Ho avuto la fortuna di ricevere in regalo  dalla mia amica Sonia un’intera cassetta di queste prelibatezze ed ho subito  pensato di preparare una scorta di marmellata che, sono certa, quest’inverno, sarà contesa da tutta la famiglia!

MARMELLATA DI PESCHE DELLA VIGNA

  • 1 kg di pesche della vigna
  • 1\2 kg di zucchero di canna
  • 1 bustina di fruttare 2:1

ESECUZIONE

Sbucciate le pesche e tagliatele a tocchi pesando 1 kg di polpa

IMG_4714

Mettete quindi le pesche in una pentola alta e capiente

IMG_4715

Mischiate la bustina con lo zucchero ed aggiungete il tutto, a freddo, alle pesche

IMG_4717

Portate a bollore

IMG_4718

Passate la marmellata con il mixer sino ad ottenere la consistenza che più vi piace.

IMG_4719

Quando raggiungerà il bollore fate sobbollire per 3 minuti come suggerisce la confezione del fruttapec; nel frattempo sterilizzate i barattoli nel modo che desiderate ( io li lavo prima in lavastoviglie quindi li metto nel microonde con dentro 2 dita d’acqua e li faccio andare per circa 4 minuti; quindi li svuoto dall’acqua e li capovolgo su un canovaccio pulito per farli asciugare )

IMG_4721

Quando i vasetti saranno asciutti, con l’aiuto di un imbuto dalla bocca larga,

IMG_4720

invaso  la marmellata sino ad esaurimento

IMG_4722

Metto il tappo, che dovrà essere rigorosamente nuovo e sterile

IMG_4723

metto quindi i barattoli capovolti per far si che si formi il sottovuoto indispensabile per la conservazione della marmellata. La marmellata sarà subito pronta per il consumo, ma, se ce la fate, conservatela per il lungo inverno, sarà come racchiudere in vasetto un po’ d’estate.

IMG_4724

…e non ho finito perché oltre alle pesche della vigna, Sonia mi ha dato anche delle meravigliose prugne, quindi, la produzione continua!!!

IMG_4725

Annunci

E’ arrivata la tribù

image

Siamo in piena estate, tutti hanno bisogno di mare, e allora tutti al mare da mamma!

image

In questi casi, quando la casa è super affollata, il primo comandamento é non accendere MAI il forno, perché, ovviamente,  si desidera solo un po’ di fresco.

image

Allora se proprio siamo obbligati ad usare il forno abbiamo pensato di  mettere un fornetto in giardino per ovviare a questo enorme problema. Capita però che il suddetto fornetto non sia adatto alla cottura perfetta dei dolci lievitati e la deliziosa “torta soffice alle pesche”

image

diventi un succoso ” pasticcio alle pesche caramellato”da servire ancora tiepido con un buon gelato alla vaniglia.

image

 

PASTICCIO DI PESCHE CARAMELLATO

per la torta

  • 2 uova
  • 200 gr di zucchero
  • 215 gr di farina
  • 1\2 bustina di lievito per dolci
  • 125 gr di olio di semi di arachide
  • 1 pesca
  • 1 limone ( buccia e succo)

per il caramello

  • 1\2 bicchierino di liquore alla pesca
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • il succo di 1 limone

ESECUZIONE

Montate le uova con lo zucchero, con le fruste elettriche, sino ad ottenere un composto bianco e spumoso.

Setacciate la farina con il lievito, aggiungete la buccia grattugiata del limone e aggiungeteli al composto di uova

unite a filo l’olio, mentre impastate, sino ad ottenere un composto molto areato.

Tagliate le pesche a pezzetti ed unitele al composto quindi infornate e mettetelo  in una teglia imburrata e cuocete per circa 45 minuti a 180°

Quando la torta sarà cotta (spero meglio della mia) irroratela completamente con lo sciroppo fatto con gli ingredienti indicati

image

servite il pasticcio con un buon gelato alla vaniglia!!

Buon Appetito

Roba da nonne…Titti naturalmente

IMG_3221

Per tutti i fine settimana di giugno, dal giovedì alla domenica, a Quercegrossa, la località dove abitiamo a 6 km da Siena tra la meraviglia e la pace del Chianti senese, si svolge la “FESTA DELLO SPORT” bellissima manifestazione che coinvolge tutti i volenterosi e che , data l’ottima cucina che si può gustare, è un attesissimo appuntamento per tutti gli abitanti della zona.

IMG_3223

Al servizio ai tavoli vengono impegnati anche i bambini, e quest’anno, anche se non ancora in età adatta, con una deroga speciale, ha potuto partecipare anche Agata …con sua immensa gioia!

IMG_4462

Si sentiva così felice ed importante per la fiducia accordatale, che si è subito proposta anche per i prossimi fine settimana. La regola, in questo tipo di manifestazioni, dice che “il bancone dei dolci” debba essere allestito dagli abitanti, che, a titolo gratuito, preparano un dolce casalingo che poi sarà venduto ed il ricavato andrà per organizzare eventi per i ragazzi ed i bambini durante l’inverno.

La mia dolce nipotina ha subito risolto il problema: quando le hanno chiesto che dolce avesse intenzione di portare, non ci ha pensato su troppe volte : “ma queste sono cose da nonne…Titti naturalmente!!”

Allora nonna Titti si è data subito da fare ed ho trovato  girovagando per l’web, una fantastica e semplicissima ricetta per una torta di mele ( un dolce secco mi sembrava più adatto con il caldo di questi giorni) che  con qualche ritocchino personale qua e là, ho chiamato :

LA TORTA DI NONNA TITTI

  • 4 mele golden
  • 1\2 bicchiere di olio di semi di arachide
  • 1\2 bicchiere di latte di mandorle ( oppure latte intero)
  • 1 bicchiere di zucchero di canna + 1 cucchiaio
  • 2 uova
  • 2 + 1\2  bicchieri di farina 1
  • 1 limone non trattato
  • 1\2 bicchiere di liquore alla banana ( oppure limoncello)
  • 1 bustina di lievito

ESECUZIONE

Sbucciate 3 delle 4 mele e tagliatele a tocchetti piuttosto piccoli e metteteli a macerare nel liquore alla banana con il cucchiaio di zucchero, il succo del limone e la buccia dello stesso grattugiata

IMG_4448

mischiate bene e lasciate riposare per circa 15 minuti

IMG_4449

Nel frattempo accendete il forno ed iniziate la preparazione della torta vera e propria; in una terrina mettete le uova, l’olio ed il latte di mandorle unite quindi lo zucchero e, con l’aiuto di un cucchiaio di legno, mischiate un pochino

IMG_4451

Aggiungete la farina ed il lievito

IMG_4452

e, sempre aiutandovi con il cucchiaio di legno, mischiate sino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi

IMG_4453

A questo punto mettete le mele con il liquido di macerazione insieme al composto per la torta

IMG_4454

foderate uno stampo da ciambella con la carta forno ( oppure imburratelo) e mettetevi la torta

IMG_4455

Sbucciate la mela rimasta e tagliatela a fettine sottili che metterete a raggiera sopra l’impasto

IMG_4456

Infornate in forno già caldo a 180* per 45 minuti ( io ho il forno in giardino in questa stagione…lo consiglio a tutti !)

IMG_4457

Trascorso questo tempo, sfornate la torta

IMG_4459

Lasciate intiepidire e cospargete di zucchero a velo prima di servire

IMG_4460

Questa torta è ottima servita tiepida con una pallina di gelato alla banana… magari fatto in casa !

Buon Appetito

Dolcezze di nonna

Quella di oggi è una torta deliziosa e semplicissima che ricordail tempo trascorso nei rifugi alpini,durante la settimana bianca

image

se l’abbiniamo ad una tisana ai frutti di bosco o ad un profumatissimo vin brulè, la sensazione sarà sicuramente quella di trovarsi tra l’imperiosa maestà delle altitudini alpine

image

La ricetta mi è stata data da mia figlia Giulia che, essendo celiaca, cerca le ricette con le farine alternative , devo dire che questa è davvero speciale!

image

TORTA GIULIA

  • 150 gr di farina di grano saraceno
  • 100 gr di farina di riso( o farina macinata a pietra tipo 5)
  • 2 uova
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 125 gr di olio di arachide
  • 1\2 bicchierino di rum aromatico
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 10 noci sgusciate
  • 2 mele golden
  • marmellata di frutti di bosco

ESECUZIONE

Sgusciate le noci e tagliate a tocchetti le mele dopo averle sbucciate; mettete nel robot da cucina le farine, lo zucchero, l’olio, le uova, il rum ed il lievito.Amalgamate bene gli ingredienti e, a parte, unite le noci tritate grossolanamente e le mele a tocchetti.

IMG_3212

Imburrate e infarinate una tortiera a cerniera e versatevi il composto

IMG_3213

infornate a forno caldo a 180° per circa 45 minuti

IMG_3215

Quando sarà pronta e raffreddata, tagliatela a metà in orizzontale e farcitela con la marmellata di frutti di bosco, o con un’altra marmellata  a vostro piacimento, ed in ultimo cospargete la superficie con zucchero a veloIMG_3216

E’ ottima per la colazione, magari abbinata ad una crostata

IMG_3218

ma, come ho detto, è assolutamente superlativa, servita con abbondante panna montata e con una tisana dal gusto di montagna

IMG_3219

Buon Appetito

 

Tris di dolci

img_2535

Con oggi termino il tris di dolci che ho preparato con la mia Agatina, anche questo ha trovato il suo pieno consenso, anche se non ha partecipato attivamente alla sua esecuzione in quanto è molto meglio se i bambini non si avvicinano al caramello bollente, potrebbero correre tremendi rischi.

Comunque, come potete vedere dalla foto, ha gradito moltissimo !!

Questa ricetta velocissima e di certo risultato, me l’ha data la mia amica Mirella che, come sempre, non fallisce un colpo

CROCCANTE ALLE ARACHIDI DI MIRELLA

  • 100 gr di zucchero di canna
  • 80 gr di arachidi
  • 1 fettina di limone

ESECUZIONE

Sciogliete lo zucchero in un padellino antiaderente e fate ben caramellare con il massimo dell’attenzione poiché una bruciatura con il caramello è pericolosissima

img_2506

Tritate le arachidi in modo grossolano e, quando il caramello sarà pronto,

img_2507

aggiungetele al caramello stesso, avendo cura di spegnere il fuocoimg_2508

Amalgamate benissimo gli ingredienti e mettete l’impasto tra due fogli di carta forno, o, meglio ancora, se lo avete, su di un ripiano di marmo, perché permette al croccante di raffreddare più in fretta

img_2509

Spianate molto bene con il matterello dando lo spessore desiderato. Quando sarà ormai freddo, passatelo con la fettina di limone per dargli lucidità, spezzettatelo con le mani e assaggiatelo immediatamente, perché , altrimenti, vi capita come a me……vassoio quasi vuoto, neppure il tempo della foto di rito!

Naturalmente per preparare il croccante, potete usare il tipo di frutta secca che preferite

img_2513Buon Appetito

Incucinada……Patrizia

img_2179

Questa e’ l’ottima zucca gialla che avevo qualche giorno fa.

Buona, era indiscutibilmente buona, ma anche davvero tanta, allora per la serie non si spreca nulla, in parte l’ho congelata

img_2185

In questo periodo, però, sto riempiendo il congelatore con tutto ciò che occorre per allestire i pranzi delle feste, allora urge il consumo della zucca.

In mio aiuto questa mattina è venuta la mia amica Patrizia che mi ha ” passato ” questa stuzzicante ricetta che, per la prima volta, oggi provo con voi

BISCOTTINI  ALLA ZUCCA ( by Patrizia)

  • 180 gr di zucca gialla cotta
  • 200 gr di farina tipo 2
  • 100 gr di fecola di patate
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 80 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 100 gr di burro
  • la buccia grattugiata di un limone e di un’ arancia
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo
  • scaglie di di cioccolato fondente

ESECUZIONE

montare lo zucchero con il burro

img_2190

Aggiungere l’uovo

img_2191

Ed unire anche la zucca cotta nel microonde e schiacciata con la forchetta

img_2192

Mischiare bene nel mixer tutti gli ingredienti comprese la farina e la fecola, le bucce grattugiate degli agrumi, il lievito e montate il composto

img_2193

Aggiungete la farina di mandorle ( se preferite potete utilizzare la farina di nocciole, ci sta ugualmente bene) e mischiate

img_2194

Amalgamate tutti gli ingredienti e mettete in frigo per 1 ora; trascorso questo tempo togliete dal frigo

imageCon  le mani leggermente bagnate ed uiutandovi con 2 cucchiaini

img_2198 formate delle palline grandi come una noce; tagliate a scaglie i quadrotti di cioccolato

img_2197

E mettete dentro ad ogni dolcetto un pezzetto di cioccolato

img_2199Preparate la leccarda del forno cospargendola  di zucchero a velo

image

Accendete il forno a 180*; mettete i dolcini abbastanza distanziati fra loro sulla leccarda

img_2200

Cuocete per 15 minuti; trascorso questo tempo fate raffreddare e cospargete con zucchero a velo.

img_2201

Brava Patrizia, ottima ricetta!

Buon Appetito

 

Nonna, coccodolciamoci !

img_2187

Con questo neologismo creato ad hoc da Agata per dirmi di cucinare un dolce portatore di coccole, è iniziato il nostro freddo e piovoso pomeriggio in cucina

img_1813

Un po’ per gioco un po’ per farsi cullare dalla piacevolissima scia dei ricordi, ho ricercato il vecchio quaderno  dove trascrivevo  i dolcetti che la carissima Maria, indimenticabile amica dei nostri  primi anni in Toscana, era solita portarmi ogni volta che mi veniva a trovare

img_1863

 

Così, sfogliando, raccontando e ridendo, la nostra golosità ci ha fatto scegliere dei comunissimi biscotti ai cornflakes che con un piccolo accorgimento suggerito da Maria, sono diventati unici e  squisiti

img_1307

BRUTTI E BUONI DI MARIA

  • 200 gr di farina 0
  • 100 gr di farina di nocciole
  • 3 uova intere
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 180 gr di burro
  •  mandorle in scaglie
  • 50 gr di gocce di cioccolato
  • buccia grattugiata di un limone
  • 1/2 bustina di lievito per dolci ( che Maria chiamava ” presina”)
  •  Kellogg’s cornflakes al cioccolato q.b.

ESECUZIONE

mettete nel robot da cucina le uova intere con lo zucchero e montate molto bene

img_2096

Appena si sarà ottenuto un composto spumoso, unire il burro ammorbidito e montare ancora

img_2097

Aggiungete le farine, la buccia di limone, la “presina”e impastare

img_2098

Il composto risulterà molto morbido

img_2099Aggiungete le mandorle e le gocce di cioccolato, quindi preparate i cornflakes in un vassoio, prendete con un cucchiaio piccolo un quantitativo di composto pari ad una noce ( vi consiglio di bagnare il cucchiaio per facilitarvi il compito), infarinatele nei cornflakes e mettete le palline ottenute sulla placca del forno rivestita con carta forno o con un tappetino di silicone
img_2100

Preriscaldate il forno a 200*e, dopo aver abbassato a 180*, infornate i brutti e buoni per circa 20 minuti

img_2101

Trascorso questo tempo, fate raffreddare i biscotti sulla teglia e cospargeteli con zucchero a velo

img_2106

Sono ottimi in tutte le circostante ma ” coccodolciandosi” con i nostri pulcini, diventano ineguagliabili!
img_2105

Buon Appetito

Melon cake gli ultimi sapori d’estate

image

L’estate, oltre a donarci dei meravigliosi tramonti, ci gratifica con frutta saporita e succosa e da quando abbiamo l’estrattore devo dire che apprezziamo ancora più di prima i suoi fantastici nettari

image

Pero’ non tollero il fatto di dover sprecare tanta buona polpa ed allora cerco di pensare a ricette adatte per utilizzarla.

Oggi, avendo a disposizione la polpa di un dolcissimo melone, ho pensato ad una sorta di plum-cake al melone appunto,  buono e salutare per la colazione del mattino

MELON-CAKE

  • 200 gr di polpa di melone
  • 2 uova
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 200 gr di farina 0
  • 1 limone ( succo e buccia grattugiata)
  • 100 ml di olio di semi di arachidi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1/2 bicchiere di latte
  • zucchero a velo

ESECUZIONE

Montate le uova con lo zucchero sino ad ottenere un composto bianco e spumoso

image

A  parte, aggiungete la buccia ed il succo del limone alla polpa del melone e frullate il tutto nel robot da cucina

image

Unite il composto di frutta alle uova battute con lo zucchero, aggiungete tutti gli altri ingredienti compresa la bustina di lievito per dolci sciolta in mezzo bicchiere di latte a temperatura ambiente

image

Amalgamate bene e foderate uno stampo da plum- cake, quindi versatevi il composto

image

e cuocete  in forno caldo a 180* per 50 minuti

image

Trascorso questo tempo lasciate ancora nel forno spento per 15 minuti e, appena sarà intiepidito, ricoprite con zucchero a velo

image

Servite con estratto di succo di melone fresco

image

Buon Appetito

 

…….e un anno se ne va!

imageAnche se a guardare il tempo non si direbbe, la stagione fredda è davvero finita.

image

Con l’inverno terminano, o meglio, si chiudono, tutte gli impegni che mi hanno mantenuto ” in forma” da settembre ad oggi facendomi somigliare ad un folletto pazzo che cercava di barcamenarsi tra mille attività!!!!

image

 

Con il saggio di ieri sera si sono conclusi anche gli impegni di Agata, fatta eccezione per un’ ultima lezione di laboratorio creativo di cucito, per cui,  per i pochi giorni che ci separano dalla partenza per il mare dove  ovviamente, ricomincerà il mio ritmo frenetico, posso pensare un po’ al relax laborioso che mi piace tanto!!!

image

Bando alle divagazioni, oggi ci sarà la giornata conclusiva ad “Università 2000”, un circolo culturale del quale faccio parte con un gruppo di amiche dove si trascorrono piacevoli pomeriggi tra interessanti conferenze, proiezioni di film, sui quali facciamo animati dibattiti sempre molto produttivi e, ovviamente, il gioco del burraco che, alla faccia della cultura, devo dire è il nostro appuntamento preferito!

image

Per salutarci e darci appuntamento al prossimo settembre si è deciso di preparare un piccolo buffet per il quale ho pensato di preparare dei biscottini alla tripla farina che ho preso dal famoso quaderno della mia nonna e che hanno sempre avuto grande consenso…….speriamo che ciò accada anche questa sera!

image

BISCOTTI ALLE TRE FARINE

  • 125 gr di farina 0
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 50 di farina di nocciole
  • 1 tuorlo
  • 150 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di burro
  • 1/2 bicchierino di rum

ESECUZIONE

Mischiate accuratamente le 3 farine con lo zucchero e mettete il composto sulla spianatoia facendo la fontana al centro dove posizionerete il burro ben ammorbidito e tutti gli altri ingredienti e lavorate pochissimo con le mani

image

Quando tutto sarà amalgamato mettetelo il una terrina coperta con la pellicola e lasciatelo in frigo almeno per 30 minuti

image

Trascorso questo tempo, mettete la frolla sulla spianatoia leggermente infarinata, ricoprite con un foglio di carta forno e con l’aiuto del mattarello, spianate la pasta sino all’altezza desiderata

image

Date ai biscotti la forma desiderata

image metteteli sulla leccarda del forno ricoperta con la carta forno e cuocete per 15 minuti a forno ventilato a 160*-180*

image

Quando saranno tiepidi spolverateli con zucchero a velo e serviteli con un the ai frutti di bosco.

image

Se avete il robot da cucina potete fare la frolla impastando tutti gli ingredienti insieme con la modalità a scatti per pochi secondi

image

Se avete i fogli di silicone potete usarli direttamente per spianare e come teglia, così non rischierete di rovinare la forma dei biscotti quando li metterete in teglia per cuocere

Buon Appetito

Dolcetti da…meditazione

image

La ricettina di oggi ha origini antichissime, si tratta dei biscottini al vino rosso che, a seconda della zona da cui provengono, cambiano nome: ciambelline, torcelli, biscottini, tronchetti per finire con le ‘mbriachelle, come vengono chiamati nel Lazio.

Va da se che sono tipici delle regioni dove si producono i grandi vini italiani, poiché proprio il vino ne è l’ingrediente principale.

La loro fine, è chiaro, è inzuppati nel vino stesso, ma non crediate che disdegnino il caffè o il the : sono comunque ottimi!

Attenzione però, danno dipendenza!!!!!! La famiglia non riuscirà più a farne a meno e voi sarete condannati alla produzione intensiva!

CIAMBELLINI AL VINO ROSSO

  • 400 gr di farina semi integrale
  • 125 ml di vino rosso
  • 125 ml di olio evo
  • 180 gr di zucchero di canna + 3 cucchiai
  • 1 cucchiaio di sambuca ( facoltativo)
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato

ESECUZIONE

Mescolate in una terrina di vetro, tutti gli ingredienti liquidi più lo zucchero ( lasciando da parte i 3 cucchiai) e il bicarbonato

image

Aggiungete quindi, a poco a poco, la farina e cominciate ad amalgamare

image

Alla fine l’ impasto dovrà risultare liscio ed omogeneo ma non appiccicoso

image

Fate riposare l’impasto per circa 1 ora a temperatura ambiente, quindi formate tanti rotolini lunghi circa 8 cm che chiuderete ad anello

image

Bagnate leggermente la superficie dei biscottini e quindi passateli nello zucchero avanzato

image

Disponete i ciambellini sulla leccarda del forno con la parte zuccherata rivolta verso l’alto

image

Cuocete in forno preriscaldato a 180* per 20 minuti

image

……ricordatevi di farli freddare prima di assaggiarli……se ci riuscite!

image

Buon Appetito