E per concludere la triade…

image

..prepariamo l’ultima conserva : trombette sott’olio alla ligure

image

Verdura dell’ orto

Cosa siano le trombette, chi mi segue lo sa benissimo perché io le cucino in tutte le salse, chi invece fosse rimasto un po’ indietro, sappia che sono le zucchine di Albenga DOP più consistenti e croccanti delle zucchine comuni, con forma allungata e un po’ contorte  che si prestano perfettamente ad essere conservate sott’olio

TROMBETTE ( ZUCCHINE) SOTT’OLIO ALLA LIGURE

  • 1 kg di zucchine trombette di piccole dimensione
  • olio evo
  • aglio
  • maggiorana
  • timo
  • origano
  • peperoncino (facoltativo)
  • 1 L di aceto bianco
  • 1\2 L d’acqua
  • sale
  • pepe nero in grani

ESECUZIONE

Per prima cosa procedete alla sterilizzazione dei barattoli nel modo che vi da’ più sicurezza, ricordandovi di utilizzare sempre tappi nuovi

IMG_4721

Lavate accuratamente le zucchine e tagliatele a tocchetti piccoli

IMG_4757

Salate leggermente e mettetele in uno scolapasta coperte con un piattino sopra al quale metterete un peso per far si che lascino il più possibile l’acqua amarognola

IMG_4763

Mettete a bollire l’aceto con l’acqua e salate leggermente

IMG_4771

Appena inizierà il bollore, mettete le zucchine un po’ per volta e fate cuocere per 4 minuti dalla ripresa del bollore ogni volta

IMG_4772

Appena saranno pronte

IMG_4773

scolate le zucchine e mettetele nel solito canovaccio bianco e strizzatele leggermente

IMG_4774

Mettetele quindi su un altro canovaccio pulito per farle freddare ed asciugare meglio

IMG_4775

Nel frattempo preparate un trito con le erbe aromatiche e l’aglio ed il peperoncino se avete deciso di metterlo

IMG_4643

Mettete le zucchine in una terrina e conditele con  abbondante trito di erbe

IMG_4776

Lasciate un po’ insaporire ed iniziate a riempire i barattoli

IMG_4777

Procedete come con le altre conserve, mettendo alternativamente olio e zucchine ed in questo caso anche i grani di pepe, facendo sempre attenzione che non restino parti senz’olio.

Quando avrete terminato aggiungete ancora olio ed aspettate qualche ora prima di chiudere i barattoli per controllarne bene il livello.

Conservate  in luogo fresco e buio e consumate dopo circa 2 settimane dalla preparazione.

Quando quest’inverno vi verrà voglia di gustare le zucchine sott’olio alla ligure provatele così:

Abbrustolite alcune fette di pane casalingo e, se vi piace, sfregatele con un po’ d’aglio.

mettete abbondanti zucchine su ogni fetta, ricoprite con una fetta abbastanza sottile di taleggio ( o gorgonzola o qualsiasi formaggio dal sapore deciso voi gradiate), aggiungete un po’ di granella di noci e rimettete in forno sino a quando il formaggio inizierà a sciogliersi…una bontà!!

Buon Appetito

image

Crostone passato al forno

 

 

Annunci

…è tempo di migrar!

Ma prima di migrar,  ancora una volta vorrei gustare quei preziosi ortaggi che sono le trombette di Albenga alla vera maniera ingauna!image

TRUMBETTE ALL’ AJADDA ( trombette all’ agliata)

  • 3 trombette di media grandezza
  • 1 cipolla di Tropea
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 3 cucchiai di aceto bianco
  • 1 foglia di alloro
  • pepe in grani
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 1 spicchio d’aglio
  • maggiorana q.b.
  • 1 cucchiaio di capperi
  • prezzemolo  q.b.
  • olio evo
  • olio per Friggere
  • sale

ESECUZIONE

Tagliate con la mandolina  le zucchine e friggetele nell’ olio di semi ben caldo.image

Mettetele a scolare bene dall’olio e tenetele da parte.

image

In una padella un po’ alta, mettete con 1 cucchiaio di olio evo a soffriggere leggermente la cipolla tagliata sottile con la foglia d’ alloro ed il pepe in grani un po’ battuti.

image

Appena sarà appassita la cipolla, togliete l’alloro unite i pinoli, il cucchiaio di zucchero e fate leggermente caramellare. Quando inizierà a fare un po’ di schiuma, unire l’aceto e fate insaporire bene. Unite le zucchine ed un trito formato dall’aglio, la maggiorana ed il  prezzemolo,  i capperi interi. Controllate di sale e pepe e fate ben amalgamare i gusti.

image

Mettete in una terrina e lasciate  riposare almeno una notte prima di servire.

Questo è un piatto davvero vecchio che fa parte della antica tradizione contadina albenganese. I nonni  però, non si limitavano ad uno spicchio d’ aglio,  pestavano con il mortaio un’ intera testa d’ aglio pensando in questo modo di salvarsi dai raffreddori, dai vampiri o più semplicemente degli ospiti inattesi ed anche un po’ indesiderati. Il piatto era il classico contorno per le fettine di pollo impanate , che se per caso avanzavano, si conservavano nello stesso contenitore delle zucchine, in carpione insomma e mangiate il giorno dopo a temperatura ambiente, diventavano un’ assoluta specialità!

Si può dire che le trombette con la carne fritta all’agliata siano il piatto più rappresentativo di Albenga!

Buon Appetito

Mi ritorni in mente…

imageNon so se anche a voi, ma a me capita spesso di ricordare attraverso alcuni cibi momenti speciali della vita. Alle polpettine di cui vi parlerò oggi, abbino sempre le estati che trascorrevo con la mia nonna materna. Erano tempi meravigliosi e spensierati, passavamo insieme pomeriggi interi spesso a cucinare, mentre nella cucina aleggiava un inebriante profumo di maggiorana, l’erba aromatica onnipresente nelle pietanze di nonna Quanita.

Questa mattina, mentre facevo la spesa al mercato, è stato proprio  l’inconfondibile odore di maggiorana che mi inseguiva  tra i banchi a farmele ricordare, così sono corsa a casa ed ho detto ad Agata: “oggi ti porto con me nel mio mondo di bambina” ed abbiamo iniziato a preparare le mitiche crocchette tra ricordi coccolosi e risate cristalline di bimba.

CROCCHETTE DELLA NONNA

  • 1 kg di patate farinose
  • 1/2 kg di zucchine trombette
  • 100 gr di Parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 1 mozzarella fiordilatte
  • 30 gr di burro
  • sale, pepe
  • maggiorana fresca a volontà
  • pane grattugiato

ESECUZIONE

Lessate le patate e le zucchine e schiacciatele con lo schiaccia patate prima che si raffreddino.

image

Condite con il burro, il sale ed il pepe, il parmigiano e legate il tutto con l’uovo senza dimenticare di aggiungere tante foglioline di maggiorana.

image

Tagliate la mozzarella a dadini ed unitela al composto.

image

Mettetelo in frigo a riposare sino a quando si sarà perfettamente raffreddato. Formate quindi delle crocchette piuttosto grandi , cospargetele con il pane grattugiato e mettetele in una teglia precedente unta con olio d’oliva, mettete un filo d’ olio anche in superficie e cuocete in forno caldo a 200* sino a quando si sarà formata una crosticina dorata.

image

Servite con un’insalatina fresca.

Mi è avanzato un po’ di composto ed ho preparato un polpettone che , devo dire, ha ottenuto lo stesso successo delle crocchette.image

La nonna friggeva le sue crocchette, io ho pensato di alleggerire un po’ il piatto, ma si sa, “fritte son bone anche le ciabatte” e se a voi non interessa esagerare, sapete come fare.

Buon Appetito

Tutto il risotto minuto per minuto

Riso e trombette

Riso e trombette

Ho parafrasato il titolo di una trasmissione sportiva ,semplicemente per dirvi che la ricetta di oggi la scrivo per voi e la cucino per noi in contemporanea .

Si tratta di una minestra / risotto che faccio spesso ,perché è semplicissima ,salutare e soprattutto piace più o meno a tutti

Anche oggi utilizzo le zucchine trombette ( vi ho detto che ne ho portato un quantitativo industriale !!) per un primo piatto a base di riso .

Ne faccio un po’ di più perché domani penso di utilizzare l’avanzo ( se ci sarà !!) per fare dei supplì al telefono

passiamo subito al sodo, quindi ecco la ricetta

RISO E TROMBETTE

  • 3 zucchine trombette (oppure 5 zucchine chiare )
  • 300 gr di riso arborio
  • 1 scalogno
  • 5 pomodori ben maturi spellati a crudo e tritati
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in acqua tiepida
  • 1 l di brodo vegetale o se preferite di pollo
  • olio evo
  • sale pepe
  • pecorino grattugiato per mantecare  ( o parmigiano )

ESECUZIONE

Tritate lo scalogno e fatelo leggermente appassire in un cucchiaio di olio d’oliva ed un po’ di brodo per circa 5 minuti

Unite i pomodori ed il concentrato e fate un po’ restringere il sugo

Base per riso e trombette

Base per riso e trombette

Mettete le zucchine tagliate a tocchi ,unite il brodo e portate il tutto a bollore.

Buttate il riso e cuocete per il tempo necessario.

Il tutto deve risultare piuttosto morbido ,una via di mezzo tra risotto e minestra

Riso in cottura

Riso in cottura

Per mantecare il risotto non usate altri grassi ,ma frullate con il frullino ad immersione 3 cucchiai di risotto e 2 cucchiai di pecorino o parmigiano grattugiato ,la salsa ottenuta darà la giusta cremosità al piatto e servite dopo aver fatto riposare per qualche minuto a pentola coperta.

L’abitudine di frullare parte del riso cotto per la mantecatura,serve ad evitare l’uso di altri grassi ,il risotto così resta più leggero .

Se avete uomini in casa vi consiglio di utilizzare ogni giorno un po’ di concentrato di pomodoro : il pomodoro così trattato e ‘ un’ ottima prevenzione per le malattie della prostata .

Che altro vi devo dire???? Nulla ,vi auguro buon appetito con questa ricettina disintossicante , per prepararci al pranzo della domenica. Ciao

…..una cosa ancora ve la voglio dire : oggi ho deciso di terminare il piatto con un cucchiaio di di pesto ligure DOC,fatto con il basilico di Pra per intenderci , però e’ la prima volta che lo faccio ,vi racconterò il risultato …..ariciaoooooimage

RISULTATO : OK ,VI CONSIGLIO DI PROVARE …..SEMPRE SE VI VA